Migliori Smartphone 2018 (Ottobre) – Classifica, offerte e consigli acquisto

Migliori Smartphone 2018

I migliori smartphone del 2018, aggiornato a ottobre, è un articolo sui migliori smartphone come rapporto qualità/prezzo divisi in base alla fascia di prezzo che mantengo aggiornato da diversi anni e dove scrivo i consigli che darei ad un amico.

In questa guida all’acquisto dei migliori smartphone di ottobre 2018 troverai la risposta a domande del tipo: qual è il miglior smartphone economico che puoi comprare con meno di 250 euro? quali sono i migliori smartphone Dual SIM 4G-LTE? Dove trovare i migliori cellulari in offerta al prezzo più basso del web? Quali sono sono i migliori smartphone android cinesi dual SIM economici? quale è il miglior smartphone 2018 in assoluto? Quali sono i migliori smartphone di fascia media? Dove trovare le migliori offerte di smartphone? Quali sono i migliori smartphone Top di Gamma? La rete 5G quando arriverà e quali benefici porterà?

Recensione Huawei P Smart+

Recensione Xiaomi Redmi Note 5 – Best Buy Estate 2018

I migliori smartphone di Ottobre 2018 – Guida completa all’acquisto

Se sei informato a sufficienza, oppure non hai molto tempo a tua disposizione,  puoi passare direttamente all’elenco dei migliori smartphone del 2018 in base alla fascia di prezzo:

Considerazioni personali sul mercato degli smartphone – News & Rumors – Ottobre 2018

Il prezzo degli smartphone top di gamma continua a salire, vedi iPhone Xs e Samsung Galaxy Note 9, senza però integrare novità veramente interessanti. Il prossimo top di gamma in commercio sarà il Mate 20 Pro con il nuovo SoC HiSilicon Kirin 980 che, a detta di Huawei, dovrebbe essere superiore anche a SoC che troviamo su iPhone, l’A12 Bionic.

Tra i nuovi smartphone in arrivo i più interessanti dovrebbero essere OnePlus 6T, Google Pixel 3 XL e Nokia 7.1 Plus, mentre LG V40 ThinQ, smartphone con 3 fotocamere posteriori e 2 selfie camera, non sarà commercializzato in Europa.

Il nuovo Sony Xperia XZ3 viene promosso quasi a pieni voti dalle varie recensioni ed è il primo smartphone che viene commercializzato con Android 9.0 Pie.

Tra gli smartphone più interessanti come rapporto qualità/prezzo in commercio a ottobre 2018 troviamo sicuramente Xiaomi Pocophone F1 e Honor Play, due smartphone con SoC al TOP in termini di prestazioni.

Motorola One con Android One e SoC Snapdragon 625 si può acquistare a meno di 300 euro, mentre Nokia 7.1 con Snapdragon 636 viene venduto al prezzo ufficiale di 359 euro. Si tratta di due smartphone abbastanza interessanti ma per competere con Huawei e Xiaomi i prezzi devono scendere.

Oppo ha di recente presentato Realme 2 Pro, smartphone con SoC Snapdragon 660, quindi meno prestante dei due menzionati sopra, ma realizzato con una qualità costruttiva superiore. Ricordo che Oppo vende ufficialmente anche in Italia, per il momento vende Oppo Find X (con fotocamera a scomparsa), Oppo R15 Pro e Oppo A3. Il sito ufficiale è oppo.com/it/ e i device si trovano anche da Mediaworld.

Samsung Galaxy A7 2018 è un’interessante novità, tuttavia penso che sia meglio puntare sul Galaxy A8 2018 anche se ha solo 32GB di memoria interna e un display di dimensioni più ridotte.

Xiaomi Redmi Note 5 risulta essere ancora un ottimo smartphone per chi ha un budget di circa 200 euro, un suo possibile rivale potrebbe essere l’Asus Zenfone Max Pro M1, ma quest’ultimo rimane un gradino di sotto al Redmi Note 5 come esperienza d’uso quotidiana. In commercio si trova anche il nuovo Xiaomi Redmi Note 6 Pro Global Version a poco più di 200 euro, rispetto al Redmi Note 5 si migliora leggermente nella fotocamera posteriore e integra una doppia fotocamera anteriore, è presente anche il notch.

Xiaomi sta vendendo in via ufficiale in molti Paesi, quindi sta cercando di spingere i propri clienti ad acquistare gli smartphone nel proprio Paese e non dai soliti negozi online cinesi. Per questo motivo se si acquista uno smartphone Xiaomi con MIUI 10 destinato al mercato asiatico e si installa una MIUI Global si rischia il brick del telefono se questo non ha il bootloader sbloccato.

Come sempre per avere un buon smartphone non serve più acquistare un top di gamma, il miglior smartphone di fascia media è in grado di fornirti un’esperienza d’uso quotidiana molto simile a quella che è in grado di offrirti uno smartphone top di gamma, molto spesso garantendoti anche una migliore autonomia. La vera differenza tra telefoni di fascia media e cellulari di fascia alta la si trova nella qualità della fotocamera e in tutte quelle attività dove servono SoC potenti.

Sempre più smartphone integrano al loro interno una NPU (Neural Processing Unit) o Neural Engine (così lo chiama Apple) in grado di svolgere calcoli complessi per accelerare il processo di elaborazione degli algoritmi per il machine learning. Queste NPU vengono utilizzate nel riconoscimento del volto, della voce, nella realtà aumentata (AR), IA (intelligenza artificiale), nella fotocamera per il riconoscimento di scenari, visi, oggetti ecc.

Google, Apple, Facebook, Microsoft, Amazon, Huawei, Samsung sono tutte impegnate sul fronte dell’intelligenza artificiale, ma chi sarà in grado di rivoluzione il mondo con l’intelligenza artificiale più evoluta?

Il Migliore Hardware per il nostri smartphone

Soc, System-on-a-chip, chipset

Quando parliamo di Soc, System-on-a-chip , chipset in questo articolo intendiamo parlare del circuito integrato che incorpora CPU, GPU, tutte le info sui migliori chipset del 2018 le puoi trovare nell’articolo Migliori SoC (chipset) per smartphone, quelli che troviamo all’interno dei telefoni Top di Gamma 2018.

In breve scrivo che il SoC più interessanti sono:

  • smartphone di fascia bassa, Snapdragon 430, Snapdragon 435, Snapdragon 450 (Xiaomi Redmi 5), Mediatek MT6750 (Meizu M3s), MT6753;
  • smartphone di fascia media, Snapdragon 625/630 Asus Zenfone 3 ZE520KL, Moto G5 Plus), SD 636 (Xiaomi Redmi Note 6 Pro), Snapdragon 660/670 (Xiaomi Mi Note 3), Snapdragon 710 (Xiaomi Mi 8 SE), HiSilicon Kirin 655 (Honor 6X), HiSilicon Kirin 659 (Huawei Mate 10 Lite e Honor 7X), Kirin 670, Kirin 710 (con AI), Mediatek Helio P20, P22, Helio X20, Helio X25, Helio X27;
  • smartphone di fascia alta, Qualcomm Snapdragon 845, Snapdragon 835, Snapdragon 821, Samsung Exynos 9810 (Galaxy S9), Exynos 8890 (Galaxy S7), Exynos 8895 Octa (Galaxy S8), Kirin 950 (Honor 8), Kirin 955 (Huawei P9), Kirin 960 (Mate 9, P10, Honor 8 Pro, Honor 9), Kirin 970 (Mate 10),  Kirin 980 (Mate 20 Pro), Apple A10 Fusion, Apple A11 Bionic che troviamo su iPhone 8 e iPhone X e A12 Bionic di iPhone Xs e Xs Plus.

I SoC più performanti del  2018 sono Qualcomm Snapdragon 845, Exynos 9810 (Galaxy S9), Apple A12 BionicHiSilicon Kirin 980.

Voglio ricordare che avere un SoC più potente non sempre significa avere uno smartphone più fluido con una migliore esperienza d’uso, molto dipende dall’ottimizzazione a livello del sistema operativo.

Schermo – Display

In linea di massima i migliori display sono quelli Super AMOLED, i migliori schermi attualmente li troviamo su Samsung Galaxy S9 e Galaxy S9+, Galaxy S8 e Note 8 con Infinity Display, Sony Xperia XZ2, iPhone 8 e  iPhone X.

La tendenza di fine 2018 è quella di smartphone borderless ( bezel less ) e montare display con aspect ratio 18:9 chiamati Infinity Display o FullVision. Tutti i principali marchi Samsung, Huawei, LG, HTC, Xiaomi e Sony stanno commercializzando smartphone di questo tipo.

Questi device hanno uno “screen-to-body ratio” molto alto, in genere superiore all’80%.  Al momento gli smartphone con un rapporto tra display e superficie anteriore maggiore dell’80% sono: Xiaomi Mi Mix 2s, Xiaomi Mi Mix 2, Huawei P20 Pro, Samsung Galaxy S9, Asus Zenfone 5 e 5Z, Samsung Galaxy S8 e S8+, iPhone X, Galaxy Note 8, LG V30, Essential Phone.

Il notch o tacca, la penisola sulla parte superiore del display, sembra essere diventata la nuova moda del 2018, al momento solo Samsung sembra resistere a questa tendenza e anche sul Samsung Galaxy 10 sembra che non ci sarà.

I Display LCD in generale hanno un miglior angolo di visione, migliore fedeltà cromatica, sono più economici.

Gli Schermi Super AMOLED hanno una maggior luminosità, contrasto più elevato, neri profondi, consumi ridotti, migliore visibilità al sole e generalmente sono più costosi rispetto agli LCD, possono soffrire di effetto burn-in causato dal deterioramento dei materiali e dal tempo di vita inferiore dei sub-pixel blu rispetto a quelli rossi e verdi.

Per gli OLED vedi LG V30 e iPhone X il discorso è simile a quello per gli schermi Super AMOLED. La principale differenza tra OLED e Super AMOLED è che nei display AMOLED (Active Matrix Organic Light Emitting Diode) è presente una matrice attiva Active Matrix Organic Light Emitting Diode, tuttavia gli schermi OLED che troviamo su LG V30 e iPhone X sono anch’essi fatti di matrice attiva, la differenza quindi è limitata alla disposizione dei sub-pixel, un differente processo produttivo e una differente gestione via software.

Ti consiglio di leggere l’articolo Schermo e Display negli Smartphone – Caratteristiche Tecniche.

