Huawei Mate 10 Lite Recensione – Vale quello che costa?

Un bel display da 5,9 pollici 18:9, cornici ridotte, 4 fotocamere non sono sufficienti per consigliare l’acquisto di Huawei Mate 10 Lite, non a questo prezzo. Scopri il perché nella recensione completa.

Ho deciso di acquistare Huawei Mate 10 Lite perché è uno dei pochi device di fascia media ad avere un display 18:9 e bordi molto sottili, inoltre ci sono le 4 fotocamere che dovrebbero rendere Huawei Mate 10 Lite uno dei migliori camera phone di fascia media. Da questo smartphone mi aspetto ottime foto e un ottimo display, ma sarà veramente così? Scopriamolo nella recensione completa di Huawei Mate 10 Lite.

Huawei Mate 10 Lite – Principali caratteristiche tecniche

Huawei Mate 10 Lite RNE-L21 – Specifiche Tecniche
Smartphone: Huawei Mate 10 Lite
Uscita: Ottobre 2017
Network: Dual SIM Nano SIM – Modem Cat.6 LTE Bande 1/3/7/8/20
Dimensioni: 156,2 x 75,2 x 7,5 mm, peso: 164 g
Design: Monoscocca in metallo
Schermo: IPS LCD da 5,9”, risoluzione 1080 x 2160 pixel (403 ppi) con aspetto di forma 18:9
SoC: HiSilicon Kirin 659 Octa-core: 4 core Cortex-A53 fino a 2.36 GHz + 4 core Cortex-A53 fino a 1.7 GHz GPU: Adreno Mali-T830 MP2
AnTuTu: 63138
RAM: 4GB
Memoria Interna: 64GB  – Slot micro SD: SI fino a 128GB in comune con la SIM 2
Fotocamera: Doppia fotocamera da 16 MP + 2MP, PDAF, flash LED
Selfie Camera: Doppia Selfie camera da 13MP + 2MP con flash LED
Connettività: Micro USB 2.0 OTG, Wi-Fi 802.11 a/b/g/n Single Band 2,4 GHz, Bluetooth 4.2 BLE, aptX
GPS: GPS, A-GPS, GLONASS, BDS
Fingerprint: SI, Posteriore con Gesture
Sensori: accelerometro, prossimità, luminosità, bussola
Features: Radio FM, 4 fotocamere
Batteria: da 3340 mAh non removibile
ROM: EMUI 5.1  basata su Android 7.0 Nougat
SAR: Testa: 1,14 W/kg Corpo: 1,20 W/kg, ricordo che il valore massimo consentito è 2 W/Kg misurati su 10 grammi di tessuto.
Prezzo: 350 Euro

Recensione Completa Huawei Mate 10 Lite

Eventuali aggiornamenti alla recensione verranno inseriti qui.

Ho trovato Huawei Mate 10 Lite fin da subito interessante per via del display da 5,9 pollici (18:9) all’interno di un device con dimensioni molto contenute, simili a quelle di uno smartphone con schermo da 5,5 pollici. Ho così deciso di acquistarlo da Unieuro al prezzo di 350 euro, perché su Amazon non era ancora disponibile.

Unboxing, design e qualità costruttiva – Recensione Huawei Mate 10 Lite – Voto 8,0

Ho già fatto l’unboxing e scritto il relativo articolo: Huawei Mate 10 Lite Unboxing, design e qualità costruttiva

Confermo quanto scritto nell’articolo, qualità costruttiva ottima, design gradevole, leggermente scivoloso ma in mano si tiene bene e non risulta essere troppo grande. La cover in dotazione è di plastica rigida ed anche un po’ scivolosa.

Huawei Mate 10 Lite – Qualità dello Schermo – Voto 7,8

Lo schermo di Huawei Mate 10 Lite è un LCD IPS da 5,9″ multi-touch 10 punti, la risoluzione è di 1080 x 2160 pixel (FHD+), con un aspect-ratio 18:9 e una densità di pixel di circa 409 ppi, il vetro che ricopre il display ha una curvatura di tipo 2.5D su quale è stata applicata una pellicola protettiva in plastica con un discreto trattamento oleofobico.

