Motorola Moto G6 Plus Recensione – Miglior Smartphone Budget 300 euro?

Ho acquistato Motorola Moto G6 Plus perché, in base alle sue caratteristiche tecniche e all’ottimizzazione software, aveva tutte le carte in regole per essere il Miglior Smartphone da acquistare con un budget di 300 euro.

Ma sarà realmente così? Motorola Moto G6 Plus è effettivamente il miglior smartphone di fascia media? Scopriamo insieme con la recensione di Motorola Moto G6 Plus.

Motorola Moto G6 Plus XT1926-3 Principali caratteristiche tecniche

Smartphone: Motorola Moto G6 Plus XT1926-3
Uscita: aprile 2018
Network: Dual SIM dual standby Dual Nano SIM, oppure una Nano SIM e una micro SD – HSPA 42.2/5.76 Mbps, LTE-A (2CA) Cat6 300/50 Mbps 4G-LTE 1(2100), 3(1800), 5(850), 7(2600), 8(900), 20(800), 38(2600), 40 (2300)
Dimensioni: 160 x 75,5 x 8,0 mm, peso: 167 g
Design: Frame laterale in policarbonato e retro in vetro Corning Gorilla Glass 3
Schermo: IPS LCD da 5,9”, risoluzione 1080 x 2160 pixel (~409 ppi) Vetro: Corning Gorilla Glass 3
SoC: Qualcomm Snapdragon 630, Octa-core 4×2.2 GHz Cortex-A53 &+ 4×1.8 GHz Cortex A53, processo produttivo 14 nm LPP, GPU: Adreno 508 fino a 650 MHz
AnTuTu v7: 89929
RAM: 4GB LPDDR4
Memoria Interna: 64GB eMMC – Slot micro SD dedicato: Si. fino a 128GB in comune con la SIM 2
Fotocamera: Doppia fotocamera posteriore: 12MP, f/1.7, messa a fuoco Dual Pixel + 5MP, f/2.2, Flash LED, video 4K
Selfie Camera: 8MP
Connettività: USB Micro USB 2.0, WLAN 802.11 a/b/g/n/ac 2,4GHz + 5GHz, Bluetooth 5.0, NFC
GPS: GPS A-GPS GLONASS
Fingerprint: SI, anteriore
Sensori: accelerometro, giroscopio, prossimità, luminosità, bussola, ultrasuoni
Features: Radio FM, Moto Action, resistenza agli sbruffi d’acqua, sblocco tramite riconoscimento del viso
Batteria: da 3200 mAh, supporto alla ricarica veloce TurboPower Non Removibile
ROM: Android 8.0 Oreo
SAR: Testa 0,445 W/kg; Corpo 1,407 W/kg
Prezzo: 299 Euro
Dove acquistarlo: su Amazon

Recensione Motorola Moto G6 Plus

Ho acquistato Motorola Moto G6 Plus versione con 4GB/64GB di colore nero su Amazon Germania perché su Amazon Italia non era ancora disponibile, mentre ora si può tranquillamente acquistare al prezzo di circa 300 euro anche su Amazon Italia.

Unboxing, design e qualità costruttiva – Motorola Moto G6 Plus – Voto 8,0

Motorola Moto G6 Plus doppia fotocamera posteriore
Ho già scritto un articolo con l’unboxing di Motorola Moto G6 Plus e dove ho parlato della qualità costruttiva. Confermo quanto ho scritto, usandolo per diverso tempo posso aggiungere che in mano si tiene abbastanza bene e che il sensore d’impronte digitali è un po’ scomodo quando si usano le gesture, perché posizionato molto in basso.

Il problema della fotocamera troppo sporgente è abbastanza fastidioso, specialmente quando si utilizzano anche altri smartphone e si tengono vicini, se non si fa attenzione si rischia di graffiare il display dell’altro device. Inoltre il vetro che ricopre la fotocamera rischia di graffiarsi più facilmente.

Per il resto la qualità costruttiva è ottima, io l’ho usato quasi sempre con la cover in dotazione dato che senza risulta essere un po’ scivoloso. Anche il frame laterale in plastica non fa rimpiangere quelli in metallo.

Motorola Moto G6 Plus – Unboxing, design e qualità costruttiva

Motorola Moto G6 Plus Recensione – Qualità dello Schermo – Voto 8,0

Motorola Moto G6 Plus ha uno schermo IPS LCD da 5,9″ Max Vision Full HD+, quindi con risoluzione 1080 x 2160 pixel, una densità di pixel di circa 409 ppi e aspect ratio 18:9, il vetro che ricopre il display è un Corning Gorilla Glass 3 al quale è stato applicato un discreto trattamento oleofobico, gli angoli dello schermo sono leggermente arrotondati.

