Il miglior tablet (per bimbi e non) sotto i 100 euro? Chuwi Hi8. Perché sceglierlo, dove comprarlo e come va: La recensione completa

Miglior tablet bambini sotto i 100 euro

Si avvicina Natale e ci siamo detti: quale potrebbe essere un argomento utile per i nostri lettori? La risposta non è stata difficile: un prodotto che costituisca un ottimo acquisto, di prezzo contenuto, che consenta di ottenere più di quanto si paghi (o per lo meno che valga ogni solo speso) e che consenta eventualmente di fare un ottimo regalo!

Un tablet! Ecco l’idea giusta…

Per essere sicuri di non partire con preconcetti, e per poter ragionare a mente libera, abbiamo battuto a tappeto tutti gli store online, le riviste di settore, i siti dei produttori, e abbiamo stilato un lunghissimo elenco di tablet e confrontato caratteristiche e prezzi. Il fine ultimo era, ovviamente, identificare il binomio “miglior hardware-software” al minor prezzo (avendo fissato un tetto massimo di 100 euro!).

E il tutto con una domanda ricorrente: “con meno di 100 euro si riuscirà ad acquistare un tablet degno di questo nome, o ad essere fortunati troveremo un bel giocattolo?”

Dopo centinaia di pagine sfogliate, ci siamo resi conto che – cercando bene – 100 euro no sono poi così poche, tutto sommato!

…E scrematura dopo scrematura ci siamo concentrati su questi tablet, di cui riassumo velocemente quelli che su carta si distinguevano come pro e contro di ognuno di essi:

confronto tablet sotto 100 euro

NB: La riga indicata come “costo indicativo” altro non è che la media automatica dei prezzi di una serie di store online.

Alla luce delle caratteristiche, il Teclast e l’Ampe si escludono da soli (i vantaggi sono troppo poco significativi rispetto agli svantaggi), mentre la scelta tra il Chuwi e il Cube risulta più impegnativa!

Mentre il Chuwi ha di sicuro interesse il Display FullHD, la presenza di un sistema operativo più aggiornato e un costo decisamente più aggressivo, il Cube offre una batteria maggiore e la rete 3G.

Se però la rete 3G non ricade tra le peculiarità che ritengo interessanti per un tablet di questo tipo, direi che il Chuwi esce sicuramente vincente. Tanto più che il Cube ha qualche mese in più e quindi non è scontato che la ROM venga più aggiornata.

Detto, fatto! Acquistiamo il Chuwi Hi8 su Aliexpress alla cifra di $102.79 + $15 + 8$  (circa 105 euro) in quanto decidiamo di prendere anche display protettivo, flip cover e optiamo per la spedizione con DHL! In pochissimi giorni riceviamo tutto.

Peccato che la dogana ultimamente non lasci passare niente che provenga dalla Cina senza volerci mettere lo zampino, e abbia deciso di chiederci: 30.90 euro! (per questo motivo, prima di acquistare dagli store cinesi consiglio di verificare che il prodotto che cercate sia presente su Amazon o su siti che fanno magazzino in Europa: spesso potreste spendere qualche euro in più, ma potrebbe valerne la pena qualora la dogana decidesse di applicare un dazio al pacco che dovete ricevere…)

Unboxing (voto 6.5)

Il tablet è arrivato con un pacco ben organizzato che comprendeva, oltre al tablet, il classico cavo usb, l’alimentatore di rete europeo da 2A e il cavo OTG. All’esterno del pacco, ma all’interno dello stesso collo di spedizione, erano presenti anche la flip cover originale e una pellicola protettiva in vetro temprato.

Chuwi Hi8 Unboxing 4 Chuwi Hi8 Unboxing 1 Chuwi Hi8 Unboxing 2 Chuwi Hi8 Unboxing 3 Chuwi Hi8 flip cover

Non ci aspettavamo certo una confezione da top di gamma ma considerando la spesa, non pensavo di ricevere qualcosa di migliore! La confezione fa la sua figura e risulta molto ordinata.