Smartphone con la migliore fotocamera – Best Camera Phone

Gli smartphone con la migliore fotocamera (camera phone) in assoluto a ottobre 2018 sono:

  • Huawei P20 Pro;
  • HTC U12+;
  • Huawei P20;
  • Samsung Galaxy Note 9;
  • Samsung Galaxy S9+ e Galaxy S9;
  • Xiaomi Mi 8;
  • Google Pixel 2 e Pixel 2 XL;
  • iPhone X;
  • Huawei Mate 10 Pro;
  • Xiaomi Mi Mix 2s;
  • Apple iPhone 8 Plus;
  • Samsung Galaxy Note 8;
  • Apple iPhone 8;
  • Asus Zenfone 5;
  • Samsung Galaxy S8 / S8+;
  • HTC U11+;
  • HTC U11;
  • LG V30;
  • Xiaomi Mi note 3
  • Google Pixel e Pixel XL;
  • iPhone 7 Plus;
  • Samsung Galaxy S7 / S7 Edge;
  • LG G6;
  • Sony Xperia XZ1;
  • OnePlus 5T;
  • Huawei P10 / P10 Plus.

Altri dettagli li trovi nell’articolo La Fotocamera negli Smartphone – Caratteristiche Principali

Sensore impronte digitali, scansione dell’iride, NFC, ir-blaster, GPS

Quasi tutti gli smartphone smartphone da 150 euro in su sono dotati di sensore per impronte digitali (Fingerprint sensor o fingerprint scanner), alcuni modelli lo integrano nel tasto home frontale, in altri modelli si trova sul retro. I principale utilizzo è per sbloccare lo schermo, micro-pagamenti, accesso allo spazio secondario. XiaomiHuawei, Motorola realizzano gli smartphone di fascia media con i più veloci fingerprint.

Tra i top di gamma c’è però la tendenza di utilizzare il riconoscimento del viso come sistema di sblocco biometrico principale, sul Galaxy S8 però non funziona molto bene, mentre su iPhone X funziona decisamente meglio. Il Galaxy S9 e Galaxy S9+ possono utilizzare lo sblocco combinato riconoscimento del volto e dell’iride. Il riconoscimento facciale nei device di fascia media spesso è affidato al software che può sfruttare unicamente la selfie camera, non ci sono sensori dedicati.

Su quasi tutti gli smartphone troviamo A-GPS e GLONASS, A-GPS è il GPS assistito migliora la velocità di fixing (prima localizzazione dei satelliti quando si attiva la geolocalizzazione) dei satelliti.  GLONASS è un sistema di posizionamento realizzato dall’Ex Unione Sovietica, GLONASS sta per GLObal NAvigation Satellite System. Ultimamente si trovano in commercio sempre più  smartphone che supportano il sistema di navigazione satellitare Europeo Galileo. Alcuni smartphone come Xiaomi Mi 8 supportano la navigazione attraverso Dual Frequency o Dual Band GPS, questo grazie al chipset Broadcom BCM47755. Smartphone GNSS a doppia frequenza hanno una migliore precisione (pochi cm) e sono meno suscettibili alle interferenze, ovviamente il sistema di satelliti deve supportare questa tecnologia, Galileo è quello che sfrutta maggiormente la doppia frequenza.

La presenza della tecnologia NFC (Near Field Communications) viene utilizzata per effettuare micro-pagamenti semplicemente avvicinando il cellulare ad un POS contactless dotato di chip NFC, scambiare file tra due smartphone, utilizzo con Tag NFC.

Ir Blaster è un sensore a raggi infrarossi che permette di utilizzare lo smartphone come telecomando universale, si trova su molti smartphone android cinesi Dual SIM:
Se t’interessa utilizzare il tuo smartphone come telecomando universale ti consiglio di leggere l’articolo: Telecomando universale WiFi per iphone e android – Wi-Fi ir remote control.

Chipset Audio, DAC, Amplificatore – Smartphone per Audiofili

Quando ascolti un file audio salvato sul tuo smartphone con le cuffie questo viene inviato al processore, per poi passare al DSP e da qui viene trasmesso al DAC per la conversione da digitale analogico e poi viene inviato all’uscita per le cuffie passando da un amplificatore, i “best smartphone for audiophiles“garantiscono un audio di qualità grazie ai componenti dedicati installati al loro interno, DAC (digital to Analog Converter) e amplificatore, che  devono essere entrambi di buona qualità.

Se utilizzi delle cuffie Bluetooth o Wireless il file audio viene “trasmesso” in formato digitale quindi sarà il DAC sulla cuffia che avrà il compito di trasformato in un segnale analogico.

I migliori DAC sono:

    • AKM4375 32-bit DAC Vivo X6S;
    • ESS ES9018K2M 32 bit Hi-Fi DAC, che troviamo nel Meizu MX4 Pro, Meizu Pro 5, Vivo X5 Max, Xiaomi Mi Note/Mi Note Pro, LG V10;
    • ESS SABRE 9018AQ2M, già presentato al CES 2015, andrà a rimpiazzare il 9018K2M;
    • Wolfson WM1840, Samsung Galaxy S6;
    • ESS ES9028  con YAMAHA YSS-205X si trovano sul Vivo X6 Plus;
    • Cirrus Logic CS4398 DAC con amplificatore Analog Devices AD45257 sul Vivo X6S Plus;
    • Lucky CS47L91 Sound chip audio che troviamo all’interno del Galaxy S7;
    • Cirrus Logic CS46L36 DAC e Amp w/ NXP TFA9911 sul Meizu Pro 6;
    • AKM4961 +AKM4490 e  Dolby Atmos su ZTE Axon 7;
    • Cirrus Logic CS43130 Meizu Pro 7 e Pro 7 Plus;
    • AK4376A Honor 10;
    • Cirrus Logic CS35L35;
    • ES9218P LG V30.

Tra i top di gamma i migliori smartphone per audiofili sono HTC U11 (attenzione non ha il jack audio), HTC U12+, LG G7 ThinQ e LG V30, questi ultimi due dotati di un Quad DAC e jack audio da 3,5mm. Interessante per gli audiofili è anche Meizu Pro 7 con DAC Cirrus Logic CS43130.

Eccellente è anche la qualità audio che troviamo su ZTE Axon 7 grazie al DAC dedicato, doppio speaker e Dolby Atmos.

Anche i nuovi smartphone top di gamma 2018 Samsung Galaxy S9 e galaxy S9+ sono migliorati dal punto di vista audio, grazie anche agli speaker stereo. Miglioramenti e innovazione si trova anche a bordo del Sony Xperia XZ2 con Dynamic Vibration System per un miglioramento del suono alla basse frequenze.

Bluetooth 5.0

Alcuni tra i migliori smartphone del 2018 integrano un chip Bluetooth v5.0 in grado di portare diversi miglioramenti nell’esperienza d’uso con altri dispositivi Bluetooth 5.0, tipo auricolari, casse portatili, cuffie (headphones) ecc.

Sappiamo che gli audiofili NON amano l’utilizzo di cuffie wireless e bluetooth, perché il file audio che arriva al DAC delle cuffie sarà comunque compresso e perché il DAC integrato nelle cuffie Bluetooth è di minore qualità. Poi ci sono limiti di ergonomia, peso e durata della batteria.

Le migliori Cuffie Bluetooth 5.0 che saranno commercializzate in futuro, in ogni caso non raggiungeranno la qualità audio delle migliori cuffie con filo (wired), tuttavia potranno offrire alcuni vantaggi da non sottovalutare, questo proprio grazie alla tecnologia Bluetooth 5.0.

Aumento della distanza fino a 260 metri in campo aperto, con pareti e muri la distanza diminuisce, in ogni caso è facile immaginare uno scenario dove puoi ascoltare musica con le cuffie bluetooth 5.0 in tutta la casa ed in giardino senza doversi ricordare di spostare anche il telefono quando ci allontaniamo da esso. Ovviamente il Bluetooth 5.0 avrà anche un grosso impatto su prodotti per la Domotica e Internet Of Things (IoT).

Aumento della banda disponibile, fino a 2Mbps, questo significa poter inviare file audio non compressi.

Possibilità per due persone di ascoltare la stessa musica proveniente dallo stesso device bluetooth v.5.0.

Purtroppo le migliori cuffie Bluetooth sono veramente poche, sono molto costose e supportano solo Bluetooth 4.2 o 4.0, penso alle Bose QuietComfort QC35 e alle Sennheiser Momentum 2.0 Wireless, quest’ultima supporta anche aptX.

Per avere un audio di migliore qualità attraverso delle cuffie Bluetooth, Qualcomm sfrutta i due codec:

  • aptX per per un audio 16-bit a 48 kHz (352 Kbps) per un audio simile a quello di un CD (16 bit/44,1 kHz), comunque con un fattore di compressione 4:1;
  • aptX-HD per un audio 24-bit a 48 kHz (576 Kbps) secondo Qualcomm indistinguibile rispetto a Hi-Res Audio, anche questo con un fattore di compressione 4:1 quindi non è un vero lossless.

Ovviamente per poter beneficiare della qualità audio aptX / aptX-HD sia la sorgente audio che le cuffie devono supportare aptX ed il profilo Bluetooth A2DP.

In futuro possiamo immaginare un audio in alta qualità 24 bit/96 kHz o 24 bit/192 kHz anche via Bluetooth.

Batteria e Autonomia – Migliori Smartphone come Autonomia

I migliori smartphone del 2018 come autonomia hanno una buona capacità della batteria (almeno 4000 mAh), un hardware poco energivoro e un software ben ottimizzato, solo il mix di queste caratteristiche fa si che uno smartphone diventi un Battery Phone.

Alcuni Smartphone Android con la migliore autonomia sono:

  • Lenovo P2 il miglior battery phone del 2017;
  • Xiaomi Mi Max 2;
  • Asus Zenfone Max ZC550KL;
  • Xiaomi Redmi Note 4;
  • Asus Zenfone Max Pro M1;
  • Samsung Galaxy A7 (2017);
  • Samsung Galaxy J7 (2017);
  • Sony Xperia XZ1 Compact;
  • Nokia 2;
  • Samsung Galaxy A6+ (2018);
  • Xiaomi Remi Note 5;
  • Xiaomi Redmi 5 Plus;
  • Meizu M5 Note;
  • Samsung Galaxy J5 (2017);
  • Meizu Pro 6 Plus;
  • Samsung Galaxy A5 (2017);
  • Samsung Galaxy A3 (2017);
  • Xiaomi Mi Note 2;
  • Samsung Galaxy S7 edge;
  • Huawei Mate 10 Pro;
  • Samsung Galaxy A3 2017;
  • LG V30;
  • Samsung Galaxy A8 2018
  • Lenovo K6 Note;
  • Samsung Galaxy S8+;

Fonte GSMArena

Approfondimento sulle frequenze 4G-LTE e 5G usate dagli operatori di telefonia mobile in Italia ed in Europa

Tra i migliori smartphone dual SIM 4G che puoi comprare a ottobre 2018 ci sono diversi modelli che NON sono pienamente compatibili con le frequenze 4G utilizzate in Italia ed Europa, mi riferisco in particolare ai modelli realizzati da Xiaomi, Meizu e Lenovo che non supportano la frequenza FDD-LTE da 800 MHz (banda 20 o B20).
Prima di acquistare un nuovo smartphone, specialmente se Dual Sim e non ufficialmente destinato al mercato italiano, devi valutare se per te è importante che sia compatibile con tutte le frequenze 4G usate in Italia dai principali operatori di telefonia mobile TIM, Wind, Vodafone e 3 H3G.