La qualità del display del Moto G6 Plus è alta, buona la fedeltà cromatica quando impostiamo la modalità colore su standard, anche se io preferisco la modalità vivace con colori più accesi.

La luminosità massima arriva fino a 650 cd/m² (nit) circa con la luminosità automatica attiva, mentre con sfondo bianco e luminosità al minimo ho registrato circa 5 cd/m², quindi una luminosità minima piuttosto bassa. I neri sono abbastanza profondi, il rapporto di contrasto è di circa 1440:1, quindi abbastanza elevato.

Dall’analisi Calman ho riscontrato un deltaE medio buono: 4,5 con un deltaE Massimo di 9,5 con la modalità colore impostata su standard, se la impostiamo su vivace il deltaE medio sale a 5,1.

Moto G6 Plus Analisi Calman con impostazioni display fedelta colori luminosita 203 nits delta E 4.5 Max Delta E 9.5

L’aumento di luminosità nel passaggio ad un ambiente molto luminoso è veloce, mentre, giustamente, è meno repentina la diminuzione di luminosità quando passiamo in un ambiente con meno luce.

Ottimo l’angolo di visuale sia orizzontale sia verticale.

Motorola Moto G6 Plus vs Xiaomi Redmi Note 5 Display Angolo Visuale Orizzontale
Motorola Moto G6 Plus vs Xiaomi Redmi Note 5 Display Angolo Visuale Orizzontale
Motorola Moto G6 Plus vs Xiaomi Redmi Note 5 Display Angolo Visuale Verticale
Motorola Moto G6 Plus vs Xiaomi Redmi Note 5 Display Angolo Visuale Verticale

La visibilità al sole risulta essere superiore alla media rispetto ad altri device in questa fascia di prezzo.

Motorola Moto G6 Plus vs Xiaomi Redmi Note 5 Display Visibilita sotto la luce del sole
Motorola Moto G6 Plus vs Xiaomi Redmi Note 5 Display Visibilità sotto la luce del sole

Nessun problema di visibilità utilizzando occhiali da sole con lenti polarizzate sul Moto G6 Plus, mentre su Xiaomi Redmi Note 5 di display posto verticalmente non si vede, come su Xiaomi Redmi 5 Plus.

Motorola Moto G6 Plus vs Xiaomi Redmi Note 5 Display Visibilita attraverso occhiali con lenti polarizzate
Motorola Moto G6 Plus vs Xiaomi Redmi Note 5 Display Visibilità attraverso occhiali con lenti polarizzate

Con l’applicazione AIDA64 nella sezione schermo trovo scritto mipi_mot_vid_tianma_1080p_593.

Moto G6 Plus – Impostazioni Schermo

Andando in impostazioni –> schermo è possibile:

  • attivare/disattivare la “luminosità adattiva”;
  • impostare la modalità di colore su standard o vivace e impostare la temperatura colore su calda, neutra o fredda;
  • scegliere lo sfondo;
  • impostare il tempo di sospensione;
  • attivare la rotazione del dispositivo;
  • impostare la dimensione del carattere;
  • impostare la dimensione di visualizzazione;
  • impostare lo screensaver.

Un ottimo display quello che troviamo sul Moto G6 Plus, tra i migliori display che possiamo trovare in smartphone di fascia media.

Parte telefonica, connettività 3G e 4G – Recensione Motorola Moto G6 Plus – Voto 8,0

Motorola Moto G6 Plus è uno smartphone Dual SIM Dual Standby (DSDS) 4G Cat.6 Due Nano SIM 3G/WCDMA: 850/900/1900/2100MHz – FDD-LTE 4G-LTE 1(2100), 3(1800), 5(850), 7(2600), 8(900), 20(800), TD38(2600), TD40 (2300) con una buona ricezione e stabilità della connessione alla rete dati 4G.

Quando la Nano SIM 1 è in modalità 4G/3G la Nano SIM 2 può funzionare in modalità 3G/UMTS, ovviamente vale anche il contrario.

Moto G6 Plus ha due slot dedicati per le Nano SIM e uno slot dedicato per la Micro SD.

La ricezione è buona, in zone con scarsa copertura riesco comunque a navigare in modalità 4G anche se con velocità decisamente più ridotte. Confrontandolo con Xiaomi Redmi 5 Note si può notare come Moto G6 Plus sia più stabile nel mantenere una connessione alla rete 4G, mentre Xiaomi Redmi Note 5 passa più spesso dalla rete 4G alla rete 3G e viceversa, come succedeva su Xiaomi Redmi 5 Plus.
Anche se i device Xiaomi per il mercato internazionale supportano la B20 come stabilità nella connessione alla rete dari risultano essere un gradino sotto ad altri smartphone che da più tempo sono commercializzati nel nostro paese, vedi Huawei, Samsung, Motorola ecc.