Dall’analisi calMAN ho riscontrato un deltaE medio di 5,3 con una luminosità massima di circa 514 cd/m2 e un rapporto di contrasto di 2105, discreta la fedeltà cromatica. I neri sono piuttosto profondi per un display LCD, più profondi rispetto a Xiaomi Mi A1.

Huawei Mate 10 Lite Display Analisi Calman deltaE

Huawei Mate 10 Lite luminosita massima

Alta luminosità, neri profondi e quindi un buon rapporto di contrasto permettono di avere un buona visibilità al sole, nessun problema di visualizzazione utilizzando degli occhiali da sole con lente polarizzata.

confronto display sotto il sole tra xiaomi mi a1 huawei mate 10 lite
Visibilità al sole – Xiaomi Mi A1 vs Huawei Mate 10 Lite

Discretamente ampio l’angolo di visione orizzontale un po’ meno quello verticale.

Angolo di visione orizzontale Huawei Mate 10 Lite

Angolo di visione verticale Huawei Mate 10 Lite

Il sensore di luminosità funziona bene e la variazione di luminosità del display è repentina.

La luminosità dello schermo cala in maniera automatica quando andiamo ad aprire il browser, si può notare quando siamo nella schermata home e andiamo ad aprire Chrome o Firefox, noterete un leggero calo della luminosità del display, questa è una caratteristica della EMUI.

Si tratta di uno schermo di buona qualità viste anche le dimensioni, tuttavia ho notato che il tocco (touch), sporadicamente, non viene riconosciuto, quindi devo fare tap più di una volta, per fortuna questo problema si presenta raramente e potrebbe essere solo sulla mia unità.

La visione di video su questo tipo di display è molto piacevole, però devo segnalare che non avremo una visione a schermo intero per tutte le applicazioni, per i video di Netflix la visione è schermo intero anche se avremo le bande nere sopra e sotto, mentre con YouTube il video verrà visualizzato come su di un display da 5,5 pollici con aspetto di forma 16:9, anche se l’applicazione Youtube funziona a schermo intero, non c’è una funzione per adattare il video in 16:9 alla visione in 18:9 come su altri device, tipo il Samsung Galaxy S8. I video a 360°, che si vedrebbero a schermo intero, non si possono vedere con la cardboard per via della mancanza del giroscopio.

Display Xiaomi Mi A1 vs Huawei Mate 10 Lite 696
I giochi occupano tutto l’ampio display di Huawei Mate 10 Lite, confronto con Xiaomi Mi A1 sopra.

Huawei Mate 10 Lite – Impostazioni Schermo

  • Andando in impostazioni –> display troviamo le seguenti voci:
  • sfondo;
  • visualizzazione a schermo intero, in questa sezione è possibile selezionare le applicazioni da mostrare a schermo intero, tra quelle non ottimizzate per questo tipo di display;
  • visualizzazione;
  • dimensione testo;
  • salvaschermo;
  • protezione occhi, filtra la luce blu;
  • luminosità;
  • temperatura colore, è possibile impostarla in predefinita, cada, fredda oppure toccare un punto sul cerchio colorato;
  • sospensione;
  • rotazione automatica.

Recensione Huawei Mate 10 Lite – Parte telefonica, connettività 3G e 4G – Voto 7,8

Huawei Mate 10 Lite è uno smartphone Dual SIM Dual Standby (DSDS) 4G-LTE con integrato un modem cat.6 che supporta le bande LTE 1/3/7/8/20.

La ricezione di Huawei Mate 10 Lite è ottima, buona la qualità delle chiamate, anche in modalità vivavoce e con l’utilizzo di auricolari.

Huawei Mate 10 Lite supporta il VoLTE, ma non supporta il 4G+ con aggregazione interbanda B3+B20, infatti dove con Samsung Galaxy S8 sono in  4G+ con Huawei Mate 10 Lite sono solo in 4G.

Non ho mai avuto problemi di disconnessione dalla rete 3G/4G, anche in zone dove il segnale è molto debole.

Dagli speed test effettuati, confrontandolo anche con device di fascia superiore, Huawei Mate 10 Lite ha ottenuto risultati discreti, in linea con le caratteristiche tecniche del modem interno. Sotto il confronto con Galaxy S8 (a destra) in una zona con intensità segnale 4G TIM molto forte, S8 in modalità 4G+.

