Recensione Notebook Asus VivoBook Pro N580GD – Migliore Portatile 1000 euro?

Recensione Notebook Asus VivoBook Pro N580GD Migliore Portatile 1000 euro

Ho scelto di acquistare e di scrivere la recensione di Asus VivoBook Pro N580GD, con Intel Core i7-8750H, dopo essere andato alla ricerca del miglior notebook per un utilizzo misto tra studio, uso di programmi come Adobe Photoshop (editing foto), Adobe Premiere (montaggio video), Visual Studio.

Mi serviva un portatile con molta RAM perché sono abituato a tenere aperti diversi programmi contemporaneamente (specialmente moti tab di Chrome), inoltre lo volevo sufficientemente prestante da poter giocare anche ai videogiochi più recenti, anche se non con dettagli ultra.

Il miglior notebook per le mie esigenze doveva essere anche abbastanza leggero, con un sistema di dissipazione del calore che, oltre ad essere efficace, doveva essere anche relativamente silenzioso.

Ultima caratteristica, ma non la meno importante, l’autonomia, deve permettermi di utilizzare il portatile per qualche ora senza doverlo collegare all’alimentatore.

Recensione Notebook Asus VivoBook Pro N580GD – Migliore Portatile 1000 euro?

La domanda alla quale cercherò di rispondere con questa recensione è la seguente: “L’Asus VivoBook Pro N580GD è il miglior notebook come rapporto qualità/prezzo per chi ha esigenze simili alle mie?”.

Cyber Monday – Offerte Portatili

I migliori notebook in offerta durante il Cyber Monday Amazon.

Ovviamente durante le mie ricerche o individuato quasi subito quello che poteva essere il miglior notebook per le mie esigenze, ovvero il Dell XPS 15 con display IPS FHD da 15,6″, processore Intel Core i7-8750H di ottava generazione, 16GB di RAM, SSD PCIe M.2 2280 da 512 GB, scheda NVIDIA GeForce GTX 1050Ti con GDDR5 da 4 GB.

Purtroppo però il prezzo del Dell XPS 15 è troppo alto per le mie tasche, non dico che non sia giustificato, ma io non posso permettermi di spendere 1689 euro + IVA, fine del discorso.

Quindi sono andato alla ricerca di un portatile con caratteristiche simili, ma  che doveva essere venduto ad un prezzo più basso.

Terminate le mie ricerche ho deciso di acquistare su Amazon l’Asus Vivobook Pro N580GD-E4087T, l’ho comprato il 5 novembre 2018 e l’ho pagato 1199 euro.

Asus Vivobook Pro N580GD-E4087T, Monitor da 15.6" FHD, Intel Core i7-8750H, RAM da 16 GB DDR4, HDD da 1 TB e 512 GB SSD, Scheda Grafica Nvidia GTX1050 da 4 GB DDR5, Windows 10
  • Notebook con monitor FHD No Glare da 15,6" Fingerprint, TPM e tastiera retroilluminata
  • Processore Intel Core i7-8750H e scheda grafica Nvidia Geoforce GTX1050 da 4GB DDR5
  • Ottimo audio: harmon / kardon, con Windows 10

Recensione Asus Vivobook Pro N580GD-E4087T – Principali Caratteristiche Tecniche

Schermo: IPS da 15.6 pollici FHD (1920 x 1080 pixel), opaco
Processore: Intel Core i7-8750H Coffe Lake di ottava generazione, 6 Core 12 thread, da 2.2 a 4.1 GHz, realizzato con processo produttivo a 14 nm, TDP 45W, scheda grafica integrata Intel UHD 630
GPU: Nvidia GeForce GTX 1050, 4GB GDDR5
RAM: 16GB DDR4 2400 MHz Samsung
Archiviazione: SSD 512 GB Micron MTFDDAV512TBN Serial ATA III M.2 + Toshiba MQ04ABF100 da 1 TB
Porte: 1 Type-C 3.1 Gen1, 1 USB-A 3.0, 2x USB-A 2.0, 1 HDMI, Jack 3.5 mm combo, lettore SD, porta LAN
Rete: Wi-Fi ac Intel 9560, Bluetooth 5.0 HCI 9.256 / LMP 9.256
Altro: webcam 720p, Tastiera retroilluminata con escursione tasti di 1,4 mm, audio sviluppato dal team Harman Kardon
Batteria: 47Wh, 3S1P, 3-cell Li-ion
Alimentatore: 16V 6.32A, dimensioni 15.9 x 7.6 x 2.6 cm
Dimensioni: 38.0(W) x 25.6(D) x 1.92 ~ 1.92 (H) cm / Peso 1990 grammi