Le bande LTE utilizzate in Italia ed in Europa sono:

  • B20 – 800MHz;
  • B3 – 1800 MHz;
  • B7 – 2600 MHz.

Recentemente si è conclusa l’asta 5G, queste sono le frequenze che si sono aggiudicate i 5 operatori di telefonia mobile che hanno partecipato all’asta:

  • 700 MHz blocco generico, Iliad, Vodafone (2 blocchi) e Telecom (2 blocchi);
  • 3700 MHz blocco specifico (80 MHz), Telecom e Vodafone;
  • 3700 MHz blocco specifico (20 MHz), Wind-Tre, Iliad;
  • 26 GHz blocco generico, Iliad, Telecom, Wind-Tre, Vodafone, Fastweb.

Ricordo che la frequenza a 700 MHz, quella che garantisce maggiore copertura, non è ancora libera dato che è occupata dalla TV Digitale Terrestre e sarà liberata solo entro giugno 2022.

La rete 5G permette una connessione più veloce tra i vari dispositivi, grazie ad una latenza inferiore  e sarà principalmente sfruttata per far comunicare tra loro dispositivi elettronici, mi riferisco alla guida autonoma, machine learning, Internet of Things.

Se hai bisogno di maggiori informazioni su questo argomento ti consiglio di leggere l’articolo Frequenze 4G-LTE usate dagli operatori di telefonia mobile in Italia ed Europa.

Altra distinzione va fatta quando di parla di LTE-Advanced e Carrier Aggregation che può essere di tre tipi:

Intra-band contiguous, vengono utilizzate frequenze contigue all’interno della stessa banda.

Intra-band non-contiguous, vengono utilizzate frequenze non contigue all’interno della stessa banda.

Inter-band non-contiguous, vengono utilizzate due o tre frequenze appartenenti a bande differenti , questa tipologia di LTE-A è quella utilizzata in Italia ed in Europa, non tutti gli smartphone supportano questa implementazione che richiede componenti hardware più costosi rispetto alle prime due.

Se sei molto interessato alla navigazione in 4G+ devi anche conoscere che tipo di aggregazione supporta il tuo device, per esempio non tutti gli smartphone 4G+ supportano l’aggregazione B3+B20. Per esempio Lenovo P2 non supporta l’aggregazione B3+B20, supporta solo la B3+B7, mentre Moto G5 Plus le supporta entrambe.

Dual SIM Full Active (DSFA) e Dual SIM  Dual Standby (DSDS)

Dato che in questo articolo trovi molti smartphone Dual SIM è bene chiarire che la maggior parte di questi è Dual SIM Dual Standby, ovvero se sei impegnato in una conversazione e qualcuno prova chiamarti all’altro numero risulterai non raggiungibile.
In commercio esistono alcuni smartphone Dual SIM Full Active che ti permettono di essere sempre raggiungibile su entrambi i numeri anche se sei impegnato in una conversazione.

Praticamente tutti gli ultimi smartphone Dual SIM 4G-LTE permettono lo switch a caldo della connessione dati tra la SIM 1 e la SIM 2, senza dover cambiare fisicamente slot tra la SIM 1 e la SIM 2.

VoLTE

Voice Over Long Term Evolution, da non confondere con le chiamate HD, è una tecnologia che permette di effettuare e ricevere chiamate voce in alta definizione sfruttando la rete LTE (4G). Nelle chiamate che sfruttano la tecnologia VoLTE la voce è più chiara, si sente meno il rumore circostante, la qualità generale della conversazione viene migliorata, tutto questo se anche il chiamato sfrutta la tecnologia VoLTE.

Per poter utilizzare la tecnologia VoLTE è necessario avere uno smartphone compatibile e il tuo operatore deve supportare le chiamate VoLTE, TIM  e Vodafone supportano questa tecnologia. Per attivare VoLTE devi fare richiesta attraverso il servizio clienti. Durante una chiamata VoLTE la tua connessione dati rimane sul 4G e non passa a 3G come accade solitamente.

Sistema Operativo Android e Software

Google Poject Treble, è la risposta di Google al problema degli aggiornamenti firmare per dispositivi Android, un processo troppo lungo, frammentato e costoso che spesso si traduce in aggiornamenti che arrivano tardissimo o non arrivano mai, aggiornamenti che vengono ritirati subito dopo essere stari rilasciati perché causano problemi ecc.

A partire da Android 8.0 Oreo Google ha introdotto il supporto a Project Treble apportando profonde modifiche al framework.  Project Treble è un sistema di aggiornamento che separa il codice a basso livello (parte del sistema operativo aggiornato dal produttore) dal codice  a più alto livello AOSP modificato da Google, in questo modo Google potrà apportare modifiche al framework senza che il produttore debba anch’esso apportare modifiche alla sua parte di codice. Il supporto a Project Treble è presente su tutti i device messi in commercio con Android 8.0 Oreo, mentre per i device che sono stati aggiornati ad Android Oreo non è detto che ci sia tale supporto, vedi OnePlus 5T.

Seamless Update, si tratta di una funzionalità presente da Android 7.0 Nougat che permette di  fare gli aggiornamenti senza interruzioni. In pratica quando esce un nuovo aggiornamento questo viene installato in background, senza dover riavviare il device. Durante l’aggiornamento sarà possibile utilizzare il proprio telefono normalmente. Solo al termine dell’aggiornamento verrà richiesto di riavviare il cellulare.

I tempi per ricaricare il sistema operativo sono solo leggermente più lunghi di un riavvio normale, questo perché gli smartphone che supportano seamless update, tipo Xiaomi Mi A1 e Sony Xperia XA2, hanno due partizioni, quando c’è un nuovo aggiornamento il sistema operativo aggiornato viene installato nella partizione non in uso e al riavvio verrà attiva la partizione con in il software aggiornato. I vantaggi principali di questa funzione sono la possibilità di aggiornare il device continuando a usarlo, minor rischi di brick del telefono durante gli aggiornamenti,  anche se la batteria è poco carica si può aggiornare il device.

Per controllare se il tuo smartphone supporta Seamless Update e Google Poject Treble puoi utilizzare l’applicazione Treble Check https://goo.gl/RJrfpq

Il sistema operativo installato su smartphone e phablet è la “componente” di maggior importanza.
Come ho già scritto è inutile avere uno smartphone con un hardware al top se poi il sistema operativo non è ben ottimizzato.

Generalmente quando si parla di sistema operativo si fa riferimento al firmware ufficiale, quindi alla ROM ufficiale, mentre quando si parla di ROM si prendono in considerazione ROM ufficiali modificate e adattate per funzionare meglio e risolvere eventuali bug, sono chiamate Custom ROM.

Firmware e ROM si basano sul sistema operativo Android sviluppato da Google, questo viene più o meno modificato per renderlo più usabile, più bello a livello grafico, per installarci applicazioni utili all’utente finale.

Il kernel è la parte di codice che si occupa della comunicazione tra hardware e software, per questo motivo è possibile installare un kernel differente senza alterale l’interfaccia utente UI. In certi casi è utile cambiare il kernel per intervenire sull’utilizzo del processore, per migliorare l’autonomia.

Bloatware, sono quelle applicazioni inutili per la maggior parte degli utenti inserite dai produttori di smartphone, si trovano in modo particolare su ROM Stock di smartphone android cinesi.

Le ROM Stock che troviamo a bordo dei migliori device sono:

  • Samsung Experience 8.1, 8.5, 9.0 molto completa e ricca di funzioni, ma più snella Samsung TouchWiz UI, la troviamo a bordo degli ultimi smartphone Samsung;
  • La nuova ZenUI 5.0 porta con se notevoli miglioramenti e una intelligenza artificiale estesa all’uso quotidiano del device e non solo alla fotocamera;
  • LG UX 7.0, 6.0 UI che troviamo a bordo di LG G7, LG G6 e LG V30;
  • HTC Sense UI, che troviamo su HTC U12 con gesti Squeeze e Sense Companion, tra le migliori interfacce android del 2017;
  • Xiaomi MIUI 10 che porta con se una grafica leggermente rinnovata, una gesture in più per la navigazione, nuovo controllo volume.
  • Sony UI inserita nei device Sony è sempre un ottima ROM, anche mi piacerebbe con qualche funzione in più, Sony  è tra i produttori che aggiorna più spesso.
  • Huawei EMUI 8, 9 sempre molto ricca di funzioni.
  • Google Pixel UI introdotta da Google con gli smartphone Pixel per differenziare l’interfaccia da quella di Android Stock.
  • Meizu Flyme 6.0 già arrivata su alcuni device con Nougat,ROM molto amata e che offre un alto grado di personalizzazione, sempre ottima la fluidità del sistema operativo.
  • Android Stock, l’ultima versione disponibile è la 8.1.0 Oreo poi c’è la 8.0, quindi si passa a Nougat con la 7.1.2 e la 7.1.1.
  • iOS 12 e iOS 11 il sistema operativo che troviamo a bordo di iPhone 8 e iPhone X è probabilmente il più completo e stabile di tutti.

Android 8.0 Oreo, alcune delle novità che troviamo all’interno del nuovo sistema operativo di Google sono:

  • Autonomia, ottimizzazione del consumo della batteria da parte delle applicazioni in background;
  • Picture-in-Picture (PiP);
  • dalla tendina delle notifiche con uno swipe verso sinistra compare l’icona orologio con la possibilità di posticipare le notifiche;
  • categorizzazione delle notifiche;
  • Installazione da origini sconosciute, sarà richiesta l’autorizzazione per ogni singola applicazione;
  • Tempo di avvio più rapido;
  • Supporto LDAC codec e aptX;
  • Icone adattative;
  • Autofill API, ricorda le password delle principali applicazioni per un accesso più rapido;
  • Ambient Screen;
  • Notification Dots, pallini sull’icona della applicazione (simile al badge delle notifiche ma senza numero) per segnalare la presenza di nuove notifiche per quella determinata app;
  • Android Instant Apps, applicazioni all’interno del browser, senza necessità d’installazione.

Android 9 Pie iniziano a vedersi i primi  smartphone con Android 9.0 Pie. Le principali novità che troveremo con Android 9.0 Pie  sono:

  • supporto al notch;
  • interfaccia utente più pulita e più semplice, con nuova grafica per la tendina delle notifiche, finestre pop-up, menù delle impostazioni ecc.
  • migliore integrazione di Google Assistant con le altre applicazioni;
  • supporto HDR;
  • miglioramenti a livello di Ambient Display dove vengono mostrate più informazioni.