Speed Test massima copertura 4G Huawei Mate 10 LiteSpeedtest 4G+ Samsung Galaxy S8

Sotto sempre un confronto tra Huawei Mate 10 Lite e Samsung Galaxy S8 (4G+) in una zona con intensità segnale 4G TIM discreto (frequenza 800 MHz).

Speed Test discreta copertura 4G Huawei Mate 10 Lite Speed test 4G Tim Samsung Galaxy S8

Ovviamente è possible lo switch a caldo della rete dati, che è rapido, ma quando una SIM è in 4G/3G l’altra SIM è solo in 2G.

Rapido l’aggancio dalla rete dati passando dalla modalità aerea a quella normale.

Huawei Mate 10 Lite – Gestione parte telefonica e Dual SIM

In impostazioni –> gestione doppia scheda, è possibile selezionare quale SIM utilizzare per la connessione dati e quella predefinita per le chiamate. Sempre in questa sezione è possibile attivare l’inoltro chiamata tra SIM per simulare uno smartphone Dual SIM Full Active (DSFA).

Gestione Doppia Scheda SIM Huawei Mate 10 Lite

In impostazioni –> dati mobili troviamo un grafico con il consumo dei dati, da qui è possibile accedere alla funzione risparmio dati e alle impostazioni per limitare il consumo di dati mensile.

È possibile impostare una diversa suoneria per la SIM 1 e la SIM 2, scegliere se attivare/disattivare la vibrazione per ciascuna SIM.

Durante la chiamata è possibile accedere al calendario, mettere in attesa il nostro interlocutore, aggiungere una chiamata, accedere al blocco note, silenziare la nostra voce, accedere ai contatti, accedere al tastierino numerico, attivare disattivare il vivavoce.

App Telefono Dialer chiamata in 4G VoLTE Huawei Mate 10 Lite
Dialer e chiamata in 4G (VoLTE) – Huawei Mate 10 Lite

Recensione Huawei Mate 10 Lite – Qualità della fotocamera posteriore e anteriore – Voto 7,7

Ho già scritto un articolo dedicato alla qualità degli scatti effettuati con la doppia fotocamera posteriore e la doppia selfie camera che troviamo a bordo di Huawei Mate 10 Lite.

Ho scritto che lo foto sono discrete e alcuni colori sono troppo saturi, gamma dinamica anche questa solo discreta, spesso le foto sembrano sovraesposte. Bene l’effetto sfocato, discreti anche i video e buono l’audio nei video, manca la stabilizzazione elettronica.

Piazza Huawei Mate 10 Lite
Piazza Huawei Mate 10 Lite
Piazza Xiaomi Mi A1
Piazza Xiaomi Mi A1

Fotocamera non all’altezza di un device da 350 euro. Il voto è abbastanza alto perché tiene in considerazione anche la qualità della fotocamera anteriore, della possibilità di fare foto piacevoli con sfondo sfocato e dell’applicazione fotocamera stock che è molto completa.

Leggi l’articolo: Huawei Mate 10 Lite come scatta le foto? – Prova qualità fotocamera e Selfie camera

Ottimizzazione software e interfaccia utente – Recensione Huawei Mate 10 Lite – Voto 8,0

Huawei Mate 10 Lite da spento si avvia in circa 35 secondi, ad ogni riavvio, se impostato, viene richiesto di inserire il PIN.

Al momento dell’acquisto, dopo la configurazione iniziale, andando in impostazioni –> info telefono troviamo:

  • modello RNE-L21;
  • numero build RNE-L21C432B100;
  • versione EMUI 7.1;
  • versione di Android 7.0;
  • RAM 4,0 GB;
  • 48,64 GB di memoria interna libera su 64 GB di memoria interna totale;
  • patch di sicurezza Android aggiornate a 1 settembre 2017.

Il sistema operativo su Huawei Mate 10 Lite riesce a fornire una buona esperienza d’uso quotidiana, la EMUI risulta essere quasi sempre fluida e senza lag, anche con un hardware non particolarmente prestante. Tuttavia dopo un utilizzo piuttosto intenso, tipo sessioni di gioco un po’ lunghe, pur non raggiungendo temperature esterne particolare elevate (max 35 gradi), ho notato un rallentamento generale del sistema operativo, aumento dei lag, come se fossimo in presenza di thermal throttling.