Anche la flip cover, brandizzata Chuwi, fa il suo dovere e protegge perfettamente il tablet.

Lo schermo protettivo in vetro temprato invece non aderisce perfettamente lungo tutto il perimetro: non dubito che parte della responsabilità sia imputabile alla mia mano, ma poiché la cornice intorno al display è leggermente in rilievo rispetto al display stesso, lungo tutto il perimetro è rimasta intrappolata una gran quantità di aria che non sono riuscito a eliminare. Terrò comunque la pellicola protettiva per il primo periodo di utilizzo ma penso che, a recensione terminata, la eliminerò: la cover del resto protegge a sufficienza il tablet.

Design e costruzione (voto 7)

Ammetto che quando ho deciso di indirizzarmi verso il Chuwui Hi8 avevo paura di ricevere un oggetto di plastica scadente e mal assemblato. A questo prezzo, mi dicevo, come sarebbe possibile il contrario?

I fatti, per fortuna, mi hanno dato torto: le plastiche del Chuwi Hi8 sono discrete e, soprattutto, assemblate molto bene. Negli ultimi periodi ho avuto per le mani telefoni che costano 3 o 4 volte il prezzo di questo tablet e non restituiscono una percezione tattile migliore…

Tutto il perimetro del tablet è protetto da una fascia metallica che conferisce un aspetto elegante ben superiore a quanto ci si possa attendere.

Chuwi Hi8 design 0  Chuwi Hi8 design 4 Chuwi Hi8 design 2  Chuwi Hi8 design 1 Chuwi Hi8 design 3

Hardware (voto 8)

Se dovessi riassumere in una frase i contenuti del Chuwi Hi8 direi che “Siamo di fronte ad un tablet che punta al sodo, evitando fronzoli“.

Questo per dire che c’è tutto quello che serve per avere una buona esperienza di uso quotidiano che – sono sicuro – difficilmente deluderà l’acquirente ideale di questo tablet. In questo primo periodo di uso l’unica vera pecca che mi sento di citare è la qualità dell’apparato fotografico che, lo vedremo di seguito, non è certo idoneo a scattare fotografie ricordo…

Di seguito la classica breve scheda riassuntiva hardware:

  • CPU: Intel Z3736F 2.16Ghz 64 bit Quad Core
  • GPU: Intel Gen 7
  • RAM: 2 Gb DDR3
  • ROM: 32 Gb
  • SLOT SD: micro sd, micro sdhc, micro sdxc
  • DISPLAY: 8″ IPS con risoluzione 1920 x 1200 e aspect ratio: 16: 10
  • BATTERIA: 4000 mAh
  • FOTOCAMERA: 2 Megapixel posteriore + 0.3 Megapixel frontale
Display (voto 10)

Il Display del Chuwi Hi8 è ottimo! La risoluzione FullHD genera una densità di 253 pixel per pollice che, unita ad una ottima luminosità, garantisce un ottimo risultato. Il display – in formato 16: 10 – è ben visibile anche all’esterno in pieno giorno: purtroppo non c’è in questi giorni il sole di Agosto per verificarne la visibilità anche col sole a picco, ma il risultato in queste giornate di settembre/ottobre è stato notevole.

Da non sottovalutare anche la sensibilità garantita dal multi-touch contemporaneo su 10 punti.

Chuwi Hi8 multi-touch display

Software (voto 9)

Qui si può godere appieno del punto di forza di questo tablet: il doppio sistema operativo Android Kitkat 4.4.4 + Windows 10 riesce ad accontentare tutti e consente una fruizione del tablet non certo comune per i terminali della stessa fascia di prezzo!

Alla prima accensione il tablet parte dentro Android e, da qui, è sufficiente cliccare nell’icona “OS switch” per passare a Windows. Da questo momento, all’accensione, il tablet partirà nell’ultimo sistema utilizzato.