Intelligenza Artificiale (AI), Machine Learning e Assistenti Virtuali

L’intelligenza artificiale è un concetto molto ampio che comprende anche il machine learning, ovvero l’apprendimento automatico. In parole estremamente semplici il machine learning offre gli strumenti necessari all’intelligenza artificiale per compiere al meglio il suo specifico compito. Per esempio l’intelligenza artificiale è in grado di pilotare un drone, oppure un auto, mentre il machine learning farà in modo che l’intelligenza artificiale piloti il drone in modo corretto a seconda del caratteristiche del luogo, vento, ostacoli, permessi di volo, funzioni da svolgere ecc. Con il variare delle condizioni grazie all’apprendimento automatico l’intelligenza artificiale sarà in grado di svolgere sempre meglio le proprie funzioni.

Al momento come assistenti virtuali abbiamo Cortana (Microsoft), Google Assistant, Alexa (Amazon), Bixby (Samsung) e Siri (Apple), qual è il migliore tra questi? Forse Google Assistant che finalmente troviamo in italiano installato su molti device Android.

I migliori smartphone del 2018 divisi in base alla fascia di prezzo

Di seguito troverai un elenco dei migliori smartphone android del 2018 venduti in Italia e dei migliori smartphone android cinesi dual sim che puoi acquistare nei migliori negozi online cinesi. Alla fine trovi anche la mia personale classifica sui migliori smartphone del 2018. Se vuoi sapere quali sono i migliori negozi dove acquistare smartphone e phablet al prezzo più basso del web ti consiglio di leggere l’articolo: I Migliori Negozi Online.

Migliori Smartphone Economici fino a 100 / 150 euro – Ottobre 2018

L’elenco dei migliori smartphone economici quelli che puoi acquistare con meno di 100 euro e meno di 150 euro li trovi elencati nell’articolo:

Migliori Smartphone Economici fino a 100 – 150 euro.

Migliori smartphone che puoi acquistare con un budget fino a 200 euro – Ottobre 2018

L’elenco dei migliori smartphone di fascia medio/bassa quelli che puoi acquistare con meno di 200 euro li trovi elencati nell’articolo:

Migliori Smartphone 200 euro.

Migliori Smartphone di Fascia Media da 200 a 300 euro – Ottobre 2018

L’elenco dei migliori smartphone di fascia media quelli che puoi acquistare con 250/300 euro  li trovi elencati nell’articolo:

Migliori Smartphone di Fascia Media 250 – 300 euro.

Migliori Smartphone di Fascia Medio/Alta da 300 a 400 euro – Ottobre 2018

L’elenco dei migliori smartphone di fascia medio/alta quelli che puoi acquistare con 350/400 euro  li trovi elencati nell’articolo:

Migliori Smartphone 350/400, di fascia medio/alta.

Miglior Smartphone Top di Gamma – Ottobre 2018 – Budget oltre 500 euro

Nella fascia di prezzo da 500 euro a ∞ (infinito) rientrano tutti gli altri cellulari top di gamma non menzionati negli altri articoli, si tratta di smartphone che devono avere una qualità costruttiva superiore, caratteristiche hardware al top, quindi parliamo di SoC Qualcomm Snapdragon  835/845 Sony Xperia XZ3, SoC Huawei Kirin 970/980, Samsung Exynos 8895/9810 (Galaxy S9), 4GB/6GB di RAM, 64GB/128GB/256 di memoria interna, fotocamera da minimo 12/13 megapixel possibilmente con OIS.

Apple iPhone Xs e iPhone Xs Max

Apple iPhone XS ovviamente ha tutto al TOP, con questo smartphone non dovete scendere a compromessi, ma la versione da acquistare è quella con 256GB, quindi dovete essere disposti a spendere 1359 euro.

Apple iPhone Xs e iPhone Xs Max condividono praticamente tutto tranne dimensioni, batteria e peso, infatti lo schermo su Xs Max è da 6,5″” con risoluzione 1242×2688 pixel e il peso è di ben 208 grammi.

Apple iPhone Xs e iPhone Xs Max – Caratteristiche Tecniche
Uscita: settembre 2018 | Network: Dual SIM Nano SIM + e-SIM – Modem Cat16 1024/150 Mbps, 4G/LTE bande 1(2100), 2(1900), 3(1800), 4(1700/2100), 5(850), 7(2600), 8(900), 12(700), 13(700), 14(700), 17(700), 18(800), 19(800), 20(800), 25(1900), 26(850), 28, 29(700), 30(2300), 32(1500), 34(2000), 38(2600), 39(1900), 40(2300), 41(2500), 46, 66(1700/2100) | Dimensioni: 143.6 x 70.9 x 7.7 mm mm, peso: 177 g | Design: Frame laterale in metallo retro in vetro | Schermo: Super AMOLED Dolby Vision/HDR 10 – 3D Touch display – True-tone display – 120 Hz da 5,8”, risoluzione 1125 x 2436 pixel (~462 ppi) Vetro: Corning Gorilla Glass 6 | SoC: Apple A12 Bionic GPU: GPU realizzata da Apple 50% più veloce rispetto a quella di A11 | AnTuTu Score: | RAM: 4GB LPDDR4X | Memoria Interna: 64/256/512 GBGB SSD NVMe – Slot micro SD: NO | Fotocamera Principale: Doppia fotocamera: 12 MP, f/1.8 grandangolare, 1.4µm +12 MP f/2.4 teleobiettivo, 1.0µm, entrambe stabilizzate otticamente (OIS), PDAF, Zoom Ottico 2X, video 4K a 60fps, Quad LED, vetro zaffiro, Smart HDR Automatico, AI | Selfie Camera: 7MP f/2.2, HDR Automatico, Video 1080p a 60fps, Animoji e Memoji | Connettività: USB Connettore USB 2.0 Lightning proprietario, Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac Dual Band (2,4 GHz + 5 GHz), Bluetooth 5.0 A2DP, LE, NFC | GPS: GPS – AGPS – GLONASS – GALILEO – QZSS | Sensore Impronte Digitali: NO | Sensori: Face ID, barometro, giroscopio, accelerometro, prossimità, luminosità. | Features: Riconoscimento del volto (Face ID) tramite la fotocamera TrueDepth, Secure Enclave, Neural Engine, Apple Pay, AR, certificazione IP68 | Batteria: 2658 mAh per iPhone Xs e 3174 mAh per Xs Max ricarica rapida 10.13 Wh, ricarica wireless Non Removibile | Sistema Operativo: iOS 12 basata su | Valori SAR: n/a | Prezzo: da 1189 Euro

Apple iPhone X

Ex top di gamma di casa Apple, iPhone X che ha perso il cammino verso la diffusione del notch e dello sblocco attraverso il riconoscimento del volto. Ovviamente iPhone X è tra i migliori smartphone top di gamma del 2018.

Apple iPhone X

iPhone X – Caratteristiche Tecniche
Uscita: novembre 2017 | Network: Single SIM Nano SIM – Modem Cat16 1024/150 Mbps, 4G/LTE bande 1(2100), 2(1900), 3(1800), 4(1700/2100), 5(850), 7(2600), 8(900), 12(700), 13(700), 17(700), 18(800), 19(800), 20(800), 25(1900), 26(850), 28(700), 29(700), 30(2300), 34(2000), 38(2600), 39(1900), 40(2300), 41(2500), 66(1700/2100) | Dimensioni: 143.6 x 70.9 x 7.7 mm, peso: 174 g | Design: Frame laterale in metallo retro in vetro | Schermo: OLED da 5,8”, risoluzione 1125 x 2436 pixel (~462 ppi) Vetro: Vetro Resistente | SoC: Apple A11 Bionic GPU: | AnTuTu Score: | RAM: 3GB | Memoria Interna: 64/256GB – Slot micro SD: NO | Fotocamera Principale: Doppia fotocamera: 12 MP, f/1.8 grandangolare +12 MP f/2.4 teleobiettivo, entrambe stabilizzate otticamente, PDAF, Focus Pixels, video 4K a 60fps, zoom ottico 2x, Quad LED, vetro zaffiro, HDR Automatico | Selfie Camera: 7MP f/2.2, HDR Automatico | Connettività: Connettore Lightning , Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac Dual Band (2,4 GHz + 5 GHz), Bluetooth 5.0, NFC | GPS: GPS – AGPS – GLONASS – GALILEO – QZSS | Sensore Impronte Digitali: NO | Sensori: Face ID, barometro, giroscopio, accelerometro, prossimità, luminosità, | Features: Riconoscimento del volto tramite la fotocamera, certificazione IP67, TrueDepth, display True Tone, 3D Touch, fotocamera TrueDepth,  | Batteria: | Sistema Operativo: iOS 11 | Prezzo: da 820 Euro

iPhone 8 Plus

iPhone 8 Plus è una evoluzione di iPhone 7 Plus, dove troviamo un discreto miglioramento è nel SoC con il A11 Bionic con quattro core ad alta efficienza fino al 70% più veloci del chip A10 Fusion e due core ad alte prestazioni fino al 25% più scattanti. iPhone 8, iPhone 8 Plus e iPhone X sono molto incentrati sulla Realtà Aumentata AR. iPhone 8 ha un display più piccolo e solo una fotocamera posteriore. Come sempre i prezzi sono molto alti.

Apple iPhone 8 Plus

iPhone 8 Plus – Caratteristiche Tecniche
Uscita: ottobre 2017 | Network: Single SIM Nano SIM – Modem Cat16 1024/150 Mbps, 4G/LTE bande 1(2100), 2(1900), 3(1800), 4(1700/2100), 5(850), 7(2600), 8(900), 12(700), 13(700), 17(700), 18(800), 19(800), 20(800), 25(1900), 26(850), 28(700), 29(700), 30(2300), 34(2000), 38(2600), 39(1900), 40(2300), 41(2500), 66(1700/2100) | Dimensioni: 158.4 x 78.1 x 7.5 mm, peso: 202 g | Design: Frame laterale in metallo retro in vetro | Schermo: IPS LCD da 5,5”, risoluzione 1080 x 1920 pixel (~400 ppi) Vetro: Vetro Resistente | SoC: Apple A11 Bionic GPU: | AnTuTu Score: | RAM: 3GB | Memoria Interna: 64/256 GB – Slot micro SD: NO | Fotocamera Principale: Doppia fotocamera: 12 MP, f/1.8 grandangolare +12 MP f/2.8 teleobiettivo, OIS, Autofocus con Focus Pixels, video 4K a 60fps, zoom ottico 2x, Quad LED, vetro zaffiro, HDR Automatico | Selfie Camera: 7MP f/2.2, HDR Automatico | Connettività: USB , Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac Dual Band (2,4 GHz + 5 GHz), Bluetooth 5.0, NFC | GPS: GPS – AGPS – GLONASS – GALILEO – QZSS | Sensore Impronte Digitali: SI, Anteriore, Touch ID| Sensori: barometro, giroscopio, accelerometro, prossimità, luminosità, | Features: | Batteria: | Sistema Operativo: iOS 11 basata su | Prezzo: da 580 Euro

Huawei P20 Pro

Huawei P20 Pro, secondo DXOMARK è il miglior cameraphone al mondo, questo traguardo è stato raggiunto da Huawei grazie alla collaborazione con Laica e all’utilizzo di ben 3 fotocamere posteriori. Huawei P20 Pro può scattare ottime foto in qualsiasi condizione di luminosità. Per rendere ancora migliori le foto c’è anche l’intelligenza artificiale (AI) in grado di riconoscere oltre 500 scenari, l’intelligenza artificiale interviene anche negli scatti con poca luce, secondo Huawei non sarà più necessario l’utilizzo di un treppiede. Secondo quanto scritto da AnandTech le foto migliori sono quelle scattate alla risoluzione 10MP.

