Recensione Proscenic M7 Pro il Robot Aspirapolvere che si Svuota da Solo

Proscenic M7 Pro è un robot aspirapolvere che è in grado di lavare anche i pavimenti, ma il suo punto di forza è la potenza d’aspirazione e la possibilità di svuotare automaticamente il contenitore dello sporco, grazie alla compatibilità con il “bidone” che fa anche da base di ricarica, proprio come i robot aspirapolvere top di gamma iRobot Roomba.

Con la recensione del Proscenic M7 Pro cercherò di capire se questo robot può essere considerato tra i migliori aspirapolvere robot come qualità/prezzo oppure se è meglio orientarsi verso altro modelli.

Recensione Proscenic M7 Pro

Proscenic M7 PRO Robot Aspirapolvere con Tecnologia Navigazione Laser LDS, Robotino Lavapavimenti con APP & Alexa per Pulizia Domestica/Peli Animali/Capelli/Polvere
  • 【Svuotamento Automatico】: Svuota automaticamente il contenitore raccogli-polvere in un sacchetto usa e getta sigillato (venduto separatamenrte, potresti cercare B07ZQ41XQ6 su Amazon
  • 【APP & ALEXA】: Utilizza l'App ProscenicHome per Smartphone Android o iOS per controllare il robot, prenotare gli orari di pulizia, regolare la velocità del flusso d'acqua e monitorare il percorso di pulizia ecc
  • 【Y- Tipo Lavapavimenti】: Attivare l'azione di lavaggio a triplo passaggio e pulire sporco e sporcizia.

Il Proscenic M7 Pro mi è stato inviato da Proscenic per una recensione completa, questa è la pagina ufficiale del robot aspirapolvere Proscenic M7 Pro in italiano.

Quando un prodotto ti viene spedito da un produttore è sempre difficile essere imparziali, ma io ho provato per oltre un mese questo robot aspirapolvere e ho cercato di comportarmi come se lo avessi effettivamente acquistato su Amazon.

Quindi quello che trovate scritto in questa recensione è quello che effettivamente avrete acquistando il Proscenic M7 Pro.

Unboxing, qualità costruttiva e accessori

All’interno della confezione del Proscenic M7 Pro troverete:

  • il robot aspirapolvere in colorazione nera;
  • una base di ricarica e relativo alimentatore con presa elettrica è di tipo EU (Tipo CEE 7/16);
  • un panno in microfibra per lavare i pavimenti;
  • 10 panni usa e getta che si possono usare come raccogli polvere per la pulizia del parquet oppure anche durante la funzione lavaggio;
  • 2 spazzole rotanti laterali di ricambio;
  • 1 filtro HEPA di ricambio;
  • 1 telecomando IR per guidare il robot, con allegate 2 batterie mini stilo AAA;
  • 4 filtrini che si applicano al contenitore dell’acqua e che quindi potrebbero chiudersi o comunque rovinare a causa del calcare;
  • un manuale utente con anche l’italiano, guida utente che ho trovato abbastanza chiara e completa.

Le dimensioni del Proscenic M7 Pro sono 350 x 350 x 100 mm, mentre le dimensioni della base di ricarica sono altezza 10 cm, profondità 14,5 cm e larghezza 14 cm, quindi è piuttosto compatta.

Proscenic M7 Pro altezza di 10 cm compresa torretta laser
Proscenic M7 Pro altezza di 10 cm compresa torretta laser
Proscenic M7 Pro diametro di 35 cm
Proscenic M7 Pro diametro di 35 cm

La qualità costruttiva del robot aspirapolvere Proscenic M7 Pro è decisamente buona alla pari di altri robot aspirapolvere più conosciuti come il Roborock S50 Max, che ho recensito di recente.

Anche la forma è molto simile al Roborock S50 Max, in più il Proscenic M7 Pro ha un bumber con un profilo in rilievo in gomma morbida che gli permette di andare a “sbattere contro i mobili” in modo più delicato quindi senza rovinarli.

Proscenic M7 Pro sensore laterale per individuare i muri e sensore ir da notare anche la parte gommata a livello del bumber che permette di non rovinare i mobili quando il robot li colpisce
Proscenic M7 Pro sensore laterale per individuare i muri e sensore ir, da notare anche la parte gommata a livello del bumber che permette di non rovinare i mobili quando il robot li colpisce

Sui lati oltre al bumber troviamo anche un griglia forata con sotto lo speaker, purtroppo il Proscenic M7 Pro robot aspirapolvere NON parla in Italiano, ma solo in inglese. Sempre a livello della griglia troviamo anche un pulsate di reset per riavviare il robot in caso non ci si riuscisse con il pulsante di accensione e spegnimento. C’è poi una seconda griglia forata da dove esce l’aria.