Recensione Asus Vivobook Pro N580GD – Unboxing – Design – Qualità costruttiva

Asus Vivobook Pro N580GD è un portatile con un bel design, la scocca in allumino spazzolato è di color oro tendente all’argento e gli conferisce un aspetto premium.

Purtroppo quando solleviamo il display (bisogna usare due mani per farlo altrimenti ci viene dietro anche la base),  notiamo le larghe cornici in plastica che lo circondano.

Asus Vivobook Pro N580GD Recensione Qualita Costruttiva Design schermo ips full hd opaco

Anche la base è in plastica di ottima qualità e anche molto resistente. Sempre nella parte inferiore troviamo i fori per gli speaker, le prese d’aria, mentre il calore viene dissipato attraverso una griglia nascosta dalla cerniera del display.

Asus Vivobook Pro N580GD Recensione Qualita Costruttiva Design parte inferiore fori speaker stereo

Il pannello che ricopre la tastiera è in alluminio ma flette un po’ al centro.

Anche il display, molto sottile, flette un po’ troppo, anche applicando una debole torsione.

In generale una qualità costruttiva che all’apparenza sembra al top, ma che in realtà poteva essere più elevata su di un portatile da circa 1200 euro.

Sul lato destro troviamo due indicatori LED per batteria e utilizzo portatile, lettore SD, jack da 3.5 mm combo per microfono e cuffie, due porte USB 2.0 tipo A e Kensington Security Slot.

Asus Vivobook Pro N580GD Recensione Qualita Costruttiva Design lato destro lettore sd porte usb ingresso cuffie e microfono

Sul lato sinistro troviamo il connettore proprietario per l’alimentatore, la porta ethernet, una porta USB 3 Typ-A, una HDMI  e una porta Type-C 3.1 Gen.1.

Asus Vivobook Pro N580GD Recensione Qualita Costruttiva Design lato sinistro porta ethernet dcin USB 3.1 gen 1 hdmi Type-C

Asus Vivobook Pro N580GD Recensione Porte presenti

Dotazione di porte discreta ma sul Dell XPS 15 troviamo anche Thunderbolt 3, HDMI 2.0, USB 3.1 di seconda generazione, DisplayPort 1.2

Le dimensioni sono abbastanza contenute per un 15,6 pollici,  38  x 25,6  x 1,92 cm e anche il peso è contenuto, 1,99 kg, ma Dell XPS 15  fa decisamente meglio: 35,7 x 32,5 x 1,7 cm e un perso di soli 1,8 kg. Inoltre il Dell XPS 15 ha una batteria da 97 Wh mentre l’Asus Vivobook Pro N580GD da soli 47Wh.

La tastiera con layout in italiano è retroilluminata, solo led bianchi, ci sono 4 livelli: spenta, bassa, media alta. Quando si preme il tasto Caps Lock (blocco maiuscole) non si ha modo di saperlo se non quello di ricordarsi di averlo premuto. Ci sono alcuni accorgimenti che si possono prendere per risolvere (in parte) il problema come quello di mettere un segno di spunta in Attiva segnali acustici da Pannello di controllo -> accessibilità -> modifica funzionamento della tastiera.

I tasti a isola sono piuttosto grandi, la digitazione è veloce, secondo Asus l’escursione tasti è di 1,4 mm. È presente anche il tastierino numerico con tasti più stretti, alcuni tasti sono spostati proprio per via della presenza del tastierino numerico.

Le dita scorrono bene sul touchpad con una superficie molto liscia, i tasti desto e sinistro sono divisi solo da una piccola linea verticale. Per fare il click si può premere in qualsiasi punto del touchpad, anche se verso l’altro bisogna applicare una forza maggiore. Ovviamente sono presenti le classiche e comode gesture di Window con le quali non ho riscontrato problemi.