Se invece si vuole scegliere di volta in volta in quale sistema accendere, è sufficiente tenere schiacciato il tasto “VOL-” insieme al taso “POWER”: ci troveremo di fronte alle 2 icone e, mediante il tasto Vol+ potremo selezionare quella che vogliamo. A quel punto con “Power” il tablet si accenderà.

Chuwi Hi8 dual boot Android+Windows


 

Android:

Purtroppo, contrariamente a quanto avevo letto in rete, il Chuwi Hi8 è dotato di Android 4.4.4 e non Android 5: confido in un futuro aggiornamento ma, a tutt’oggi, non mi risulta essere stato rilasciato niente in questa direzione.

la ROM preinstallata è fluida e in questi giorni di utilizzo non ho notato bachi. Ciononostante il dispositivo ricevuto ha la versione 806 rilasciata a Giugno 2015 (la prima che è stata prodotta) mentre, cercando in rete, ho scoperto che da allora sono stati rilasciati 2 ulteriori aggiornamenti che, purtroppo, non vengono evidentemente rilevati dia OTA: ho provato più volte a chiedere gli aggiornamenti ma ogni volta ho ricevuto il messaggio “Il sistema è già aggiornato”.

Peccato: dovrò scaricare via internet gli aggiornamenti e installarli tramite PC. Purtroppo il file da scaricare è di oltre 4gb e i server su cui lo trovo sono molto lenti: impiegherò un pò di tempo, ma lo farò comunque nei prossimi giorni per descrivere le operazioni necessarie, per chiunque dovesse averne bisogno.

Non so ancora con precisione quali aggiornamenti aspettarmi, ma ad oggi mi sento abbastanza soddisfatto anche della ROM originale di cui il solo vero difetto che mi sembra di aver riscontrato è l’essere affetta dall’ormai celebre stagefright!

Chuwi Hi8 stagefright

C’è da dire che il bug stagefright, che ha fatto andare letteralmente nel pallone improvvisamente ad agosto tutti i produttori di devices Android, fa meno paura su un apparecchio che non ha modulo telefonico (dato che si diffonde tramite mms “infetto”).

Vedremo se gli aggiornamenti futuri risolveranno comunque anche questo potenziale problema.

La versione di Android in dotazione è la classica Kitkat stock con Home e Drawer separate e non presenta personalizzazioni. Di preinstallato, oltre ai classici Browser, Email, Calendario, Fotocamera, Calcolatrice e Play Store troviamo solo Movie Studio (utile) e pochissime app cinesi posizionate nell’home pagine che però sono facilmente disinstallabili (è sufficiente il solito tap per trascinare le icone sul lato alto del tablet).

Chuwi Hi8 home Android

Per non spaventare chiunque di voi avesse paura di acquistare un tablet “cinese” in cui è necessario smanettare prima di poterlo utilizzare, ho girato un breve video con il primo avviamento (appena estratto il tablet dalla confezione): si può facilmente vedere che il tablet si accende direttamente su Android e non chiede installazioni o personalizzazioni. La lingua iniziale è inglese ma è sufficiente andare nelle impostazioni e selezionare l’Italiano.

Avere le GApps preinstallate consente un utilizzo immediato del tablet anche ai meno esperti.

Windows:

Niente da eccepire. Il sistema è completo e perfettamente funzionante. Non appena ho inserito le credenziali che uso nel mio pc di casa, ho avuto immediato accesso a tutti i miei dati.

Tutto l’Office è preinstallato, e questo è un bel plus. Il sistema mi è sembrato discretamente fluido e ha subito individuato tutta una serie di aggiornamenti di sistema che si è gestito autonomamente (esattamente come fa un normale pc).

Per tornare ad Android è necessario cliccare nell’icona col robottino presente nella taskbar.

Come è normale che sia, e come da impostazione standard di Windows, il click sulle icone deve essere doppio.