La qualità delle chiamate è buona, la voce del nostro interlocutore si sente bene e lui sentirà in modo chiaro la nostra voce, buona la qualità della chiamata anche utilizzando il vivavoce, ricordo che lo speaker di sistema è posto nella cassa auricolare. Motorola Moto G6 Plus purtroppo NON supporta il VoLTE, ma supporta supporta LTE Advanced 4G+ con l’aggregazione tra le bande B3 e B20.

Motorola Moto G6 Plus ovviamente supporta lo switch a caldo della connessione dati tra la SIM 1 e SIM 2, switch che avviene in tempi abbastanza rapidi.

Questi sono i risultati degli speed test effettuati confrontanti con quelli ottenuti con Xiaomi Redmi 5 Note.

La velocità massima di download raggiunta con Motorola Moto G6 Plus collegato alla rete 4G+ di TIM è stata di 165 Mbps mentre con Xiaomi Redmi 5 Note ho raggiunto 84 Mbps.

Motorola Moto G6 Plus – Gestione parte telefonica e Dual SIM

La gestione software del Dual SIM è ben sviluppata, andando in Impostazioni –> Rete e Internet -> Schede SIM è possibile impostare un proprio profilo tra quelli proposti che sono:

  • Smart SIM, Motorola Moto G6 Plus seleziona la SIM migliore in base al contatto chiamato, apprende in base alle nostre scelte precedenti;
  • Personale e di lavoro, una SIM sarà utilizzata per i contatti personali, l’altra SIM per quelli di lavoro;
  • Manuale, è possibile selezionare la scheda predefinita per chiamate, dati e SMS;

Il software di Motorola Moto G6 Plus permette anche d’impostare una suoneria differente per ogni SIM.

Andando in impostazioni — > Rete e Internet -> Utilizzo dati è possibile visualizzare la quantità di dati rete cellulare utilizzati. Sempre in questa schermata è possibile attivare la funzione per il risparmio dati, in pratica possiamo bloccare l’accesso ai dati alle applicazione installate.

Come su quasi tutti i device c’è la possibilità di impostare un avviso di consumo dati e un limite per il consumo dati mensile.

Il dialer non ha alcuna funzione particolare, durante la chiamata è possibile attivare il vivavoce, disattivare il microfono, aprire il tastierino numerico, mettere in pausa la conversazione aggiungere un nuova chiamata, non c’è la funzione per registrare la chiamata.

Motorola Moto G6 Plus Dialer durante una chiamatra al 119

Motorola Moto G6 Plus- Qualità della fotocamera posteriore e anteriore – Voto 7,8

Ho già scritto l’articolo con il focus sulla fotocamera di Motorola Moto G6 Plus e confermo quello che ho scritto.

In generale Motorola Moto G6 Plus scatta foto molto buone se non fosse per il problema della sfocatura ai lati del soggetto in primo piano, specialmente se il soggetto principale, quello che vogliamo mettere a fuoco si trova a lato della foto, in questa situazione il lato opposto sarà ancora più sfocato.

Un esempio di quello che ho scritto sono le foto sotto, in quella scattata con il Moto G6 Plus parte del tronco è sfocato, cosa che non accade con Xiaomi Redmi Note 5.

Motorola Moto G6 Plus Foto tronco di legno al mare
Motorola Moto G6 Plus Foto tronco di legno al mare. Risoluzione 4032 x 3024 pixel, 6,47 MB, f/1.7, tempo di esposizione 1/1389, ISO 50
Xiaomi Redmi Note 5 foto tronco di legno al mare
Xiaomi Redmi Note 5 foto tronco di legno al mare. Risoluzione 4000 x 3000 pixel, 6,57 MB, f/1.9, tempo di esposizione 1/1476, ISO-160

Anche l’applicazione fotocamera stock non è ottimizzata al meglio, tutto questo insieme all’effetto bokeh non al TOP mi costringe a dare un voto un po’ basso al reparto fotocamera, peccato perché speravo proprio nel Moto G6 Plus come miglior camera phone sotto i 300 euro.

Ottimizzazione software e interfaccia utente – Motorola Moto G6 Plus – Voto 8,1

Una volta premuto il tasto power il Motorola Moto G6 Plus impiega circa 30 secondi per avviarsi, ogni volta che viene riavviato verrà richiesto il PIN (se impostato) per sbloccare lo schermo.

Al primo avvio troviamo 12,92 GB di spazio utilizzato su un totale di 64GB, oltre alle applicazioni di Google troviamo già installate le app LinkedIn e Outlook.

A bordo di Motorola Moto G6 Plus troviamo installato Android v8.0.0 Oreo praticamente stock, c’è giusto qualche personalizzazione Motorola che si concentra all’interno dell’applicazione Moto e dell’assistente personale Motorola che però è ancora in versione beta.