Le applicazioni preinstallate che troviamo su Huawei Mate 10 Lite, sono le principali di Google, nella cartella strumenti sono raggruppate le app meteo, calcolatrice, registratore vocale, Radio FM, torcia, specchio, HiCare, bussola, backup, download, strumenti sim.

C’è l’applicazione gestione telefono la quale permette di ottimizzare il device attraverso la pulizia della memoria, cache di sistema, cache applicazioni, pacchetti app. Sempre da questa applicazione abbiamo accesso diretto alla visualizzazione del consumo di dati mobili, filtro molestie, consumo batteria, scansione virus, autorizzazioni, dropzone, blocco app, pulizia schermata di blocco.

Altre applicazioni  di sistema sono: musica, video, galleria, email, gestione file, blocco note, calendario, orologio. Poi ci sono due applicazioni, Benessere  e HiGame, che possono essere disinstallate.

La EMUI offre molte possibilità di personalizzazione a tutti i livelli, partiamo dalla schermata di blocco, andando in impostazioni –> blocco schermo, tra le altre funzioni, è possibile attivare lo sblocco intelligente tramite dispositivo Bluetooth, per esempio una smart band.

Gli sfondi della schermata blocco, che cambiano in continuazione, si possono impostare andando in impostazioni –> blocco schermo –> sblocco Magazine –> Abbonamenti, possiamo anche scegliere nostre foto oppure selezionare solo alcune categorie che ci interessano maggiormente.

In impostazioni –> stile schermata home è possibile scegliere se attivare o non attivare il drawer, se non lo attiviamo tutte le applicazioni saranno mostrate nelle schermate home, dove ovviamente è possibile creare cartelle.

In impostazioni –> tasto di navigazione possiamo decidere la disposizione dei tasti di navigazione a video.

Lo spostamento delle applicazioni all’interno delle schermate home è molto facilitato grazie alla possibilità, con un tap prolungato su uno spazio vuoto della schermata home, di poter selezionare più applicazioni, raggrupparle e trascinarle con un dito mentre con un altro dito possiamo far scorrere le varie schermate home.

Sempre con un tap prolungato nella schermata home è possibile cambiare sfondo, inserire widget, impostare gli effetti di transizione, accedere alle impostazioni dove troviamo diverse voci:

  • layout home, possibile scegliere la griglia 4×6, 5×5 o 5×6;
  • allineamento automatico delle applicazioni;
  • scuoti, funzione che si può attivare se si vogliono allineare le applicazioni scuotendo il device;
  • icone app badge, la EMUI offre la possibilità di attivare o disattivare per ogni singola applicazioni il badge delle notifiche;
  • risultati di ricerca, con uno swipe dal centro verso il basso nelle schermate home è possibile accedere alla ricerca globale, in questa sezione possiamo scegliere quali applicazioni includere o escludere nella ricerca globale;
  • loop schermate home;
  • rotazione automatica.

L’applicazione Temi permette di cambiare il tema e icone, online sono disponibili moltissimi temi gratis.

In impostazioni –> assistenza intelligente è possibile attivare il “tasto menù veloce”, un pulsante flottante che integra i tasti di navigazione, il tasto blocco schermo e ottimizzazione delle memoria con la chiusura delle app in background.

Sempre in impostazioni –> assistenza intelligente troviamo la voce “controllo del movimento” da dove è possibile attivare alcuni controlli attraverso movimenti e gesture, per esempio capovolgi per silenziare, schermata intelligente per catturare uno screenshot attraverso un doppio tocco deciso con la nocca di un dito, cattura una area della schermata selezionandola con la nocca di un dito (tocco deciso e poi disegna l’area con la nocca), doppio tocco deciso con due nocche per attivare la registrazione schermo, schermo suddiviso, tocco deciso con la nocca e traccia una line a orizzontale a metà schermo.

La funzione trasmetti schermo (miracast), MirrorShare , la troviamo in impostazioni –> assistenza intelligente.

Ancora in impostazioni — > assistenza intelligente è possibile attivare la funzione “comando vocale“, in pratica da schermo spento tenendo premuto il tasto volume meno (-) per alcuni secondi, si sente un beep e, successivamente, sarà possibile pronunciare il nome di un contatto in rubrica per effettuare una chiamata.

La funzione doppio schermo o multi windows è possibile attivarla anche con un tap prolungato sul tasto recenti, inoltre le finestre delle due schermate si possono ridimensionare.