 

Nel complesso, il lato software è promosso a pieni voti e la grande quantità di memoria del tablet (32gb) risulta indispensabile per poter godere a pieno del doppio sistema. La memoria è infatti divisa: il “lato Android” occupa circa 13gb di cui poco più di 6gb sono quelli a disposizione dei dati utente, mentre il lato Windows ne occupa circa 19.5gb di cui poco più di 8gb sono a disposizione dell’utente.

Come se non bastasse, lo slot MicroSD consente l’utilizzo di schede fino a 64gb di memoria che, quindi, consentiranno facilmente di espandere ulteriormente lo spazio a disposizione. Anche questo è un particolare non ininfluente dato che spesso i tablet di questa fascia accettano sim solo fino a 32gb.
Le migliori Micro SD al prezzo più basso del web.

Chuwi Hi8 suddivisione memoria Chuwi Hi8 suddivisione memoria windows

Prestazioni e Benchmark (voto 8)

Il Chuwi Hi8 su Antutu raccimola quasi 35000 punti: non male per un tablet in generale e ottimo in relazione alla fascia di mercato. Di seguito una carrellata di benchmark eseguiti su più piattaforme: sebbene sia ormai evidente e noto ai più che i benchmark di per sè non sono uno strumento di valutazione assoluto, spesso vengono usati per classificare un dispositivo rispetto alla concorrenza.

Chuwi Hi8 Antutu_0 Chuwi Hi8 benchmark 2 Chuwi Hi8 benchmark 3 Chuwi Hi8 benchmark 4

Comparto fotografico (voto 4)

Ecco… se volevamo trovare un difetto al Chuwi Hi8, è sufficiente citare le fotocamere! C’è da dire che sapevamo già che i megapixel a disposizione erano molto pochi e, in più, non si può non prendere atto che in linea generale i tablet non sono fatti per scattare fotografie (a differenza degli smartphone che invece stanno ottimizzando sempre di più il comparto fotografico).

Detto questo, la fotocamera principale dell’Hi8 è appena sufficiente per scattare una foto ricordo. In condizioni di piena luminosità esterna, con il dovuto tempo per mettere a fuoco, il risultato tutto sommato è accettabile, mentre se si vuole allargare il campo visivo, aspettare la sera o addirittura scattare foto dentro casa con illuminazione artificiale, il risultato è a dir poco scadente.

Di seguito alcuni scatti:

Chuwi Hi8 foto esterni 3 Chuwi Hi8 foto esterni 2 Chuwi Hi8 foto esterni 0 Chuwi Hi8 foto esterni 1  Chuwi Hi8 foto interni 0

La fotocamera frontale invece, di 0.3mpx, non la ho neanche utilizzata in quanto a malapena sufficiente per una conversazione su skype.

Nonostante i commenti su questo comparto non siano ovviamente positivi, ricordo che il target del tablet e l’utilizzo medio verso cui è indirizzato non devono essere dimenticati: alla resa dei conti, il poco di fotografie che sarà possibile fare sono da considerare “in più” rispetto a non poterle neanche scattare…

Batteria (voto 8)

La batteria del Chuwi Hi8 è di dimensioni generose: 4000mAh cosentono un massicco utilizzo dell’apparecchio, shiftando da Android a Windows, scaricamenti, giochi, video, ecc… e il nostro tablet ci porterà sempre fino a sera e più. Il tempo in cui la batteria passa da 0 al 100% è abbastanza rapido: poco meno di 2h 30′.

Di seguito, per gli appassionati dei benchmark, il punteggio del Battery Test eseguito con Antutu Tester

Chuwi Hi8 benchmark battery test

Sensori e caratteristiche aggiuntive (voto 6)

L’unico sensore di cui ho sentito la mancanza è il GPS. Per il resto ci sono da annoverare il sensore di gravità e quello di luminosità ma, soprattutto, da apprezzare la funzione OTG che consente di leggere un pendrive esterno o di collegare, con l’apposito cavo USB-OTG, mouse e tastiera per usare il tablet come fosse un pc! Questa funzione è attiva sia su Android che su Windows.