Nell’angolo destro in alto del touchpad è presente il sensore d’impronte digitali (fingerprint) che funziona bene a patto di posizionare il dito in modo corretto.

Asus Vivobook Pro N580GD Recensione Qualita Costruttiva Design Tastiera retroilluminata

Recensione Asus Vivobook Pro N580GD-E4087T – Schermo

Il display dell’Asus Vivobook Pro N580GD è un IPS da 15.6 pollici FHD con applicata un finitura antiriflesso (opaco), la luminosità è abbastanza uniforme, ma non raggiungi valori altissimi, come si può vedere nella figura sotto.

Recensione Asus VivoBook Pro N580GD uniformità display

Dall’analisi Calman ho riscontrato un deltaE medio 0,8 e massimo 2,1, quindi il pannello IPS è ben calibrato.

Recensione Asus VivoBook Pro N580GD Analisi Calman deltaE 0.8 max deltaE 2.1

Asus Vivobook Pro N580GD display visto frontalmente

Buoni anche gli angoli di visione.

Asus Vivobook Pro N580GD angolo di visione verticaleAsus Vivobook Pro N580GD angolo di visone orizzontale
Asus Vivobook Pro N580GD angolo di visione laterale

Recensione Asus Vivobook Pro N580GD-E4087T – Prestazioni Hardware e Benchmark

Dove Asus Vivobook Pro N580GD da il massimo è sicuramente lato prestazioni, questo principalmente per merito della CPU Intel Core i7-8750H Coffe Lake di ottava generazione con 6 Core 12 thread.

Recensione Asus VivoBook Pro N580GD info hardware con HWINFO64

Eseguendo uno stress test, utilizzando contemporaneamente Prime95 e FurMark non ho notato problemi di thermal throttling anche se il portatile raggiunge temperature abbastanza alte.

Recensione Asus VivoBook Pro N580G stress test frequenza cpu temperature gpu verifica problemi di thermal throttling

Asus Vivobook Pro N580GD collegato alla rete e alle massime prestazioni si comporta bene in tutte le situazioni, praticamente possiamo usalo come se stessimo usando un pc desktop. Quindi non dobbiamo preoccuparci se apriamo tanti tab con Chrome e se poi apriamo Photoshop, Premiere ecc.

Dal punto di vista del gaming questo Asus Vivobook Pro N580GD non è nato per giocare, tuttavia la GPU Nvidia GTX 1050 con 4GB di RAM è in grado di farmi giocare a Forza Horizon 4 con dettagli elevati mantenendo una media di 56 fps, valore ottenuto usando il benchmark interno a Forza Horizon 4, mentre con dettagli medi ottengo una media di 58fps e con dettagli ultra di soli 41 fps. Questi valori di frame rate si ottengono solo con batteria carica e portatile collegato all’alimentatore, infatti durante la ricarica della batteria l’Asus viene in parte limitato.

Recensione Asus VivoBook Pro N580G risultati benchmark con configurazione dettagli elevati forza horizon 4
Asus VivoBook Pro N580G risultati benchmark Forza Horizon 4 con dettagli elevati.
Recensione Asus VivoBook Pro N580G risultati benchmark con configurazione dettagli elevati portatile IN CARICA forza horizon 4
Asus VivoBook Pro N580G risultati benchmark Forza Horizon 4 con dettagli elevati DURANTE LA FASE DI RICARICA

Recensione Asus VivoBook Pro N580 test temperature frequenze 38 minuti di forza horizon 4

All’interno di Asus Vivobook Pro N580GD troviamo 1 SSD SATA M.2 Micron MTFDDAV512TBN da 512GB con velocità nella media per un SATA. Per l’archiviazione dati è stato inserito un hard disk meccanico da 1TB.