È disponibile l’aggiornamento ad Android 9.0 Pie con EMUI 9.0 e la nuova GPU Turbo 2.0

Huawei P20 Pro

Huawei P20 Pro – Caratteristiche Tecniche
Uscita: marzo 2018 | Network: Single SIM – Dual SIM Nano SIM – Modem LTE-A (3CA) Cat18 1200/150 Mbps bande 1(2100), 2(1900), 3(1800), 4(1700/2100), 5(850), 6(900), 7(2600), 8(900), 9(1800), 12(700), 17(700), 18(800), 19(800), 20(800), 26(850), 28(700), 32(1500), 34(2000), 38(2600), 39(1900), 40(2300) | Dimensioni: 155 x 73,9 x 7,8 mm, peso: 180 g | Design: Frame laterale in metallo retro in vetro | Schermo: AMOLED da 6,1”, risoluzione 1080 x 2244 pixel (~408 ppi) Vetro: Corning Gorilla Glass | SoC: Hisilicon Kirin 970 GPU: Mali-G72 MP12 di seconda generazione | AnTuTu Score: 210000 | RAM: 6GB LPDDR4X | Memoria Interna: 128GB UFS2.1 – Slot micro SD: NO | Fotocamera Principale: Tripla fotocamera 40 MP, f/1.8, teleobiettivo 8MP, f/2.4, 20MP bianco e nero, f/1.6, Video 4K, Zoom ottico 3X, Slow Motion @960 fps, OIS+EIS (AIS), PDAF, autofocus al lasar, a rlevamento di profondità, a rilevamento di contrasto, ISO 102400, luminosità 1 lux. | Selfie Camera: 24MP, f/2.0, Autofocus | Connettività: USB Type-C 3.1 Gen 1 OTG, Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac Dual Band (2,4 GHz + 5 GHz), Bluetooth 4.2 aptX/aptX HD, LDAC HD, HWA, NFC, DisplayPort 1.2 | GPS: GPS – AGPS – GLONASS – BDS | Sensore Impronte Digitali: SI, anteriore | Sensori: accelerometro, giroscopio, prossimità, luminosità, sensore temperatura colore | Features: Certificazione IP67, Punteggio DxOmark 109, Certificazione TUV sulla sicurezza della batteria e ricarica veloce, Funzione PC Desktop | Batteria: 4000 non removibile | Sistema Operativo: EMUI 8.1 basata su Android 8.1 Oreo | Prezzo: 580 Euro

Samsung Galaxy S9+

Per Samsung Galaxy S9+ vale il discorso fatto per il Galaxy S9 (vedi sotto), in più troviamo una doppia fotocamera posteriore, la seconda fotocamera da 12MP viene sfruttata per l’effetto bokeh (con sfondo sfocato). Per DxOMark il Samsung Galaxy S9+ è tra i migliori cameraphone al mondo. Galaxy S9+ esiste anche una versione con 6GB di RAM e 256 GB di memoria interna.

Samsung Galaxy S9 e Galaxy S9+

Samsung Galaxy S9+ – Caratteristiche Tecniche
Uscita: febbraio 2018 | Network: Dual SIM Nano SIM – Connettività LTE Cat.18 6CA 1.2Gbps (Download) – Cat.18 2CA 200Mbps (Upload) | Dimensioni: 158,1 x 73,8 x 8,5 mm, peso: 189 g | Design: Frame laterale in metallo retro in vetro | Schermo: Super AMOLED compatibile con HDR 10 da 6,2”, risoluzione 1440 x 2960 pixel (~530 ppi) Vetro: Corning Gorilla Glass 5 Edge to Edge | SoC: Exynos 9810 Octa GPU: Mali-G72 MP18 | AnTuTu Score: 242789 | RAM: 6GB LPDDR4X | Memoria Interna: GB UFS2.1 – Slot micro SD: SI, dedicato. Supporta micro SD fino a 400 GB | Fotocamera Principale: Doppia fotocamera posteriore 12 MP grandangolare con apertura variabile f/1.5 – f/2.4 + 12MP telephoto, f/2.4, autofocus PDAF + Dual Pixel, OIS, Video 4K a 30fps, Super Slow Motion a 960fps | Selfie Camera: 8MP, apertura f/1.7, autofocus, video 1440p a 30fps | Connettività: USB Type-C 3.1 OTG, Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac, Dual Band, Bluetooth 5.0, NFC, Jack Audio 3,5mm | GPS: GPS – AGPS – GLONASS – GALILEO – BDS | Sensore Impronte Digitali: Si, posteriore | Sensori: accelerometro, prossimità, luminosità, bussola, giroscopio, barometro, SpO2, battito cardiaco, scanner dell’iride, fingerprint | Features: Sbocco attraverso il riconoscimento del volto e scansione dell’iride, Speaker Stereo Harman AKG con Dolby Atmos, cuffie AKG nella confezione, certificazione IP68, ricarica wireless, Samsung DeX Pad | Batteria: 3500 mAh Non Removibile | Sistema Operativo: Samsung Experience 9.0 basata su Android 8.0 Oreo | Prezzo: 565 Euro

Samsung Galaxy Note 9

Il Samsung Galaxy Note 9 si migliora rispetto al Note 8, sul retro non mi piace la disposizione delle fotocamere e di tutti i vari sensori, inoltre la fotocamera è leggermente sfalsata rispetto l’asse centrale. Il sensore d’impronte digitali è ancora troppo in alto.

Display e fotocamera ovviamente sono al top, l’autonomia è migliorata, sotto rete WiFi consuma poco, ma sotto rete 4G con un utilizzo intenso l’Exynos 9810 scalderà un po’ e il consumo sarà maggiore. Ovviamente il prezzo è molto alto e chi acquista il Samsung Galaxy Note 9 lo farà per la S-Pen, Bluetooth e certificata IP68 e per la possibilità di utilizzarlo come un PC Desktop collegandolo con un cavo Type-C direttamente a un monitor.

Samsung Galaxy Note 9

Samsung Galaxy Note 9 – Caratteristiche TecnicheUscita: agosto 2018 | Network: Dual SIM Nano SIM – Connettività LTE Cat.18 6CA 1.2Gbps (Download) – Cat.18 2CA 200Mbps (Upload) | Dimensioni: 161,9 x 76,4 x 8,8 mm, peso: 201 g | Design: Frame laterale in metallo retro in vetro Corning Gorilla Glass 5 | Schermo: Super AMOLED compatibile con HDR 10 da 6,4”, risoluzione 1440 x 2960 pixel (~514 ppi) Vetro: Corning Gorilla Glass 5 Edge to Edge | SoC: Exynos 9810 Octa GPU: Mali-G72 MP18 | AnTuTu Score: 242789 | RAM: 6/8GB LPDDR4X | Memoria Interna: 128/512GB UFS2.1 – Slot micro SD: SI, in comune con la SIM 2. Supporta micro SD fino a 400 GB | Fotocamera Principale: Doppia fotocamera posteriore 12 MP con apertura variabile f/1.5 – f/2.4, pixel da 1.4µm + 12MP, f/2.4, pixel da 1.0µm, autofocus PDAF + Dual Pixel, OIS, Video 4K a 30fps, Zoom Ottico 2X, Super Slow Motion a 960fps | Selfie Camera: 8MP, apertura f/1.7, autofocus, video 1440p a 30fps | Connettività: USB Type-C 3.1 OTG, Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac, Dual Band, Bluetooth 5.0, NFC, Jack Audio 3,5mm | GPS: GPS – AGPS – GLONASS – GALILEO – BDS | Sensore Impronte Digitali: Si, posteriore | Sensori: accelerometro, prossimità, luminosità, bussola, giroscopio, barometro, SpO2, battito cardiaco, scanner dell’iride, fingerprint | Features: Sbocco attraverso il riconoscimento del volto e scansione dell’iride, Speaker Stereo Harman AKG con Dolby Atmos, cuffie AKG nella confezione, certificazione IP68, ricarica wireless, Samsung Smart Connect, Smart Connect Home | Batteria: 4000 mAh Non Removibile | Sistema Operativo: Samsung Experience 9.0 basata su Android 8.0 Oreo | Valori SAR: Corpo: 1,18 W/Kg, Testa 0,362 W/Kg | Prezzo: 800 Euro

Samsung Galaxy S9

Samsung Galaxy S9 a livello di design non cambia molto rispetto al Galaxy S8, tuttavia al suo interno porta importanti novità come il nuovo SoC Exynos 9810, la fotocamera con doppia apertura, video in Super Slow Motion a 960 fps, l’audio stero AKG con Dolby Atmos, android Oreo al lancio, nuove funzionalità di realtà aumentata grazie alle My emoji, alla traduzione Live e Bixby 2.0 migliorato con nuove features. Oltre a questo troviamo anche uno sblocco tramite il riconoscimento facciale più immediato e preciso, questo grazie all’utilizzo contemporaneo dello scanner dell’iride e riconoscimento del volto, rimane la certificazione IP68 e le funzionalità desktop con una DeX Pad rinnovata. Samsung Galaxy S9 è Dual SIM anche per il mercato italiano. Il display è stato ulteriormente migliorato, tanto che per DisplayMate è il miglior schermo per smartphone mai testato, dopo quello del Note 9.