L’ultima versione del firmware è la OPW27.113-45, le patch di sicurezza Android sono aggiornate al 1° aprile 2018, da quando l’ho acquistato ho ricevuto un aggiornamento di sistema.

Le applicazione che troviamo installate al primo avvio sono quelle mostrate negli screenshot all’interno della galleria fotografica, c’è drawer a scorrimento verticale al quale si accede dalle schermate home con uno swipe dal basso verso l’alto.

Il sistema operativo è ben ottimizzato, nell’uso quotidiano risulta essere sempre molto fluido, senza lag e impuntamenti,  con Chrome non ci sono problemi. Nessun problema con la ricezione delle notifiche da parte delle principali applicazioni, Gmail, Telegram, Facebook, Instagram ecc.

Dopo l’ultimo aggiornamento tuttavia ho dei problemi con la visualizzazione del badge delle notifiche.

Buona anche la gestione della memoria RAM, appena acquistato avremo circa 1,5 GB di memoria libera, aprendo più applicazioni molte di queste rimangono aperte in background e quindi risultano immediatamente disponibili andando nella applicazioni recenti. Moto G6 Plus quindi sfrutta tutti e bene i suoi 4GB di RAM.

Con un tap prolungato sullo spazio libero della schermata home si accede alla personalizzazione di questa, con la possibilità di modificare lo sfondo, aggiungere widget e accedere alle impostazioni home, dove troviamo le seguenti voci:

  • suggerimenti app, possiamo attivarla/disattivarla;
  • aggiungi icone alla schermata home per le nuove applicazioni;
  • modifica forma dell’icona, si può scegliere tra impostazioni predefinita, quadrato, supercerchio, cerchio, goccia;
  • badge delle icone dove è possibile scegliere se attivarlo o meno per ogni applicazione installata, consenti indicatore di notifica (si può attivare o disattivare), impostare cosa mostrare delle notifiche nella schermata di blocco;
  • consenti rotazione schermata home;
  • accesso con scorrimento, per mostrare il Feed di Google a sinistra della schermata home;
  • tema scuro;
  • layout schermata home, dove è possibile impostare la griglia 4×5 o 5×5.

Sempre dalla schermata home con uno swipe dal basso verso l’alto si accede all’elenco delle applicazioni (drawer) installate e alla ricerca delle app, quindi non abbiamo una ricerca globale.

Con uno swipe dal centro verso il basso si apre la tendina delle notifiche con un ulteriore swipe verso il basso accediamo ai toggle rapidi che sono configurabili.

Dai toggle rapidi si accede alla modalità “non disturbare” che offre diversi livelli di personalizzazione ed è possibile creare anche delle regole automatiche in base a degli orari oppure ad degli eventi collegati al nostro calendario.

La maggior parte della personalizzazione del Motorola Moto G6 Plus è affidata all’applicazione Moto, dove al suo interno troviamo Moto Key, Moto Actions, Moto Display e Moto Voice (beta)

Attivando Moto Display quando arriva una notifica, a display spento, lo schermo si attiva per mostrare l’orologio Moto e l’icona dell’app associata alla notifica, con un tap prolungato sull’icona è possibile visualizzare l’anteprima della notifica, inoltre vengono mostrate possibili azioni che cambiano a seconda dell’applicazione. Se la notifica riguarda Gmail con un tap prolungato vengono mostrate due icone una per archiviare l’altra per rispondere, con Telegram, quando Moto voice è attivo, viene data la possibilità di rispondere rapidamente attraverso il riconoscimento vocale oppure immettendo testo (buono il feedback aptico) anche senza sbloccare lo schermo, stesso discorso per WhatsApp e alle applicazioni di chat.

Con uno swipe verso il basso eliminiamo l’anteprima della notifica dal Moto Display.

Sollevando leggermente il device oppure avvicinando una mano allo schermo, si attiva il Moto Display, quindi viene mostrato il classico orologio Moto con carica residua, data ora e le eventuali icone delle app che hanno ricevuto delle notifiche.

È possibile selezionare quali applicazioni escludere dal Moto Dispay, quale livello di dettaglio mostrare quando si visualizza l’anteprima della notifica con il device in standby e attivare o disattivare la vibrazione riferita alle funzioni Moto Display.

Sempre in Moto Display troviamo anche Schermo Notturno che filtra la luce blu, con la possibilità di impostare gli orari di attivazione e disattivazione e intensità del filtro, poi troviamo Schermo Attento per mantenere lo schermo acceso mentre lo guardiamo.

In Moto Action possiamo attivare/disattivare diverse gesture e funzioni. La principale è l’utilizzo del sensore d’impronte digitali al posto dei tasti di navigazione a video.