Recensione Asus VivoBook Pro N580G CrystalDiskMark Benchmark

Asus Vivobook Pro N580GD Risultati di Alcuni Benchmark

  • CineBench R15 OpenGL: 100,21 fps;
  • CineBench R15 CPU: 1148cb;
  • Geekbench 4.3.2: Single Core 4776;
  • Geekbench 4.3.2: Multi Core 18749;
  • 3DMark Time Spy: 1902;
  • PCMark 10: 4499;
  • VRMark Orange Room: 2993;

Recensione Asus Vivobook Pro N580GD – Temperature e rumorosità

Durante i benchmark più impegnativi e lunghe sessioni con giochi pesanti ho raggiunto temperature di circa 49 gradi nella zona centrale della tastiera (parte in alluminio), tuttavia a livello dei tasti tutto questo calore non si sente.

Asus Vivobook Pro N580GD Recensione temperatura zona tastiera durante stress test
Asus Vivobook Pro N580GD temperatura raggiunta nella parte centrale superiore della tastiera durante gli stress test

Alla massima velocità le due ventole si sentono bene, ma la rumorosità massima non è poi così fastidiosa, a livello delle nostre orecchie percepiamo circa 47 db, in un stanza dove in media ci sono 38 db. Il sistema di raffreddamento ventole e heat pipe sono in grado di tenere le temperature sempre sotto controllo.

Asus Vivobook Pro N580GD Recensione Livello di rumorisita con le ventole alla massima potenza
Asus Vivobook Pro N580GD livello di rumorosità massima che avremo + o- a livello delle nostre orecchie con le ventole che girano al massimo della velocità

Durante un utilizzo meno intensivo, navigazione web, editing di documenti, streaming video, le due ventole non si sentono.

Recensione Asus Vivobook Pro N580GD – Audio, Connessioni, WiFi, Bluetooth

L’audio su Asus Vivobook Pro N580GD è molto buono, il suono è caldo, non metallico, abbastanza potente e non distorce. I toni bassi sono profondi, il suono nei toni medi e alti risulta essere chiaro, limpido. Gli speaker sono posti sotto e quindi il suono viene amplificato dal tavolo sul quale è risposto il notebook.

Asus Vivobook Pro N580GD Recensione potenza speaker stereo audio corposo e non distorce potenza massima decibel
Asus Vivobook Pro N580GD durante l’ascolto di musica, il valore è di 88,8 db non molto alto, ma il suono è di qualità, non metallico.

Nessun problema riscontrato con il modulo WiFi ac dual band Intel 9560 che risulta essere molto prestante. Nono avuto problemi neanche con il collegamento di periferiche Bluetooth al portatile.

Asus Vivobook Pro N580GD è dotato di una webcam HD in grado di registrare video alla risoluzione massima 720p a 30 fps, sono anche presenti due microfoni.

Recensione Asus VivoBook Pro N580GD test iperf3 connessione WiFi 5GHz
Recensione Asus VivoBook Pro N580GD test iperf3 connessione WiFi 5GHz in zona con ottima copertura

Recensione Asus Vivobook Pro N580GD-E4087T – Autonomia e durata della batteria

All’interno dell’Asus Vivobook Pro N580GD troviamo una batteria al litio composta da 3 celle da 47Wh, questo si traduce in una autonomia di massimo 3 ore utilizzando programmi come Chrome, Photoshop, quindi con utilizzo medio e con luminosità dello schermo sotto al 50%. Probabilmente non c’era spazio per mettere una batteria più capiente per via della presenza dell’hard disk meccanico.

Il vero punto debole di Asus Vivobook Pro N580G è sicuramente l’autonomia, dovuta ad una batteria di dimensioni troppo ridotte per un portatile di questo calibro. Sicuramente si poteva fare meglio, infatti il Dell XPS 15 integra una batteria da 97 Wh, anche se non ha l’hard disk di tipo meccanico.

ATTENZIONE: non voglio dire che Asus Vivobook Pro N580G non sia ben ottimizzato anzi, per le dimensioni della batteria che integra fa anche troppo.

Il caricabatteria da 120 Wh ha dimensioni piuttosto generose, pesa circa 0,55 kg (cavi inclusi) e ricarica la batteria dal 5% a 95% in circa 1 ora e 30 minuti.