Samsung Galaxy S9

Samsung Galaxy S9 – Caratteristiche Tecniche
Uscita: febbraio 2018 | Network: Dual SIM Nano SIM – Connettività LTE Cat.18 6CA 1.2Gbps (Download) – Cat.18 2CA 200Mbps (Upload) | Dimensioni: 147,7 x 68,7 x 8,5 mm, peso: 163 g | Design: Frame laterale in metallo retro in vetro | Schermo: Super AMOLED compatibile con HDR 10 da 5,8”, risoluzione 1440 x 2960 pixel (~567 ppi) Vetro: Corning Gorilla Glass 5 Edge to Edge | SoC: Exynos 9810 Octa GPU: Mali-G72 MP18 | AnTuTu Score: 242789 | RAM: 4GB LPDDR4X | Memoria Interna: 64GB UFS2.1 – Slot micro SD: SI, dedicato. Supporta micro SD fino a 400 GB | Fotocamera Principale: 12 MP con apertura variabile f/1.5 – f/2.4, autofocun PDAF + Dual Pixel, OIS, Video 4K a 60fps, Super Slow Motin a 960fps | Selfie Camera: 8MP, apertura f/1.7, autofocus, video 1440p a 30fps | Connettività: USB Type-C 3.1 OTG, Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac, Dual Band, Bluetooth 5.0, NFC, Jack Audio 3,5mm | GPS: GPS – AGPS – GLONASS – GALILEO – BDS | Sensore Impronte Digitali: Si, posteriore | Sensori: accelerometro, prossimità, luminosità, bussola, giroscopio, barometro, SpO2, battito cardiaco, scanner dell’iride, fingerprint | Features: Sbocco attraverso il riconoscimento del volto e scansione dell’iride, Speaker Stereo Harman AKG con Dolby Atmos, cuffie AKG nella confezione, certificazione IP68, ricarica wireless, Samsung DeX Pad | Batteria: 3000 mAh Non Removibile | Sistema Operativo: Samsung Experience 9.0 basata su Android 8.0 Oreo | Prezzo: 500 Euro

Sony Xperia XZ3

Sony Xperia XZ3 è il primo smartphone a uscire con Android 9.0 Pie, sicuramente più bello nel design rispetto a XZ2 ed è il primo smartphone Sony con display AMOLED. Il sensore d’impronte digitali è in una posizione un po’ scomoda e Sony mantiene ancora un singolo sensore per la fotocamera principale e ancora una volta senza OIS. Il prezzo al lancio è molto competitivo e questo Sony Xperia XZ3 potrebbe essere una buona alternativa a device come Huawei P20 Pro e Samsung Galaxy S9.

Sony Xperia XZ3 – Caratteristiche Tecniche
Uscita: ottobre 2018 | Network: Single SIM/Dual SIM Nano SIM – Modem LTE Cat.18 fino a 1.2Gbps in Download, 4×4 MIMO | Dimensioni: 158 x 73 x 9,9 mm mm, peso: 193 g | Design: Frame laterale in metallo retro in vetro Corning Gorilla Glass 5 | Schermo: OLED, HDR, TRILUMINOS, X-REALITY da 6”, risoluzione 1440 x 2880 pixel (~536 ppi) Vetro: Corning Gorilla Glass 5 | SoC: Qualcomm Snapdragon 845 GPU: Adreno 630 | AnTuTu Score: | RAM: 4GB LPDDR4X | Memoria Interna: 64GB UFS2.1 – Slot micro SD: SI, fino a 400 GB ini comune con la SIM 2 | Fotocamera Principale: Sensore da 19MP Sony IMX400 Motion Eye, lente f/2.0, pixel da 1,22 μm, messa a fuoco ibrida PDAF + Laser, senseore IR per il bilanciamento del bianco, flash LED, EIS, Video HDR in 4K 30 fps, Super Slow Motion 960 fps 1080p | Selfie Camera: 13MP obiettivo grandangolare f/1.9, pixel da 1.12µm, EIS | Connettività: USB Type-C 3.1, Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac, Dual Band, Bluetooth 5.0 aptX HD, LE, NFC | GPS: GPS – AGPS – GLONASS – GALILEO – BDS | Sensore Impronte Digitali: SI, posteriore | Sensori: accelerometro, giroscopio, prossimità, luminosità, bussola, gravità, barometro | Features: Certificazione IP68, HiRes Audio, Bluetooth 5.0 LDAC e aptX HD, Speaker Stereo, Display HDR 10 Bit, creazione di Avatar 3D | Batteria: 3300 mAh con ricarica veloce USB Power Delivery Non Removibile | Sistema Operativo: Xperia launcher basata su Android 9.0 Pie | Valori SAR: n/a | Prezzo: 799 Euro

Samsung Galaxy Note 8

Samsung Galaxy Note 8

Il Samsung Galaxy Note 8 è sicuramente uno smartphone molto interessante ma è principalmente dedicato ai professionisti. Sul Note 8 troviamo per la prima volta in un device Samsung una doppia fotocamera posteriore. È arrivato il Galaxy Note 9.

Samsung Galaxy Note 8 Specifiche Tecniche
Uscita: dicembre 2017| Network: Single SIM / Dual SIM Dual Nano SIM – LTE-A (4CA) Cat16 1024/150 Mbps | Dimensioni: 162.5 x 74.8 x 8.6 mm, peso: 195 g | Design: Vetro Corning Gorilla Glass 5 anteriore e posteriore | Schermo: Super AMOLED da 6,3”, risoluzione 1440 x 2960 pixel (~522 ppi) Vetro: Corning Gorilla Glass 5 | SoC: Exynos 8895 Octa GPU: Mali-G71 MP20 | AnTuTu Score: 180000 | RAM: 6GB LPDDR4X | Memoria Interna: GB UFS2.1 – Slot micro SD: Si. fino a 256GB | Fotocamera Principale: Doppia fotocamera 12 MP, f/1.7 + f/2.4, OIS su entrambe le fotocamere, PDAF,XOOM Ottico 2X, doppio Flash LED Dual Tone, HDR, pixel da 1.4 µm | Selfie Camera: 8 MP, f/1.7 | Connettività: USB Type-C 3.1 OTG, Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac, dual-band, Bluetooth 5.0, A2DP, LE, aptX, NFC | GPS: GPS, A-GPS, GLONASS, GALILEO, BDS | Sensore Impronte Digitali: SI, posteriore | Sensori: scanner dell’iride, barometro, sensore battito cardiaco, SpO2, accelerometro, giroscopio, prossimità, luminosità, bussola | Features: S-Pen e relative funzioni, certificazione IP68 | Batteria: 3300 con ricarica rapida, ricarica wireless Non Removibile | Sistema Operativo: Grace UX UI basata su Android 7.1.1 Nougat | Prezzo: 550 Euro

Sony Xperia XZ2

Sony Xperia XZ2 si rinnova nel design e adesso finalmente abbiamo un ampio display in formato 18:9, purtroppo si percepisce un leggero rilievo tra back cover curva in vetro e frame laterale. Sony anche in questo smartphone top di gamma 2018 non ha inserito la stabilizzazione ottica (OIS), c’è solo quella elettronica (EIS), c’è però la possibilità di registrare filmati video in slow motion a 960 fps fino alla risoluzione Full HD, anche se riuscire a “cogliere l’attimo” sarà un impresa veramente difficile. Il prezzo è sceso ulteriormente con l’arrivo del Sony Xperia XZ3.

Sony Xperia XZ2

Sony Xperia XZ2 – Caratteristiche Tecniche
Uscita: febbraio 2018 | Network: Single SIM/Dual SIM Nano SIM – Modem LTE Cat.18 fino a 1.2Gbps in Download, 4×4 MIMO | Dimensioni: 153 x 72 x 11,1 mm, peso: 198 g | Design: Frame laterale in metallo retro in vetro Corning Gorilla Glass 5 | Schermo: IPS LCD HDR da 5,7”, risoluzione 1080 x 2160 pixel (~423 ppi) Vetro: Corning Gorilla Glass 5 | SoC: Qualcomm Snapdragon 845 GPU: Adreno 630 | AnTuTu v7 Score: 260000  | RAM: 4GB LPDDR4 | Memoria Interna: 64GB UFS2.1 – Slot micro SD: SI, fino a 400 GB ini comune con la SIM 2 | Fotocamera Principale: Sensore IMX400 da 19MP Sony IMX400 Motion Eye, lente f/2.0, pixel da 1,22 μm, messa a fuoco ibrida PDAF + Laser, senseore IR per il bilanciamento del bianco, flash LED, EIS, Video HDR in 4K 30 fps, Super Slow Motion 960 fps 1080p | Selfie Camera: 5MP obiettivo grandangolare f/2.2, EIS | Connettività: USB Type-C 3.1, Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac, Dual Band, Bluetooth 5.0 aptX HD, NFC | GPS: GPS A-GPS GLONASS | Sensore Impronte Digitali: SI, posteriore | Sensori: accelerometro, giroscopio, prossimità, luminosità, bussola, gravità | Features: Certificazione IP68, HiRes Audio, Bluetooth 5.0 LDAC e aptX HD, Speaker Stereo, Dynamic Vibration System, Display HDR 10 Bit, creazione di Avatar 3D | Batteria: 3180 con supporto ricarica rapida QuickCharge 3.0 Non Removibile | Sistema Operativo: Xperia launcher basata su Android 8.0 Oreo | Prezzo: 490  Euro

Sony Xperia XZ2 Compact

Sony Xperia XZ2 Compact ha un display di dimensioni maggiori rispetto a XZ1 Compact quindi aumentano anche le dimensioni, lo spessore e il peso, tuttavia rimane ancora un telefono abbastanza compatto.

Sony Xperia XZ2 Compact

Sony Xperia XZ2 Compact – Caratteristiche Tecniche
Uscita: febbraio 2018 | Network: Single SIM/Dual SIM Nano SIM – Modem 4G VoLTE, 4CA LTE Cat.15 fino a 800 Mbps in download, 4×4 MIMO | Dimensioni: 135 x 65 x 12,1 mm, peso: 168 g | Design: Frame laterale in metallo Back Cover in policarbonato | Schermo: IPS LCD HDR da 5”, risoluzione 1080 x 2160 pixel (~482 ppi) Vetro: Corning Gorilla Glass 5 | SoC: Qualcomm Snapdragon 845 GPU: Adreno 630 | AnTuTu Score: | RAM: 4GB LPDDR4 | Memoria Interna: 64GB UFS2.1 – Slot micro SD: SI, fino a 400 GB ini comune con la SIM 2 | Fotocamera Principale: Sensore IMX400 da 19MP Sony IMX400 Motion Eye, lente f/2.0, pixel da 1,22 μm, messa a fuoco ibrida PDAF + Laser, senseore IR per il bilanciamento del bianco, flash LED, EIS, Video HDR in 4K 30 fps, Super Slow Motion 960 fps 1080p | Selfie Camera: 5MP obiettivo grandangolare f/2.2, EIS | Connettività: USB Type-C 3.1, Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac, Dual Band, Bluetooth 5.0 aptX HD, NFC | GPS: GPS A-GPS GLONASS | Sensore Impronte Digitali: SI, posteriore | Sensori: accelerometro, giroscopio, prossimità, luminosità, bussola, gravità | Features: Certificazione IP68, HiRes Audio, Bluetooth 5.0 LDAC e aptX HD, Speaker Stereo, Display HDR 10 Bit, creazione di Avatar 3D | Batteria: 2870 con supporto ricarica rapida QuickCharge 3.0 Non Removibile | Sistema Operativo: Xperia launcher basata su Android 8.0 Oreo | Prezzo: 494 Euro

LG G7 ThinQ

LG G7 ThinQ non porta con se grosse novità e non è migliore degli altri smartphone top di gamma in commercio. Tuttavia ci sono alcune caratteristiche interessanti da sottolineare, come il Quad-DAC, la radio FM che su molti top di gamma non troviamo, la fotocamera grandangolare che a molti potrebbe interessare più della fotocamera dedicata per lo zoom o per l’effetto bokeh, il display che può raggiungere una luminosità massima di 1000 nits. La qualità delle foto tuttavia non raggiunge quella dei migliori camera phone in commercio, Galaxy S9+ e Huawei P20 Pro. Un altro difetto di questo smartphone è l’autonomia un po’ scarsa per via della batteria da soli 3000 mAh. Nel complesso è uno smartphone completo, ma non può competere con il Samsung Galaxy S9+ e con Huawei P20 Pro.