Con uno swipe verso destra sul sensore d’impronte digitali si accede alle applicazioni recenti, con uno swipe verso sinistra si torna indietro, ma è possibile impostare anche il contrario.
Con un tap sul sensore d’impronte digitali si raggiunge la schermata Home, con un tap prolungato seguito da una lieve vibrazione si spegne lo schermo, con un tap più prolungato seguito da una vibrazione più marcata si accede a Google Assistant.

L’utilizzo delle gesture sul sensore d’impronte digitali al posto dei tasti di navigazione a video fornisce una buona esperienza d’uso, tuttavia non è così buona come usando le gesture sul display, quando ben implementate. Questo per via della posizione molto bassa del fingerprint.

Altre Moto Action sono:

  • schermata rapida, è possibile catturare uno screenshot facendo tap 3 dita in un punto qualsiasi dello schermo;
  • doppio martello per la torcia;
  • ruota per attivare scatto rapido, ruotando il Moto G6 Plus, anche da schermo spento, si accedere direttamente all’app fotocamera stock e viene scattata una foto;
  • traccia arco per minischermo, con uno swipe dal centro verso l’angolo di destra o di sinistra si accede alla modalità una mano sola;
  • solleva per silenziare, sollevando il device all’arrivo di una chiamata la suoneria viene disattivata e si passa alla modalità solo vibrazione;
  • capovolgi per non disturbare.

Moto Voice, pur avendolo attivato, non l’ho utilizzato molto, dato che preferisco usare l’assistente personale di Google.

Ovviamente sono presenti le funzioni doppio schermo, launcher shortcut, picture in picture.

Lo sblocco tramite sensore d’impronte digitali e veloce e preciso, anche lo sblocco attraverso il riconoscimento del volto (face unlock) è abbastanza veloce e funziona anche quando la luce è poca, ma non funziona al buio, non c’è il doppio tap per bloccare/sbloccare il display.

L’utilizzo di Google Assistant permette di sbloccare il telefono con “Ok Google”.

Recensione Motorola Moto G6 Plus – Autonomia e durata della batteria – Voto 7,9

L’associazione del SoC Snapdragon 630, una batteria da 3200 mAh e una buona ottimizzazione software, fa si che Motorola Moto G6 Plus sia dotato di una buona autonomia. Motorola Moto G6 Plus non scalda praticamente mai, anche durante i compiti più impegnativi, come lunghe sessioni di gioco.

Nella mia giornata di test dell’autonomia, dove ho utilizzato Motorola Moto G6 Plus in modo piuttosto intenso, ho totalizzato 5 ore e 48 minuti di schermo acceso su circa 13 ore di utilizzo.

Motorola Moto G6 Plus totale ore di schermo acceso durante la prova autonomia della batteria

Il grafico del consumo batteria risulta avere un andamento abbastanza regolare, dove è più inclinato è perché gioco a Real Racing oppure utilizzo la fotocamera o la navigazione satellitare.

Motorola Moto G6 Plus grafico scarico della batteria
Motorola Moto G6 Plus grafico scarico della batteria

Motorola Moto G6 Plus supporta la ricarica rapida, in dotazione troviamo un caricabatteria TurboPower da 15W in grado di caricare il Moto G6 Plus del 40% in 30 minuti.

Questi sono i tempi di ricarica con il caricabatteria TurboPower in dotazione.

da 0% al 40% in 30 minuti;
da 0% al 76% in 60 minuti;
da 0% al 96% in 90 minuti;
da 0% al 100% in 105 minuti.

Motorola Moto G6 Plus grafico ricarica batteria
Motorola Moto G6 Plus grafico ricarica batteria
Motorola Moto G6 Plus primi 30 minuti di ricarica si arriva al 41 percento
Motorola Moto G6 Plus primi 30 minuti di ricarica

Utilizzando un caricabatteria Quick Charge 3.0 compatibile in 30 minuti ho una ricarica del 28% mentre la ricarica completa impiega meno di 120 minuti.

Motorola Moto G6 Plus – Prestazioni Hardware – Voto 8,0

Motorola Moto G6 Plus ha 4GB do Ram e 64GB di memoria interna, a bordo troviamo il solito SoC Qualcomm Snapdragon 630, lo stesso che troviamo su diversi device di fascia media. Si tratta di un SoC Octa-core 4×2.2 GHz Cortex-A53 + 4×1.8 GHz Cortex A53, realizzato con processo produttivo 14 nm LPP. La GPU è una Adreno 508 fino a 650 MHz.

Il SoC Snapdragon 630 è una evoluzione del chipset Qualcomm Snapdragon 625 come vedremo nei principali benchmark non ci sono grosse differenze per le CPU, mentre c’è una differenza più marcata a livello di GPU, la Adreno 508 è decisamente più performante della Adreno 506, circa a livello della Adreno 509 che troviamo a bordo del SOC Snapdragon 636.