Asus Vivobook Pro N580G Utilizzo Netflix con schermo al 75% di luminosità, WiFi Attivo. Tempi di ricarica
Utilizzo Netflix con schermo al 75% di luminosità, WiFi Attivo. Tempi di ricarica
Asus Vivobook Pro N580G con un utilizzo medio ho fatto 2 ore e 30 minuti
Asus Vivobook Pro N580G
Asus Vivobook Pro N580G utilizzato principalmente con Visual Studio e Chrome. Nei grafici dove c’è una linea retta il portatile era in standby. Ho mostrato anche i processi in esecuzione che, nel mio portatile appena acceso, sono circa 240.

Recensione Asus Vivobook Pro N580GD-E4087T – Considerazioni finali

Chi dovrebbe acquistare Asus Vivobook Pro N580GD? Si tratta di un portatile da oltre 1000 euro, quindi e rivolto a chi lo usa principalmente per lavoro.

Sicuramente è indicato per professionisti che fanno corsi di formazione a qualsiasi livello, insegnanti, studenti universitari che hanno necessità di tanta potenza di calcolo per mettere in pratica quello che hanno appreso durante le lezioni utilizzando programmi di grafica 2D e 3D.

Chi fa montaggio video con Adobe Premiere Pro rimarrà soddisfatto nell’acquisto di un Asus Vivobook Pro N580GD.

Anche chi cerca un portatile da gaming e ha un budget ridotto può pensare all’acquisto di questo notebook, tuttavia le sue sessioni di gioco dovrà farle sempre con laptop collegato alla rete elettrica e con batteria al 100%, in caso contrario la GeForce GTX 1050 non sarà sfruttata al massimo delle sue potenzialità.

Potrebbe essere adatto per i programmatori, anche se un display da 17″ sarebbe più comodo. Se il peso non è un problema si potrebbe pensare a un Dell G3 17 con Intel Core i5-8300H, dovrebbe avere un costo simile e si tratta di un notebook professionale con installato Windows 10 Pro.

A dire il vero Asus Vivobook Pro N580GD è un notebook molto versatile, è difficile trovare ambiti e situazioni dove sconsigliarlo nel modo più assoluto. Il suo grande difetto è la scarsa autonomia, in pratica lo devi tenere quasi sempre collegato all’alimentatore.

Arrivati a questo punto possiamo rispondere alla domanda iniziale: “Asus Vivobook Pro N580GD è il migliore portatile che posso acquistare con circa 1000 euro come qualità/prezzo?”.

Se non t’interessa la portabilità in termini di autonomia allora mi sento di consigliare Asus Vivobook Pro N580GD come uno dei migliori notebook che si possono acquistare con circa 1000 euro di budget. Se invece l’autonomia è molto importante allora meglio guardare altrove.

Ci sono portatili destinati ad altri mercati, come Xiaomi Mi Gaming Laptop (si può acquistare su Gearbest con 1000 euro circa quando è in offerta oppure con i coupon), che hanno prestazioni superiori e prezzi simili, ma sinceramente io non acquisterei un notebook da 1000 euro senza avere una buona garanzia. Asus Vivobook Pro N580GD lo puoi acquistare su Amazon, quindi garanzia al top.

Mi rendo conto che questa non è una recensione professionale, per quelle ci sono siti specializzati. Tuttavia la mancanza sul web di una recensione completa per l’Asus Vivobook Pro N580GD mi ha spinto a scriverla e pubblicarla su TopDiGamma.it, sempre nell’ottica di aiutare qualcuno nella scelta del migliore portatile per le proprie esigenze.

Su Amazon poi trovi anche diversi commenti e opinioni di chi ha acquistato questo portatile e noterai che sono estremamente positive, forse anche un po’ troppo.