C’è la possibilità di clonare alcune applicazioni, ma non tutte, la funzione si chiama App Gemella e si trova in Impostazioni, tra le app che si possono clonare troviamo Facebook, Messenger, WhatsApp.

Andando in impostazioni –> sicurezza e privacy troviamo la funzione cassaforte per per criptare file, video, foto e altro, scanner virus per fare una scansione attraverso Avast antivirus, servizi di localizzazione per consentire o meno l’accesso alla “mia posizione”, blocco applicazione per impostare una password per l’accesso ad una particolare app, si può utilizzare anche il sensore d’impronte digitali.

Con uno swipe dall’altro verso il basso si accede alla tendina delle notifiche, ai toggle rapidi principali e alla barra per la regolazione della luminosità del display, con un ulteriore swipe vengono visualizzati tutti i toggle rapidi che sono configurabili.

È possibile impostare su Huawei Mate 10 Lite l’attivazione dello schermo alla ricezione di una notifica, si può fare andando in impostazioni –> notifiche e barra di stato attivando il pulsante a scorrimento “notifiche attiva schermo”, sempre da qui si può attivare/disattivare il led di notifica RGB e accedere alla gestione delle notifiche per impostare come visualizzare le notifiche nella schermata di blocco e attivare/disattivare la possibilità di “interagire” con l’anteprima delle notifiche sempre nella schermata di blocco.

Durante l’utilizzo di Huawei Mate 10 Lite non ho riscontrato problemi con la ricezione delle notifiche con le principali applicazioni, Gmail, Facebook, WhatsApp, Telegram, Instagram ecc.

La personalizzazione dei suono per le notifiche è possibile andando in impostazioni — > audio, da qui possiamo anche cambiare le suonerie per la SIM 1 e la SIM 2, attivare disattivare la vibrazione che però non non è regolabile come intensità, impostare i toni del tastierino numerico, attivare/disattivare il tono di accensione dispositivo, accedere all’equalizzatore quando si utilizzano le cuffie. Buono in feedback aptico.

Dalla schermata home con uno swipe dal centro verso il basso si accede alla ricerca globale, applicazioni, contatti, messaggi, calendario, video, note, Google Drive ecc.

Con uno swipe da sinistra verso destra o da destra verso sinistra sopra i tasti di navigazione è possibile accedere alla modalità ad una mano singola.

Dalla schermata di blocco con uno swipe dal basso verso l’alto si accede si apre un pannello con tasti a scelta rapida, registratore, calcolatrice, torcia, timer, scansione codice QR, poi c’è una serie di pulsanti dedicati allo sfondo che viene visualizzato, si può mettere in pausa la rotazione degli sfondi, mettere uno sfondo tra i preferiti, rimuoverlo, condividerlo.

Gesture sensore impronte digitali
Andando in impostazioni –> ID Impronta è possibile attivare/disattivare queste gesture:

  • nell’applicazione fotocamera è possibile scattare foto o registrare video toccando il sensore d’impronte digitali;
  • rispondere alle chiamate toccando il sensore d’impronte digitali;
  • interrompere la sveglia quando suona;
  • scorrere le foto all’interno dell’applicazione galleria;
  • con uno swipe verso il basso si apre la tendina delle notifiche.

Autonomia e durata della batteria – Recensione Huawei Mate 10 Lite – Voto 7,8

Huawei Mate  10 Lite integra una batteria da 3340 mAh che è in grado di poterti fino a sera anche con un utilizzo abbastanza intenso del telefono.

In dotazione viene fornito di un caricabatterie da 5V 2A, Huawei Mate 10 Lite NON  supporta la ricarica rapida. Servono poco più di 2 ore e 15 minuti circa per avere una ricarica completa.

Arrivato al 2% di batteria residua Huawei Mate 10 Lite si è spento, i tempi di ricarica sono questi:

  • da 2% al 27% in 30 minuti;
  • da 2% al 55% in 60 minuti;
  • da 2% al 80% in 90 minuti;
  • da 2% al 96% in 120 minuti;
  • da 2% al 100% in 140 minuti.

Grafico tempo di ricaricare batteria Huawei Mate 10 Lite

Huawei Mate 10 in standby consuma poco, durante una giornata con utilizzo medio/alto, partita alle 07:30 del mattino e terminata circa alle 21:30, ho totalizzato circa 4 ore e 30 minuti di schermo attivo. Sotto il grafico che mostra l’andamento regolare del consumo della batteria.