Questi sono i risultati dei principali Benchmark ottenuti con Motorola Moto G6 Plus:

AnTuTu  v7.0.4: 87129 – Redmi 5 Plus: 77070 – Sony Xperia XA2: 89600 – Galaxy A8: 113163  – Xiaomi Mi A1 77570

  • AnTuTu CPU: 37978 – Redmi 5 Plus: 38854 – Sony Xperia XA2: 39704 – Galaxy A8: 49845 – Xiaomi Mi A1 38460
  • AnTuTu GPU: 19672 – Redmi 5 Plus: 12703 – Sony Xperia XA2: 19893 – Galaxy A8: 25518 – Xiaomi Mi A1 12795
  • AnTuTu UX: 22925 – Redmi 5 Plus: 20301 – Sony Xperia XA2: 23614 – Galaxy A8: 31700 – Xiaomi Mi A1 20998
  • AnTuTu MEM: 6554 – Redmi 5 Plus: 5112 – Sony Xperia XA2: 6389 – Galaxy A8: 6100 – Xiaomi Mi A1 5317

3D Mark Sling Shot Extreme OpenGL ES 3.1: 831 – Redmi 5 Plus: 462 – Sony Xperia XA2: 833 – Galaxy A8: 755 – Xiaomi Mi A1: 473
Geekbench Single Core Score: 870 – Redmi 5 Plus: 869 – Sony Xperia XA2: 860 – Galaxy A8: 1526 – Mate 10 Lite: 923 – Xiaomi Mi A1: 870 – Moto G5S Plus 844
Geekbench Multi-Core Score:  4117 – Redmi 5 Plus: 4260 – Sony Xperia XA2: 4199 – Galaxy A8: 4278 – Mate 10 Lite: 3571 – Xiaomi Mi A1: 4309 – Moto G5S Plus 4222
Basemark OS II 2.0: 1154 – Redmi 5 Plus: 1238 – Sony Xperia XA2: 1543 – Galaxy A8: 1159 – Mate 10 Lite: 1390 – Xiaomi Mi A1: 1288 – Moto G5S Plus 1068
GFXBench Manhattan 3.1 2009×1080: 579 (9,3 fps) – Redmi 5 Plus: 2030×1440: 368,9 (5,9 fps)- Sony Xperia XA2 1776×1080: 649,3 (10 fps) – Galaxy A8 (2220×1080): 543,5 Frames (8,8 Fps) – Mate 10 Lite: 294,4 (4,7 fps) – Xiaomi Mi A1 (1920×1080) Frames 390,8 (6,3 Fps)
GFXBench Manhattan 3.1 Offscreen 1920×1080: 601 (9,7 fps) – Redmi 5 Plus: 397,9 (6,4 fps) – Sony Xperia XA2: 602.6 (9,7fps) – Galaxy A8: 617,0 Frames (10 Fps) – Mate 10 Lite: 296,1 (4,8 fps) – Xiaomi Mi A1  Frames 397,9 (6,4 Fps)

Durante i benchmark più stressanti ho raggiunto una temperatura massima di circa 38 gradi, in generale, anche sotto stress, Motorola Moto G6 Plus non scalda mai.

Motorola Moto G6 Plus temperatura massima raggiunta 696

AndroBench per testare la velocità della memoria interna (MB/s):
lettura sequenziale: 275,32 – Redmi 5 Plus: 278,06 – Sony Xperia XA2: 265,95 – Galaxy A8: 305,62 – Mate 10 Lite: 268,85 – Xiaomi Mi A1: 292,64 – Moto G5S Plus 238,05
scrittura sequenziale: 202,6 – Redmi 5 Plus: 115,84 – Sony Xperia XA2: 114,6 – Galaxy A8: 73,58 – Mate 10 Lite: 190,17 – Xiaomi Mi A1: 203,09 – Moto G5S Plus 103,39
lettura casuale: 51,11  – Redmi 5 Plus: 51,58 – Sony Xperia XA2: 42,67 – Galaxy A8: 69,56 – Mate 10 Lite: – Redmi 5 Plus: 68,95 – Xiaomi Mi A1: 55,51 – Moto G5S Plus 65,50
scrittura casuale: 54,82 – Redmi 5 Plus: 14,75 – Sony Xperia XA2: 8,52 – Galaxy A8: 10,07 – Mate 10 Lite: 26,34 – Xiaomi Mi A1: 18,55 – Moto G5S Plus 58,98

Tempi di trasferimento di una cartella dalle dimensioni di 2,03 GB con 120 file tra foto e video, NON ho notato prestazioni superiori alla media, il collegamento al PC è immediato, anche se con alcuni cavi Type-C il Moto G6 Plus non viene riconosciuto mentre con altri device non ho questo problema.