Asus Vivobook Pro N580GD-E4087T, Monitor da 15.6" FHD, Intel Core i7-8750H, RAM da 16 GB DDR4, HDD da 1 TB e 512 GB SSD, Scheda Grafica Nvidia GTX1050 da 4 GB DDR5, Windows 10
  • Notebook con monitor FHD No Glare da 15,6" Fingerprint, TPM e tastiera retroilluminata
  • Processore Intel Core i7-8750H e scheda grafica Nvidia Geoforce GTX1050 da 4GB DDR5
  • Ottimo audio: harmon / kardon, con Windows 10

15 COMMENTI

  1. Ciao, ho acquistato una settimana fa il tuo stesso pc e noto che, soprattutto con premiere pro, le ventole sono parecchio rumorose e il pc si surriscalda notevolmente… la parte alta della tastiera (appena sotto lo schermo) diventa ustionante. Non so se conti la pesantezza dei file all’interno di premiere pro…ma anche se fosse, sarebbe normale avere un’affaticamento del notebook nuovo di questo tipo? Grazie

    • Ciao le temperature alte raggiunte a livello della tastiera le ho segnalate anche in questa recensione, anche se non ritengo che siano ustionanti, almeno nel mio caso.

      Sotto sforzo il portatile scalda e le ventole al massimo della velocità fanno effettivamente un po’ di rumore.

      Con Premiere, durante l’esportazione video, ovviamente è normale che le ventole vadano al massimo, mentre durante la fase di editing direi che molto dipende dalla pesantezza dei file e dal lavoro che stai facendo.

      Comunque sul mio portatile i valori di temperatura max e di rumorosità max sono quelli che ho riportato nella recensione, è chiaro che 50 gradi a livello della tastiera si sentono!

      Per quanto mi riguarda preferisco un portatile che si scalda un po’ mantenendo alte le prestazioni ad uno che si blocca o riduce le prestazioni. Inoltre terminati processi che richiedono molte risorse, la temperatura si abbassa molto velocemente.

      Se ritieni che le temperature raggiunte siano troppo alte credo che ti convenga chiedere il rimborso oppure provare con la sostituzione.

    • Ciao scusa se non ho risposto prima, ma il tuo commento non veniva visualizzato su disqus, il display ha una frequenza di aggiornamento pari a 60Hz. Ciao.

  2. Ciao a tutti, vorrei condividere la mia esperienza. Ho acquistato il prodotto con partita iva, per cui dopo 1 anno la garanzia è scaduta. Esattamente un mese dopo questa scadenza, pur avendo sempre trattato il portatile con i guanti, la cerniera che unisce il display al corpo si è rotta. Quasi 1 mese per la riparazione e 180€, non c’è stato verso di ottenere un po’ di malleabilità dal centro assistenza (stiamo parlando di una spesa da 1200€ fatta solo 13 mesi prima!). Dopo un paio di mesi lo speaker dx ha iniziato a distorcere, non posso più ascoltare file video o audio con un volume superiore al 40% altrimenti sento un concertino di rane. Non posso spendere di più, lo terrò così… ma sono MOLTO SCONTENTO.
    è decisamente troppo fragile. e pensare che la scocca di alluminio mi aveva fatto pensare a un computer robusto e affidabile da questo punto di vista… in sintesi: SCONSIGLIATO.

    • Ciao grazie per il tuo commento. Io l’ho sto ancora usando, devo dire che l’ho sempre portato con me durante viaggi in treno, nello zaino anche un po’ pressato da altro materiale, ma attualmente non ho ancora avuto i problemi da te riscontrati.

      Mi dispiace per quello che ti è successo, però nel primo anno di utilizzo come ti sei trovato?

      • Grazie a te. Nel primo anno tutto bene, le prestazioni della CPU sono in linea con le attese. Però ribadisco: per un portatile di questa fascia la cerniera e gli speaker sono troppo fragili.

  3. Volevo fare una domanda, ma le temperature che registri al livello della tastiera , ossia di 50 gradi , non si riflettono però alla temperatura “propria” della cpu e gpu? Nel senso , usando programmi per monitorare la temperatura delle varie componenti registro anche 80/85 gradi , pur non sembrando al tatto, ovviamente. Mi chiedevo se quindi questi programmi fossero un pò fallaci nella segnalazione della temperatura e se nel caso potessi avere qualche dritta su programmi magari “ufficiali” per monitorare la temperatura.

    Inoltre io metto il risparmio energetico nelle sessioni di Gaming e limito il processore dalle impostazioni per abbassare la temperatura. E’ una mossa giusta o si consiglia di fare altrimenti?