Grafico consumo batteria giornata stress Huawei Mate 10 Lite
Grafico consumo batteria giornata uso medio/intenso Huawei Mate 10 Lite

Consumo batteria hardwre e software Huawei Mate 10 Lite Autonomia consumo batteria ore di schermo acceso Huawei Mate 10 Lite

Consumo batteria delle principali applicazioni installate su Huawei Mate 10 Lite durante la mia giornata stress.

  • 4% di consumo batteria per 30 minuti di video su Youtube (app);
  • 3% di consumo batteria per 30 minuti di musica con Spotify senza l’uso di cuffie;
  • 2% di consumo batteria per 30 minuti di video streaming su Netflix (app);
  • 5% di consumo batteria con 30 minuti di navigazione web con Chrome inclusa la visione di un video;
  • 13% di consumo batteria con 30 minuti di gioco, Real Racing 3;
  • 4% per 30 minuti di chiamate sotto rete 4G, non in movimento;
  • 3% per 25 minuti di navigazione satellitare con Google Maps;
  • 5% per 30 minuti su Facebook (applicazione) con la visione di video;
  • 4% per 30 minuti di utilizzo della fotocamera con inclusa la registrazione di 1 video da circa 6 minuti.

Andando in impostazioni –> batteria è possibile attivare diverse modalità di risparmio energetico, inoltre è possibile attivare la riduzione della risoluzione dello schermo per aumentare la durata della batteria, tuttavia non funziona dato che la risoluzione dello schermo rimane sempre FHD+.

Grafico consumo batteria giornata stress Huawei Mate 10 Lite

C’è anche la modalità Batteria Ultra che disattiva il Bluetooth, riduce la luminosità al minimo, imposta uno sfondo nero, disattiva la geolocalizzazione, visualizza solo le icone di massimo 6 applicazioni.

Prestazioni Hardware – Huawei Mate 10 Lite – Voto 7,3

Huawei Mate 10 Lite ha come monta un SoC proprietario, HiSilicon Kirin 659 realizzato con processo produttivo a 16 nm FinFET+, è composto da 8 core, 4 core Cortex-A53 che possono raggiungere la frequenza massima di 2362 Mhz + 4 core Cortex-A53 che possono raggiungere la frequenza massima di 1709 MHz, la GPU è una Mali-T830 MP2 che può operare fino alla frequenza massima di 900 MHz.

SoC Huawei Mate 10 Lite

Si tratta di un chipset che deriva dal Kirin 650 (Huawei P9 Lite), che troviamo anche su Honor 6X (Kirin 655) fino arrivare al più recente Huawei P10 Lite (Kirin 658), le uniche differenze sono nella frequenza massima che possono raggiungere i 4 Core dedicate alle operazioni più impegnative.

Durante un utilizzo normale Huawei Mate 10 Lite non scalda praticamente mai, dopo lunghe sessioni di gioco ho misurato una temperatura esterna sul lato posteriore vicino alla doppia fotocamera di circa 35 gradi, pur non essendo molto alta, dopo aver giocato il sistema operativo risultava essere in generale meno fluido, come se fossimo in presenza di thermal throttling. Stressando ulteriormente il device per esempio la funzione scatto rapido, scatto da schermo spento premendo due volte il tasto volume meno (-), funzionava 1 volta su 10, per ripristinare una situazione normale ho dovuto riavviare il telefono.

Huawei Mate 10 Lite – Principali Benchmark

Di seguito ho indicato il risultato dei principali benchmark, si notano prestazioni inferiori lato GPU rispetto a Xiaomi Mi A1, Moto G5S Plus.