LG G7 ThinQ

LG G7 LMG710EM – Caratteristiche TecnicheUscita: maggio 2018 | Network: Single SIM Nano SIM – Connettività 4G LTE Cat 18 / 5 (1100/75Mbps) | Dimensioni: 153.2 x 71.9 x 7.9 mm, peso: 162 g | Design: Monoscocca con profilo in lega di alluminio e rivestimento posteriore in vetro Corning Gorilla Glass 5 | Schermo: IPS LCD da 6,1”, risoluzione 1440 x 3120 pixel (~563 ppi) con notch, formato 19,5:9, HDR10, max 1000 nits Vetro: Corning Gorilla Glass 5 | SoC: Qualcomm Snapdragon 845 GPU: Adreno 630 | AnTuTu Score: 250000 | RAM: 4GB LPDDR4X | Memoria Interna: 64GB UFS2.1 – Slot micro SD: SI, supporta micro SD fino a 2TB | Fotocamera Principale: Doppia fotocamera 16 Megapixel con lente in vetro (71°) e apertura F1.6, OIS, Flash LED, Autofocus laser e PDAF + 16 Megapixel con lente asferica ultra-grandangolare (107°) con apertura F1.9 | Selfie Camera: 8 Megapixel con lente grandangolare 80°, registrazione video Full HD, Flash virtuale, Modalità ritratto, AI Cam | Connettività: USB Type-C 3.1 OTG, Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac, Dual Band, Bluetooth 5.0 BLE con supporto Apt-X HD, NFC, Jack Audio 3,5mm | GPS: GPS A-GPS GLONASS GALILEO | Sensore Impronte Digitali: Si, posteriore | Sensori: accelerometro, prossimità, luminosità, bussola, giroscopio, barometro, fingerprint | Features: Face Unlock, Quad DAC, modalità Boombox, Radio FM, tasto dedicato per Google Assistant, certificazione IP68, Certificazione MIL-STD-810G, ricarica wireless | Batteria: 3000 mAh Non Removibile | Sistema Operativo: LG UX 7.0 basata su Android 8.0 Oreo | Prezzo: 440 Euro

Oneplus 6

Oneplus 6 è una evoluzione di Oneplus 5T, con se porta alcuni miglioramenti a livello di design come il retro in vetro che però ha i suoi pro e i suoi contro. Il display non differisce molto da quello del Oneplus 5T come qualità, cambiano le dimensioni e su Oneplus 6 abbiamo la tacca (notch). Per chi possiede Oneplus 5 o 5T non ha molto senso passare a Oneplus 6 anche perché tra 6 mesi uscirà Oneplus 6T con ulteriori miglioramenti. Anche la resistenza all’acqua non è accompagnata da una vera certificazione IP68. Con l’arrivo di OnePlus 6T non si trova più in vendita sul sito ufficiale.

Oneplus 6

Oneplus 6 – Caratteristiche Tecniche
Uscita: maggio 2018 | Network: Dual SIM Nano SIM – Modem 4G VoLTE, LTE-A (4CA) Cat16 1024/150 Mbps, 4×4 MIMO, Bande 4G supportate 1 (2100), 2 (1900), 3 (1800), 4 (1700/2100), 5 (850), 7 (2600), 8 (900), 12 (700), 17 (700), 18 (800), 19 (800), 20 (800), 25 (1900), 26 (850), 28 (700), 29 (700), 30 (2300), 32 (1500), 34 (2000), 38 (2600), 39 (1900), 40 (2300), 41 (2500), 66 (1700/2100), 71 (600) | Dimensioni: 155,7 x 75,4 x 7,8 mm, peso: 177 g | Design: Frame laterale in metallo retro in vetro Corning Gorilla Glass 5 | Schermo: AMOLED da 6,28”, risoluzione 1080 x 2280 pixel (~401 ppi) Vetro: Corning Gorilla Glass 5 | SoC: Qualcomm Snapdragon 845 GPU: Adreno 630 | AnTuTu Score: | RAM: 6/8GB LPDDR4X | Memoria Interna: GB UFS2.1 – Slot micro SD: NO | Fotocamera Principale: Doppia fotocamera posteriore Sony IMX 519 16MP, pixel da 1.22μm, f1.7, OIS + EIS, video 4K a 60 fps, 1080p @ 240 fps, 720p @480 fps + Sony IMX 376K 20MP, 1.0μm, f1.7, doppio flash LED | Selfie Camera: Sony IMX 371 16MP, 1.0um, f2.0, EIS, video 1080p @ 30 fps | Connettività: USB Type-C 2.0 OTG, Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac, Dual Band, Bluetooth 5.0 aptX HD, NFC | GPS: GPS – AGPS – GLONASS – GALILEO – BDS | Sensore Impronte Digitali: SI, posteriore | Sensori: accelerometro, giroscopio, prossimità, luminosità, bussola, gravità, barometro | Features: Sblocco tramite riconoscimento del volto, tasto dedicato per cambiare volume della suoneria, resistenza all’acqua sbruffi, pioggia, notch. | Batteria: 3300 con supporto ricarica rapida DASH 5V 4A, NON c’è la ricarica Wireless Non Removibile | Sistema Operativo: OxygenOS 5.1 basata su Android 8.1 Oreo | Prezzo: 519 Euro

HTC U12+

Hardware al TOP per HTC U12+ che viene venduto ad un prezzo di listino neanche troppo alto, inoltre il nuovo top di gamma di HTC verrà venduto anche all’interno dei migliori negozi di elettronica. Manca il tasto fisico di accensione e i tasti per la regolazione del volume, sostituiti da sensori di pressione che rilasciano un buon feedback alla pressione. Su DXOMARK ottiene un punteggio leggermente migliore di Huawei P20, quindi si tratta di uno dei migliori camera phone oggi in commercio. Purtroppo però non porta con te innovazioni tali da preferirlo ad un Huawei P20 Pro oppure Samsung Galaxy S9 Plus.

HTC U12+

HTC U12+ – Caratteristiche Tecniche
Uscita: maggio 2018 | Network: Dual SIM Nano SIM – Modem 4G VoLTE, LTE-A (5CA) Cat18 1200/150 Mbps, 4×4 MIMO, Bande 4G supportate 1(2100), 2(1900), 3(1800), 4(1700/2100), 5(850), 7(2600), 8(900), 12(700), 13(700), 17(700), 20(800), 28(700), 32(1500), 38(2600), 39(1900), 49, 41(2500), 66(1700/2100) | Dimensioni: 156,6 x 73,9 x 8,7 mm, peso: 188 g | Design: Frame laterale in metallo retro in vetro Corning Gorilla Glass 5 | Schermo: IPS LCD da 6”, risoluzione 1440 x 2880 pixel (~536 ppi) Vetro: Corning Gorilla Glass 5 | SoC: Qualcomm Snapdragon 845 GPU: Adreno 630 | AnTuTu Score: 275000 | RAM: 6GB LPDDR4X | Memoria Interna: 64GB UFS2.1 – Slot micro SD: SI, ini comune con la SIM 2 | Fotocamera Principale: Doppia fotocamera: camera grandangolare da 12MP con HTC UltraPixel 4, dimensione pixel 1.4μm, apertura f/1.75 + camera con teleobiettivo da 16MP, dimensione pixel 1.0μm, apertura f/2.6, OIS + EIS, zoom ottico da 1,85x a 2x, doppio Flash LED, RAW, effetto bokeh, video 4K a 60 fps, 1080p @ 240 fps | Selfie Camera: Doppia camera da 8MP, dimensione pixel 1.12μm, apertura f/2.0, effetto bokeh, face unlock | Connettività: USB Type-C 3.1 Gen 1 OTG, Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac, Dual Band, Bluetooth 5.0 aptX HD, NFC | GPS: GPS – AGPS – GLONASS – GALILEO – BDS | Sensore Impronte Digitali: SI, posteriore | Sensori: accelerometro, giroscopio, prossimità, luminosità, bussola, gravità | Features: Sblocco tramite riconoscimento del volto, certificazione IP68, HTC USonic, HTC BoomSound, apt HD, LDAC, Hi-Res, HTC Edge Sense 2 | Batteria: 3500 mAh con supporto ricarica rapida Quick Charge 3.0, NON c’è la ricarica Wireless Non Removibile | Sistema Operativo: HTC Sense basata su Android 8.0 Oreo | Prezzo: 680 Euro

Google Pixel 2 XL

Google Pixel 2 XL segue la moda del display 18:9 ma non segue la moda della doppia fotocamera posteriore, tuttavia porta con se sia l’effetto bokeh (tra i migliori) sia la realtà aumentata, due caratteristiche implementate sui più recenti top di gamma. Il design non è certo dei migliori e le dimensioni non sono poi così contenute, specialmente se confrontato con iPhone X. In Italia si può acquistare dal Google Play Store. Credo che la parte più interessante di questo Pixel 2 XL sia da ricercare nel comparto fotografico, infatti praticamente tutti lo considerano uno dei migliori camera phone in commercio, per DxOMark Google Pixel 2 XL è tra i migliori camera phone al mondo.

Google Pixel 2 XL

Google Pixel 2 XL – Caratteristiche Tecniche
Uscita: ottobre 2017 | Network: Single SIM Nano SIM + eSIM – HSPA 42.2/5.76 Mbps, LTE-A (4CA) CAT 15 (800 Mbps DL/75 Mbps UL) | Dimensioni: 157.9 x 76.7 x 7.9 mm, peso: 175 g | Design: Monoscocca in metallo | Schermo: P-OLED da 6”, risoluzione 1440 x 2880 pixel (~536 ppi) Vetro: Corning Gorilla Glass 5 | SoC: Qualcomm Snapdragon 835 MSM8998 GPU: Adreno 540 | AnTuTu Score: 180000 | RAM: 4GB LPDDR4X | Memoria Interna: GB – Slot micro SD: NO | Fotocamera Principale: 12.3 MP, f/1.8, OIS and EIS, messa a fuoco PDAF + Dual Pixel, Doppio Flash LED Dual Tone, pixel da 1,4 μm, video 4K a 30 fps | Selfie Camera: 8 MP, f/2.4, messa a fuoco fissa, pixel da 1,4 μm, video 1080p a 30 fps | Connettività: USB Type-C 3.1 OTG, Wi-Fi 2,4 G + 5 GHz 802.11 a/b/g/n/ac 2 x 2 MIMO, Bluetooth 5.0 + LE, NFC, eSIM | GPS: GPS – AGPS – GLONASS – GALILEO – BDS | Sensore Impronte Digitali: SI, Posteriore | Sensori: accelerometro, prossimità, luminosità, giroscopio, bussola, barometro | Features: emoji con realtà aumentata, effetto bokeh via software, spazio cloud gratuito illimitato fino a gennaio 2021, Assistente Google, speaker stereo, IP 67, supporto Daydream, tecnologia Active Edge | Batteria: 3520 mAh Non Removibile | Sistema Operativo: Android 8.0 Oreo | Prezzo: 600 Euro

Google Pixel 2

Google Pixel 2 è il fratello minore del Pixel 2 XL, il display è un 5″ AMOLED 16:9 con risoluzione Full HD, in Italia non è commercializzato.