Connettività (voto 7)

Il Wi-Fi ha una buona potenza, velocità di connessione e stabilità. Anche il trasferimento schermo (funzione che, sfruttando una periferica ricettiva come ad esempio la Google Chromecast, consente di usare come monitor un televisore) passa attraverso la rete wi-fi e anche questa funzione è risultata stabile e veloce. L’utilizzo del televisore come schermo, unito alla possibilità di usare mouse e tastiera, sotto Windows restituiscono il feeling di un pc!

La connessione Bluetooth ugualmente efficiente: la ho usata sia per trasferire files che per ascoltare musica sullo stereo di casa.

Gaming (voto 8)

Per testare la reattività del Chuwi Hi8 nel gaming, ho scaricato contemporaneamente Real Racing3 e Asphalt8, 2 dei giochi più pesanti in circolazione e entrambi hanno dato risultato soddisfacenti. Ottimi i dettagli visibili anche dagli specchietti retrovisori (nei tablet e telefoni con GPU meno performanti i particolari non sono spesso visibili, mentre qui la definizione è sempre ottima), ottima fluidità e non ho notato lag che potessero rendere in qualche maniera lento il gioco.

Non ho giocato per ore, ma per provare a mettere in crisi il sistema ho aperto i 2 giochi contemporaneamente, ho lanciato la corsa di uno, messo in standby e lanciato il secondo. A quel punto, a turno, ho fatto un paio di corse con entrambi, ed entrambi hanno continuato a girare perfettamente.

Il Chuwi Hi8 potrà dare buone soddisfazioni nel gioco.

Alcuni screenshots dei giochi:

Chuwi Hi8 asphalt8_0 Chuwi Hi8 asphalt8_1 Chuwi Hi8 asphalt8_2 Chuwi Hi8 asphalt8_3 Chuwi Hi8 asphalt8_4 Chuwi Hi8 Real Racing3

Conclusioni

Per il prezzo di acquisto ritengo si tratti del miglior tablet acquistabile ad Ottobre 2015! La cosa che più mi ha sbalordito è che pensavo di trovarmi davanti un giocattolo da regalare per Natale e, invece, mi sono trovato davanti un vero e proprio tablet funzionale, efficiente e completo.

E’ chiaro che non è un top di gamma con struttura metallica o superfotocamera ma, come sempre sarebbe opportuno fare, è indispensabile pesare un prodotto in funzione di quello che offre e non di quello che vorremmo aver acquistato!

Spendendo meno di 100 euro difficilmente potrete trovare più di quanto offre il Chuwi Hi8.

[schema type=”review” url=”https://www.topdigamma.it/informatica/tablet/miglior-tablet-per-bambini-100-euro-chuwi-hi8-windows-10-android-recensione/” name=”Chuwi Hi8″ description=”Miglior tablet economico da 100″ author=”Giuseppe” pubdate=”2015-10-10″ user_review=”7.6″ min_review=”1″ max_review=”10″ ]

Dovendo elencare i vari PRO e CONTRO di questo telefono mi sento di fare queste nomine:

PRO: Dual Boot, Display FullHD, Prestazioni e fluidità di entrambi i sistemi, Prezzo, supporto MicroSD fino a 64gb

CONTRO: Fotocamere, Mancanza GPS, Mancanza rete 3G

Alla resa dei conti, sia che vogliate acquistare il Chui Hi8 per vostro figlio, sia che vogliate acquistarlo per voi, sono i migliori 80/90/100 euro che potete spendere (per un tablet, ovvio)

Come alternativa più economica al Chuwi Hi8 c’è il nuovo Kindle Fire a 60 euro (con offerte speciali) o 75 euro (senza offerte speciali).