AnTuTu v.6.2.7 64 bit: 63138 – Xiaomi Mi A1: 63540 – Moto G5S Plus 63858
3D Mark Sling Shot Extreme: 414 – Xiaomi Mi A1: 466 – Moto G5S Plus 465
Quadrant: 21467 – Xiaomi Mi A1: 23955 – Moto G5S Plus 20206
GFXBench Car Chase 1080p: 169,2 (2,9 fps) – Xiaomi Mi A1: 206,0 Frames (3,5 fps  – Moto G5S Plus 206,2 Frames (3,5 fps)
GFXBench Car Chase 1080p Offscreen: 168,2 (2,8 fps) – Xiaomi Mi A1: 207,2 Frames (3,5 fps – Moto G5S Plus 209,6 Frames (3,5 fps)
Geekbench Single Core Score: 923 – Xiaomi Mi A1: 870 – Moto G5S Plus 844
Geekbench Multi-Core Score: 3571 – Xiaomi Mi A1: 4309 – Moto G5S Plus 4222
Basemark OS II 2.0: 1390 – Xiaomi Mi A1: 1288 – Moto G5S Plus 1068
Basemark X Quality High: 8748 – Xiaomi Mi A1: 10467 – Moto G5S Plus 10473

AndroBench per testare la velocità della memoria interna:
lettura sequenziale: 268,85 – Xiaomi Mi A1: 292,64 – Moto G5S Plus 238,05
scrittura sequenziale: 190,17 – Xiaomi Mi A1: 203,09 – Moto G5S Plus 103,39
lettura casuale: 68,95 – Xiaomi Mi A1: 55,51 – Moto G5S Plus 65,50
scrittura casuale: 26,34 – Xiaomi Mi A1: 18,55 – Moto G5S Plus 58,98

Tempi di trasferimento di una cartella dalle dimensioni di 2,03 GB con 120 file tra foto e video, ho notato prestazioni superiori alla media su Huawei Mate 10 Lite.

Da PC a Huawei Mate 10 Lite : 1’02”
Da PC a Xiaomi Mi A1: 1’41”
Da Huawei Mate 10 Lite a PC: 57″
Da Xiaomi Mi A1 a PC: 1’03”

Multimedia riproduzione audio video, giochi – Huawei Mate 10 Lite – Voto 7,5

Huawei Mate 10 Lite ha come GPU una Mali-T830 MP2 che, come è possibile vedere anche dai benchmark, non è sicuramente tra le più prestanti, Real Racing, che si avvia in circa 15 secondi, gira bene, ma con Asphalt 8 ci sono un po’ di lag e il frame rate è basso, tuttavia ci si può giocare.

Huawei Mate 10 Lite è in grado di riprodurre video con risoluzione 4K e formato AVC a 30 fps, ma non può riprodurre video 4K con codec (HEVC H.265), il player video stock prevede anche la possibilità di aprire il video in una finestra in modo che possiamo fare altro mentre vediamo il video.

Huawei Mate 10 Lite integra un solo speaker che risulta essere abbastanza potente, il suono è abbastanza chiaro, tuttavia di potenza inferiore a quello che troviamo su Xiaomi Mi A1, con le cuffie l’audio si sente bene il volume è alto e andando in impostazioni –> audio –> effetti audio Histen Huawei è possibile attivare l’effetto audio 3D oppure l’equalizzatore scegliendo anche tra varie modalità preimpostate, pop, classica, rock, jazz, dance.

Potenza Audio Speaker Mono Huawei Mate 10 Lite

Huawei Mate 10 Lite ha la Radio FM funziona bene, si sente bene, l’applicazione Radio FM ovviamente effettua una ricerca automatica delle stazioni radio e offre la possibilità di salvare le stazioni tra quelle preferite con un tap sull’icona del cuore, si possono anche rinominare.

Equalizzatore Huawei Mate 10 LiteModalita Riproduzione con le cuffie Huawei Mate 10 LiteRadio FM Huawei mate 10 lite

Huawei Mate 10 Lite Connettività Bluetooth, Wi-Fi, Wi-Fi display, NFC, GPS – Voto 7,7

Huawei Mate 10 Lite supporta solo il WiFi 802.11 a/b/g/n/ Single Band (2,4Ghz), cosa sicuramente non positiva per un device da 350 euro. Il WiFi prende bene, non ho mai riscontrato disconnessioni.

Il Bluetooth è 4.2 LE, aptX e non ho riscontrato problemi.

Huawei Mate 10 Lite supporta GPS, A-GPS, GLONASS, BEIDOU, l’aggancio dei satelliti è immediato e la precisione durante la navigazione in auto è molto buona, Huawei Mate 10 è dotato di bussola.

GPS Precisioni satelliti Huawei Mate 10 Lite Satelitti GPS GLONASS Beidou Huawei Mate 10 Lite

Huawei Mate 10 Lite NON ha il chip NFC.