    • Ciao la temperatura dellle CPU arrivano facilmente a picchi di 80/85 gradi ma ovviamente il resto del pc rimane più freddo, la temperatura di 50 gradi la misuro sul telaio sopra la tastiera, i tasti sono ancora meno caldi.

      Comunque la temperatura dei core dovrebbe aggirarsi attorno i 70-75° con carichi di lavoro abbastanza intensi, puoi provare a misurarle con HWMonitor https://www.cpuid.com/softwares/hwmonitor.html

      Dipende che giochi stai facendo se riesci a giocare bene anche con il risparmio energetico va bene, ma solitamente con i giochi si usano le massime prestazioni, quindi con le ventole che girano al massimo.

      • Ti ringrazio per questo confronto. Il mio non è un reale problema, alla fine volevo solo testare un pò la GPU , visto che non è il massimo ma sicuramente per un portatile è già abbastanza. Avevo letto su qualche forum in inglese che il problema del processore i7 8750H è da ritrovarsi nell’eccessivo voltaggio , e che andrebbe undervoltato e risistemato anche il livello di Turbo Boost short Power.

        Purtroppo queste cose sono al di là delle mie competenze in materia, però , usando il programma intel XTU , modificando determinati parametri , ho notato cali di temperatura effettivi effettuando stress test . La mia domanda è questa : è mai possibile che in momenti di stress si raggiungano temperature eccessive e sono da considerare nella norma , o davvero questi parametri non erano stati settati a dovere?

        • Ciao quello che hai fatto tu è giusto, in effetti le temperature che si raggiungono sono piuttosto alte, il tavolo dove appoggio il pc scotta dopo averlo usato per molto tempo, ma questo significa anche che il lavoro di dissipazione funziona bene e che il portatile non va in thermal throttling e riesce a mantenere prestazioni elevate. Eventualmente se quello che hai fatto non basta puoi prenderti un supporto per notebook dovrebbe facilitare un po’ la dissipazione del calore.

  4. Buongiorno,
    La ringrazio innanzitutto per la recensione, chiara e puntuale per l’uso che anche io, come Lei ne faccio (programmi 2D e 3D oltre a Photoshop a livelli semi-pro).
    E’ un po’ che, per usare un francesismo, impazzisco per ricercare un notebook proprio per quest’uso tenuto conto che il mio budget massimo arriva a 1500 euro costituito da uno schermo se non top almeno di buon livello per editing e lettore di scheda SD.
    Avevo prestato inizialmente attenzione al Dell XPS 15 7590 del quale non sono sicuro della configurazione da scegliere compatibilmente con le mie esigenze e con il budget
    Per quanto riguarda Asus, ho notato anche lo Zenbook 15 UX534FTC che però (mi corregga se sbaglio) sembrerebbe avere uno schermo con sRGB e AdobeRGB inferiore al Vivobook pro di questa recensione. La scelta migliore sarebbe lo stesso modello FT ma sforo di budget.
    Infine, guardando tra gli Hp, mi sembrerebbe che il Pavilion 16 (da poco uscito) gaming a0026 abbia, sulla carte tutte le caratteristiche per fare bene (sRGB al 94% e AdobeRGB al 60,5% oltre ad un pwm basso).
    Le idee non sono del tutto chiare; mi potrebbe aiutare? Gliene sarei grato.

    • Ciao scusami per il ritardo, ma sono stato in vacanza. Scegliere il miglior notebook in base alle proprie esigenze non è cosa facile, bisognerebbe aver la possibilità di provare molti modelli per diverso tempo, cosa un po’ difficile per la maggior parte delle persone.

      Quindi bisogna affidarsi alle recensioni, commenti e opinioni di chi ha acquistato un certo portatile e l’ha utilizzato per un po’ di tempo.

      Per individuare quale portatile acquistare bisogna per prima cosa sapere esattamente il tipo di utilizzo che ne faremo.

      Design, qualità costruttiva e peso vanno presi in considerazione, specialmente se si usa il notebook fuori casa, in treno ecc. Bisogna trovare un compromesso tra portabilità, buona dissipazione del calore, espandibilità. Occhio anche all’alimentatore, che potrebbe essere molto ingombrante.