Da PC a Motorola Moto G6 plus: 1’27” –  Xiaomi Redmi 5 Plus: 1’34” – Galaxy A8: 1’34” –  Honor 7X : 1’03” – Mate 10 Lite: 1’02” – Xiaomi Mi A1: 1’41”

Da Motorola Moto G6 Plus a PC: 1’05” –  Xiaomi Redmi 5 Plus: 1’05” –  Galaxy A8: 1’06” – Honor 7X :  1′ – Mate 10 Lite: 57″ –  Xiaomi Mi A1: 1’03”

Recensione Motorola Moto G6 Plus – Multimedia riproduzione audio video, giochi – Voto 8,0

Motorola Moto G6 Plus ha una GPU Adreno 508 in grado di farci giocare in modo fluido a tutti i giochi presenti sul Google Play Store.

Real Racing 3, che si avvia in 31 secondi risulta essere sempre fluido e giocabile, stesso discorso per Asphalt 8, anche dopo lunghe sessioni di gioco il telefono non si scalda.

Praticamente tutta la parte multimedia è affidata alle applicazioni Google, Motorola ha inserito solo l’applicazione Dolby Audio.

Motorola Moto G6 Plus è in grado di riprodurre video fino alla risoluzione 4K a 30 fps con codec HEVC  (H.265),

Motorola Moto G6 Plus è dotato di un solo speaker posizionato a livello della cassa auricolare, la posizione frontale è la migliore dove posizionare lo speaker principale. La potenza è  buona e anche al massimo volume il suono non distorce. Sfruttando il Jack Audio da 3.5 con degli auricolari di buona qualità il volume è abbastanza alto e di ottima qualità.

Motorola ha inserito l’applicazione Dolby Audio grazie alla quale è possibile scegliere diversi tipi di modalità di riproduzione, cinema, musica, gioco, voce, personale 1 e personale 2 dove è possibile usare impostazioni personalizzate. Ovviamente all’interno dell’applicazione è presente anche un equalizzatore grafico, ma è anche possibile l’Intelligent Equalizer. Applicazione che gli audiofili sicuramente troveranno molto interessante.

Motorola Moto G6 Plus è dotato di radio FM, buona la qualità audio un po’ meno la ricezione delle stazioni radio. L’applicazione Radio FM  è fatta molto bene, è possibile registrare la musica e la qualità della registrazione è molto buona.
All’interno dell’applicazione Radio FM è possibile selezionare le stazioni preferite e passare tra una e l’altra anche dalla tendina delle notifiche e anche dalla schermata di blocco.

Motorola Moto G6 Plus – Connettività Bluetooth, Wi-Fi, NFC, GPS – Voto 8,0

Motorola Moto G6 Plus supporta il Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac Dual Band, come ricezione direi che è abbastanza buona, effettuando alcuni test con iperf3 ho notato velocità in linea con le specifiche tecniche.

Motorola Moto G6 Plus test velocita WiFi 5 GHz con iperf3
Motorola Moto G6 Plus test velocità WiFi 5 GHz
Motorola Moto G6 Plus test wifi 2.4 GHz
Motorola Moto G6 Plus test velocità  wifi 2.4 GHz

Motorola Moto G6 Plus integra un chip Bluetooth 5.0, non ho avuto problemi con l’accoppiamento ad altri dispositivi bluetooth, tuttavia non è possibile ascoltare musica contemporaneamente su due casse Bluetooth come con device di fascia superiore dotati di Bluetooth 5.0.

Motorola Moto G6 Plus supporta GPS, A-GPS, GLONASS e anche GALILEO, il fix dei satelliti è veloce la precisione è alta e con la navigazione satellitare non ho riscontrato problemi. Motorola Moto G6 Plus è dotato di bussola.

Motorola Moto G6 Plus fix satelliti supporta anche Galileo
Motorola Moto G6 Plus fix satelliti supporta anche Galileo

Motorola Moto G6 Plus è dotato di chip NFC, usato per trasferire alcuni file non ho riscontrato problemi.

Motorola Moto G6 Plus – Test dei Sensori – Voto 8,0

Motorola Moto G6 Plus è dotato di tutti i principali sensori, inclusi giroscopio e bussola.

  • Accelerometro;
  • Campo magnetico;
  • Giroscopio;
  • Luminosità;
  • Prossimità;
  • Gravità;
  • Accelerazione;
  • Rotation vector;
  • Campo magnetico non calibrato;
  • Game rotation vector;
  • Giroscopio non calibrato;
  • Movimento significativo;
  • Step detector;
  • Contapassi;
  • Geomagnetic rotation vector.