La funzione trasmetti schermo, MirrorShare, si attiva andando in impostazioni –> assistenza intelligente, oppure dai toggle rapidi.

Test Sensori – Huawei Mate 10 Lite – 7,6

Questi sono i sensori presenti su Huawei Mate 10 Lite:

  • Accelerometro;
  • Campo magnetico;
  • Orientameto;
  • Luminosità;
  • Prossimità;
  • Gravità;
  • Accelerazione;
  • Rotation vector
  • Movimento significativo;
  • Contapassi;
  • Geomagnetic rotation vector.

Elenco sensori Huawei Mate 10 Lite

Manca il giroscopio, anche se nelle specifiche tecniche sul sito Huawei è indicato tra i sensori, tuttavia guardando un video a 360° per spostarmi all’interno del video non sarà sufficiente muoversi con il device ma dovremo utilizzare le dita.

Per il resto tutti i sensori funzionano bene, in modo particolare il sensore d’impronte digitali funziona veramente bene, meglio di quello che troviamo su Xiaomi Mi A1, questo è più veloce a sbloccare il telefono.

Il sensori di luminosità e prossimità funzionano bene

Recensione Huawei Mate 10 Lite – Conclusioni

Dopo aver provato per oltre una settimana Huawei Mate 10 Lite posso rispondere alla domanda: “Consiglieresti Huawei Mate 10 Lite ad un amico?“. La mia risposta è NO, non al prezzo che l’ho pagato io, circa 350 euro. Huawei Mate 10 Lite ha il vantaggio di essere uno dei pochi smartphone di fascia media con uno schermo da 5,9″ con rapporto di forma 18:9 e con dimensioni di un telefono con schermo da 5,5 pollici, ma l’ottima qualità costruttiva, il display e le 4 fotocamere non giustificano i 350 euro.

Huawei Mate 10 Lite scatta foto, secondo me, solo discrete, anche se l’effetto bokeh è ben implementato.

L’hardware che troviamo a bordo di Huawei Mate 10 Lite è un po’ limitato, penso al WiFi mono banda, alla mancanza della Type-C, non c’è il chip NFC, non supporta Galileo, non c’è un sensore IR, manca il giroscopio, manca la ricarica rapida, non supporta il 4G+, so che sono dettagli, ma vorrei trovarli a bordo di un device da 350 euro.

Comunque sono tutte cose che sapevo già prima di acquistarlo, quindi non sono stato preso alla sprovvista, ma per consigliarlo a 350 euro doveva avere una fotocamera  superiore alla media.

Ci sono altri smartphone più interessanti che si possono acquistare con 350 euro, mi riferisco a Honor 9, da poco in commercio c’è anche Motorola Moto X4 che si trova a circa 320 euro, mentre per chi volesse risparmiare ci sono Xiaomi Mi A1 e Huawei P10 Lite, ma sono tutti telefoni con un display 16:9, quindi chi cerca uno smartphone di fascia media con ampio display e bordi ridotti deve per forza di cosa valutare l’acquisto di Huawei Mate 10 Lite.

In conclusione Huawei Mate 10 Lite è un device poco più che discreto, con un bel display 18:9 che consiglio di acquistare solo quando il prezzo scenderà abbondantemente sotto i 300 euro, direi più verso i 250 euro.


Se stai per acquistare un nuovo smartphone ti consiglio di leggere l’articolo sui migliori smartphone in commercio.

PANORAMICA RECENSIONE
Unboxing, design e qualità costruttiva
80 %
Qualità dello Schermo
78 %
Parte telefonica, connettività 3G e 4G
78 %
Qualità della fotocamera posteriore e anteriore
77 %
Ottimizzazione software e interfaccia utente
80 %
Autonomia e durata della batteria
78 %
Prestazioni Hardware
73 %
Multimedia riproduzione audio video, giochi
75 %
Connettività Bluetooth, Wi-Fi, Wi-Fi display, NFC, GPS
77 %
Test Sensori
76 %
Rapporto Qualità/Prezzo
70 %
CONDIVIDI
Articolo precedenteMigliori Smartphone 2017 (Novembre) – Classifica e guida all’acquisto
Articolo successivoComponenti per PC in offerta al Black Friday 2017 per assemblare il Miglior PC da Gaming