Google Pixel 2

Google Pixel 2 – Caratteristiche Tecniche
Uscita: ottobre 2017 | Network: Single SIM Nano SIM + eSIM – HSPA 42.2/5.76 Mbps, LTE-A (4CA) CAT 15 (800 Mbps DL/75 Mbps UL) | Dimensioni: 145.7 x 69.7 x 7.8 mm, peso: 143 g | Design: Monoscocca in metallo | Schermo: AMOLED da 5”, risoluzione 1080 x 1920 pixel (~440 ppi) Vetro: Corning Gorilla Glass 5 | SoC: Qualcomm Snapdragon 835 MSM8998 GPU: Adreno 540 | AnTuTu Score: 180000 | RAM: 4GB LPDDR4X | Memoria Interna: GB – Slot micro SD: NO | Fotocamera Principale: 12.3 MP, f/1.8, OIS and EIS, messa a fuoco PDAF + Dual Pixel, Doppio Flash LED Dual Tone, pixel da 1,4 μm, video 4K a 30 fps | Selfie Camera: 8 MP, f/2.4, messa a fuoco fissa, pixel da 1,4 μm, video 1080p a 30 fps | Connettività: USB Type-C 3.1 OTG, Wi-Fi 2,4 G + 5 GHz 802.11 a/b/g/n/ac 2 x 2 MIMO, Bluetooth 5.0 + LE, NFC, eSIM | GPS: GPS –
AGPS – GLONASS – GALILEO – BDS | Sensore Impronte Digitali: SI, Posteriore | Sensori: accelerometro, prossimità, luminosità, giroscopio, bussola, barometro | Features: emoji con realtà aumentata, effetto bokeh via software, spazio cloud gratuito illimitato fino a gennaio 2021, Assistente Google, speaker stereo, IP 67, supporto Daydream, tecnologia Active Edge | Batteria: 2700 mAh Non Removibile | Sistema Operativo: Android 8.0 Oreo | Prezzo: 649 dollari

HTC U11+ (Plus)

Anche HTC si è arresa al display in formato 18:9, HTC U11+ con un ampio display da 6″ è stato pensato per essere comunque utilizzato con una sola mando, grazie a Edge Sense, Edge Launcher, inoltre ha la modalità voce Always-on per avviare Google Assistant, ora anche in Italiano, anche da schermo spento. HTC Sense con Android 8.0 Oreo, certificazione IP68, integra una delle migliori fotocamere in commercio, bel design, batteria da 3930 mAh con ricarica rapida Quick Charge 3.0, HTC Usonic, HTC BoomSound, lo rendono uno smartphone abbastanza interessante, ma praticamente lo trovi in vendita solo sul sito HTC a prezzi troppo alti.

HTC U11+

HTC U11+ – Caratteristiche Tecniche
Uscita: novembre 2017 | Network: Dual SIM Nano SIM – HSPA 42.2/5.76 Mbps, CAT 12/13 (600 Mbps DL/150 Mbps UL) FDD LTE: Bande B4/B12/B17/B28/B20/B5/B8/B3/B1/B7/B32 | Dimensioni: 158,5 x 74,9 x 8,5 mm, peso: 188 g | Design: Frame laterale in metallo retro in vetro | Schermo: IPS LCD da 6”, risoluzione 1440 x 2880 pixel (~536 ppi) Vetro: Corning Gorilla Glass 5 | SoC: Qualcomm Snapdragon 835 MSM8998 GPU: Adreno 540 | AnTuTu Score: 180000 | RAM: 4/6GB LPDDR4X | Memoria Interna: GB UFS2.1 – Slot micro SD: SI, fino a 2TB | Fotocamera Principale: 12MP UltraPixel con pixel da 1,4 μm, f/1.7, OIS, doppio flash LED, vido 4K con audio Hi-Res | Selfie Camera: 8MP grandangolare, f/2.0, Video in FULL HD | Connettività: USB Type-C 3.1 OTG, Wi-Fi 2,4 G + 5 GHz 802.11 a/b/g/n/ac 2 x 2 MIMO, Bluetooth 5.0 con support aptX e aptX HD, NFC | GPS: GPS – A-GPS – GLONASS | Sensore Impronte Digitali: SI, Posteriore | Sensori: accelerometro, prossimità, luminosità, giroscopio, bussola, edge sensor | Features: Funzoni Edge Sense, certificazione IP68, | Batteria: 3930 mAh con ricarica rapida Quick Charge 3.0 Non Removibile | Sistema Operativo: HTC Sense basata su Android 8.0 Oreo | Prezzo: 540 Euro

Oppo Find X

Sicuramente Oppo Find X porta con se delle novità dal punto di vista del design, tuttavia il meccanismo che permette il movimento della parte superiore del device sicuramente rende questo smartphone più delicato di altri. La ColorOS 5.1 non è in grado di fornire una buona esperienza d’uso, Manca NFC, la resistenza all’acqua, la ricarica wireless e il prezzo è troppo alto.

Oppo Find X

Oppo Find X – Caratteristiche Tecniche
Uscita: giugno 2018 | Network: Dual SIM Nano SIM – Modem 4G VoLTE, LTE-A (5CA) Cat16 1024/150 Mbps, 4×4 MIMO, Bande 4G supportate FDD-LTE B1/2/3/4/5/7/8/12/13/17/18/19/20/25/26/28/29/32/66 | Dimensioni: 156,7 x 74,2 x 9,6 mm, peso: 186 g | Design: Frame laterale in metallo retro in vetro | Schermo: AMOLED da 6,4”, risoluzione 1080 x 2340 pixel (~402 ppi) Vetro: Corning Gorilla Glass | SoC: Qualcomm Snapdragon 845 GPU: Adreno 630 | AnTuTu Score: 262000 | RAM: 8GB LPDDR4X | Memoria Interna: 256 GBGB UFS2.1 – Slot micro SD: NO | Fotocamera Principale: Doppia fotocamera:16 MP, f/2.0, 1.22µm, PDAF, OIS + 20 MP, f/2.0, 1.0 µm messa a fuoco PDAF, doppio Flash LED, HDR, video 4K a 60 fps, slow motin 1080p a 240 fps | Selfie Camera: Selfie camera da 25 MP, apertura f/2.0, video 1080p | Connettività: USB Type-C OTG, Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac, Dual Band, Bluetooth 5.0 aptX HD, NO NFC | GPS: GPS A-GPS | Sensore Impronte Digitali: NO | Sensori: accelerometro, giroscopio, prossimità, luminosità, bussola, gravità | Features: Sblocco tramite riconoscimento del volto, Intelligenza Artificiale, fotocamere a scomparsa | Batteria: 3400 mAh con supporto ricarica rapida, NON c’è la ricarica Wireless Non Removibile | Sistema Operativo: ColorOS 5.1 basata su Android 8.1 Oreo | Prezzo: 900 Euro

Migliori Smartphone 2018 – Conclusioni e Classifica – Aggiornato a Ottobre

Ci sono state interessanti novità in quest’ultimo periodo, Apple iPhone Xs, Xiaomi Pocophone F1, Sony Xperia XA3, Honor Play, Honor View 10 Lite, Xiaomi Mi A2 Lite, Xiaomi Redmi Note 6 Pro,
Samsung Galaxy A7 2018. Inoltre siamo in attesa che vengano presentati Huawei Mate 20 Pro e Oneplus 6T.

In Conclusione quali sono i Migliori Smartphone da acquistare a ottobre 2018?

I migliori smartphone del 2018 elencati in questi articoli sono veramente tanti, quindi cercherò di fare una scrematura elencando solo gli smartphone che consiglierei ad un amico a ottobre 2018.

Migliori Smartphone Entry Level

Ideali per persone più anziane, come secondo telefono o muletto. Il punto debole è la scarsa qualità delle fotocamere.

Migliori Smartphone Economici

Ideali da regalare ai propri genitori non amanti della tecnologia, ai figli adolescenti, sono smartphone da un design gradevole, adatti a chi usa il telefono per telefonare, navigare su internet e all’interno dei principali social. Alcuni di questi scattano anche foto discrete e hanno una buona autonomia.

Migliori Smartphone di Fascia Medio/Bassa

Sono smartphone che possono essere utilizzati a 360 gradi, il migliori non hanno nulla da inviare a smartphone da oltre 300 euro e scattano anche foto più che discrete. Tra questi trovi anche i migliori battery phone del 2018. Chi acquista questi device cerca il miglior compromesso tra prestazioni e prezzo oppure tra esperienza d’uso e prezzo.

Migliori Smartphone di Fascia Media

Hanno caratteristiche simili a quelli di fascia medio/bassa ma con una qualità costruttiva migliore, design più moderno e una qualità delle fotocamere migliore. Sono smartphone per utenti più esigenti che però non vogliono svenarsi nell’acquisto di top di gamma. Solitamente sono persone che vanno sempre alla ricerca del miglior prodotto come rapporto qualità/prezzo, Xiaomi Pocophone F1 e Honor Play sono due smartphone con SoC da top di gamma, li consiglio a chi cerca le massime prestazioni al minor prezzo.

Migliori Smartphone di Fascia Alta

In questo caso parliamo di smartphone sicuramente con un hardware più potente in grado di scattare ottime foto (quasi sempre), spesso sono device top di gamma dell’anno precedente e chi li acquista deve aver fatto bene le sue ricerche, perché il prezzo può superare i 500 euro. Quindi stiamo parlando di smartphone che dovrebbero essere fluidi e veloci e con fotocamera quasi al top.

Migliori Smartphone Top di Gamma

I migliori smartphone top di gamma del 2018 sono per gli utenti che cercano il massimo in tutto, specialmente in termini di qualità della fotocamera, design, migliore esperienza d’uso quotidiana e si aspettano un assistenza al TOP. Molti di questi sono anche Dual SIM.

Lascia un commento a questo articolo scrivendo qual è secondo te il miglior smartphone del 2018 indicando anche le tue motivazioni, potresti essere d’aiuto ad altre persone in procinto di cambiare cellulare.