      Monitor, direi che nel tuo caso un buon IPS, abbastanza luminoso, opaco con risoluzione Full HD potrebbe essere sufficiente. Non andrei su un 4K, consuma di più, il costo del portatile aumenta e il 4K si apprezza di più su monitor di grandi dimensioni. Preferirei usare i soldi risparmiati per acquistare un monitor professionale, però dipende ovviamente dalle proprie esigenze.

      Hardware CPU, GPU, Memoria Interna, RAM
      Non sempre serve avere la CPU più potente e l’hardware più recente. Ci sono portatili molto potenti, che però non sono in grado di dissipare correttamente il calore e quindi vanno in thermal throttling. Hardware molto recente potrebbe anche voler dire driver non ancora perfettamente ottimizzati.

      Nel tuo caso direi che serve una GPU dedicata oppure dovresti aspettare la commercializzazione di portatili con CPU AMD Ryzen Serie 4000, tenendo a mente quanto scritto sopra. In tutti i portatili con processore Intel Core i7-9750H, se non sono “castrati” nelle prestazioni, le ventole fanno un po’ di rumore alla massima potenza.

      RAM, minimo 8GB, ma direi di partire subito con 16GB, importante che sia anche espandibile.

      Memoria Interna, disco SSD NVMe M.2 da 256/512 GB per il sistema operativo più la possibilità di aggiungerne un SSD da 1TB per archiviazione dati. Se ha una buona connessione, tipo fibra ottica, e usi molto il cloud potresti evitare il secondo disco per l’archiviazione.

      Autonomia, questa dipende non solo dalla capacità della batteria, ma anche da tutto quello detto fino ad ora, potenza CPU, monitor, ottimizzazione dei driver ecc.

      Tastiera e touchpad, sono spesso sottovalutati, ma molto importanti, assicurati che sia retroilluminata e che il portatile non scaldi troppo a livello della tastiera. Un buon touchpad può sostituire il mouse.

      Porte, scheda WiFi, Bluetooth, lettore SD nel tuo caso il portatile deve avere un lettore di schede SD.

      Software, valutare anche la possibilità di poter installare Linux, quindi di avere un dual boot e i sistemi di sblocco del laptop, se con impronta digitale, riconoscimento del volto ecc.

      Multimedia, come abbiamo visto durante il lockdown avere un buon microfono e una buona webcam non fa certo male.

      Oltre ai modelli da te indicati, nel caso ti servisse un notebook con display migliore, potresti valutare l’Acer ConceptD 3 il modello attualmente in commercio non ha il lettore di SD https://amzn.to/31JXgOk ma a ottobre dovrebbe uscire il nuovo modello con CPU Intel di decima generazione e lettore SD https://www.acer.com/ac/it/IT/content/conceptd-series/conceptd3

      Altro portatile che potrebbe essere interessante è l’Asus ROG Zephyrus G15 con CPU
      Ryzen 7-4800HS https://amzn.to/3jywsa2 un po’ difficile da trovare, come tutti i nuovi notebook con CPU Ryzeon 4800, tipo anche HP Homen Laptop 15.

      Diciamo che siamo in un periodo un po’ di transizione, molti stanno aspettando i nuovi modelli con CPU Ryzen 4800 prima di acquistare un nuovo notebook.

  5. Ciao a tutti, anche io nel novembre del 2018 ho scelto di acquistare questo notebook.
    A gennaio 2022, dopo 3 anni in cui non ho riscontrato alcun problema, sebbene abbia sempre usato il notebook con attenzione mi si sono rotte le cerniere che tengono legato il display alla base (tastiera). Sono in contatto con alcuni centri di riparazione PC a cui ho chiesto un preventivo per la riparazione. Quelli che ad oggi mi hanno risposto mi chiedono 250 euro per la riparazione (a Torino) sostenendo che sia necessario cambiare tutta la plancia superiore comprensiva del display. Avete consigli in merito su come poterlo riparare? Io nel frattempo sto continuando ad utilizzarlo senza problemi, tenendo il display in posizione verticale attraverso una scatola. Conoscete magari qualcuno che non lo utilizza più i più svariati motivi e da cui potrei recuperare il pezzo da sostituire? Grazie a chiunque mi potrà aiutare fornendo utili consigli.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.