Il sensore d’impronte digitali, posizionato otto al display permette uno sblocco rapido e preciso, tuttavia risulta essere meno preciso quando utilizziamo le gesture al posto dei tasti di navigazione a video, forse per via della posizione e della forma, sottile e allungata.

I sensori di prossimità e luminosità funzionano bene.

Recensione Motorola Moto G6 Plus – Conclusioni

Motorola Moto G6 Plus ha un bel design con back cover in vetro che trasmette una sensazione di ottima qualità costruttiva, in mano si tiene bene, è un po’ scivoloso, ma in dotazione troviamo una buona cover in silicone trasparente, un po’ spessa, ma protegge bene. Troppo sporgente la fotocamera posteriore.

Il display del Motorola Moto G6 Plus è tra i migliori in questa fascia di prezzo, molto luminoso con una buona visibilità al sole.

La fotocamera presenta qualche difetto, troppo spesso le foto risultano sfocate ai lati, l’effetto bokeh non è dei migliori e anche l’applicazione fotocamera stock non è ottimizzata al meglio. Bene i video in Full HD a 30 fps e discreti i selfie.

Il sistema operativo praticamente Android 8.0 Oreo stock offre una buona esperienza d’uso, abbiamo il Face Unlock che funziona bene pur non avendo sensori dedicati, il sensore d’impronte digitali che è veloce e preciso. Il Moto Display insieme alle Moto Actions sono un valore aggiunto per questo device. Peccato per le gesture sul fingerprint che vanno a sostituire i tasti di navigazione a video, che non sono sempre precise, inoltre la forma del sensore e la posizione giocano a sfavore dell’usabilità.

Motorola Moto G6 Plus integra uno Snapdragon 630, 4GB di RAM e 64 GB di memoria interna che permettono di avere uno smartphone reattivo, fluido in qualsiasi situazione anche con i giochi più impegnativi.

La batteria da 3200 mAh offre una buona autonomia, arriveremo sempre fino a sera anche con un utilizzo intenso del device e grazie alla ricarica rapida possiamo avere un 40% in 30 minuti.

La presenza di tutti i principali sensori, Galileo, Bluetooth 5.0, NFC, WiFi Dual Band ac completano la buona dotazione hardware di questo smartphone.

Un Motorola Moto G6 Plus che si avvicina moto all’essere il miglior smartphone che puoi acquistare con meno di 300 euro, ma purtroppo deve competere con una concorrenza molto agguerrita.

Il suo principale rivale, lo Xiaomi Redmi Note 5, può competere con il Motorola Moto G6 Plus in quasi tutti i reparti e in alcuni casi risulta essere anche migliore, tutto questo a 50 euro un meno.

Il Samsung Galaxy A8 2018 ora si trova a meno di 300 euro, anche questo è un device che può tenere testa a Motorola Moto G6 Plus, stesso discorso per Sony Xperia XA2 anche se in questo caso parliamo di un telefono completamente diverso come forma, dimensioni ecc. Poi ci sono Moto X4, Nokia 6.1 (2018) in arrivo c’è Xiaomi Mi A2.

Alla domanda: consiglieresti Motorola Moto G6 Plus ad un amico? La mia risposta sarebbe sicuramente SI.

Se mi chiedessero quale smartphone scegliere tra Motorola Moto G6 Plus a 300 euro e Xiaomi Redmi Note 5 a 249 euro, io consiglierei Xiaomi Redmi Note 5 se ricezione e qualità delle chiamate non è la parte per te più importante, in caso contrario meglio puntare sul Moto G6 Plus.

Se sei alla ricerca di un nuovo smartphone ti consiglio di leggere l’articolo sui migliori smartphone.

Dove acquistare Motorola Moto G6 Plus e Offerte Motorola Moto G6 Plus

Il mio consiglio è quello di acquistarlo su Amazon nella versione 4GB/64GB ma solo se lo trovi a meno di 300 euro, per un certo periodo di tempo si trovava a 370 euro, a quel prezzo non avrebbe senso acquistalo.

PANORAMICA RECENSIONE
Unboxing, design e qualità costruttiva
80 %
Qualità dello Schermo
80 %
Parte telefonica, connettività 3G e 4G
80 %
Qualità della fotocamera posteriore e anteriore
78 %
Ottimizzazione software e interfaccia utente
81 %
Autonomia e durata della batteria
79 %
Prestazioni Hardware
80 %
Multimedia riproduzione audio video, giochi
80 %
Connettività Bluetooth, Wi-Fi, Wi-Fi display, NFC, GPS
80 %
Test Sensori
80 %
Rapporto Qualità/Prezzo
78 %
Articolo precedenteOfferte Iliad Italia: una sola Offerta Rivoluzionaria
Articolo successivoMiglior modem router ADSL wireless e migliore offerta 2018