Proscenic M7 Pro speaker interno al robot purtroppo non parla Italiano si vede anche il tasto di reset
Proscenic M7 Pro speaker interno al robot purtroppo non parla Italiano si vede anche il tasto di reset

Lungo il bordo laterale troviamo 4 sensori:

  • uno frontale anticollisione e per individuare la base di ricarica;
  • un sensore TOF vicino allo speaker per individuare i muri insieme ad un sensore IR ausiliario per l’individuazione della base di ricarica;
  • un sensore IR vicino alla griglia da dove fuoriesce l’aria, anche questo viene in aiuto per l’individuazione della base di ricarica.

Di lato, sul retro si trova il contenitore dello sporco e, volendo, si può inserire il contenitore dell’acqua con relativo panno in microfibra removibile e lavabile.

Proscenic M7 Pro griglia forata da dove fuoriesce aria
Griglia laterale da dove fuoriesce l’aria, contenitore dello sporco e contenitore dell’acqua con relativo panno in microfibra

Il contenitore dello sporco ha una capacità di 0,4 litri e si rimuove facilmente premendo la leva nera. Il contenitore dello sporco ha due fessure, una da dove entro lo sporco e una con uno sportellino che viene aperto quando il robot aspirapolvere viene svuotato automaticamente dalla base aspirapolvere, accessorio che va acquistato a parte.

Proscenic M7 Pro contenitore dello sporco con filtro HEPA Proscenic M7 Pro contenitore dello sporco con coperchio aperto

Sul lato superiore troviamo la torretta laser, i pulsanti di accensione/spegnimento e il pulsante per tornare alla base di ricarica, entrambi retroilluminati con led blu che si può anche disattivare tramite applicazione.

Passiamo ora al lato inferiore dove troviamo 4 sensori di dislivello per non far “precipitare” il robot nel vuoto, nel caso che lo usaste al piano superiore, oppure su un soppalco.

Ci sono poi due spazzole laterali rotanti, che si possono rimuovere svitando la vite, cosa che è da fare periodicamente per togliere peli e capelli aggrovigliati.

Ci sono i connettori per la base di ricarica in dotazione e i connettori per la base di ricarica con aspirapolvere per lo svuotamento automatico del contenitore dello sporco. Questi due connettori vengono coperti quando è inserito il serbatoio dell’acqua e relativo panno in microfibra.

Troviamo poi la ruotina omnidirezionale, che si può rimuovere abbastanza facilmente per la relativa pulizia e le due ruote motrici.

Proscenic M7 Pro parte inferiore 2 spazzole rotanti connettori per base di ricaricare 2 connettori per bidone aspiratutto spazzola principale sensori di dislivello

La spazzola rotante principale è posta al centro è larga poco più di 17 cm e si può rimuovere molto facilmente. Per come è stata disegnata un po’ di capelli e peli si potrebbero aggrovigliare alle estremità, ma si rimuovono abbastanza facilmente. Per pulire la spazzola principale ci viene in aiuto anche il pettine con taglierino che si trova nel contenitore dello sporco.

Proscenic M7 Pro spazzola rotante principale

Proscenic M7 Pro spazzola con taglierino per pulire la spazzola rotante dai capelli aggrovigliati

Rimuovendo il pannello inferiore si accede alla batteria, che si può rimuovere facilmente ed eventualmente sostituire, nel caso l’autonomia dovesse ridursi eccessivamente. Per trovare batterie di ricambio basta fare una ricerca su Google con “Proscenic robot battery pack”.

Proscenic M7 Pro particolare della batteria che si puo rimuovere molto facilmente ed eventualmente essere sostituita

Base di ricarica con aspirapolvere per lo svuotamento automatico del contenitore dello sporco.

La base di ricarica con aspirapolvere per lo svuotamento automatico del contenitore dello sporco del Proscenic M7 Pro è un accessorio che va acquistato separatamente al costo di circa 99 euro.

Oltre a caricare il robot questa base è dotata di un motore aspirapolvere molto potente che può svuotare il contenitore dello sporco del robot. Lo sporco aspirato andrà a finire in un sacchetto che si trova all’interno della base e al quale è possibile accedere sollevando il coperchio superiore. All’interno troverete anche un filtro, controllate che sia ben posizionato, potrebbe essersi spostato in seguito al trasporto.

Proscenic M7 Pro Automatic Dirt Disposal aspirapolvere per lo svuotamento automatico del contenitore dello sporco si nota il sacchetto raccoglipolvere

In dotazione con questa base di ricarica ci sono anche due sacchetti oltre a quello già inserito.

Sotto la base trovate delle viti che se svitate permettono la rimozione di un coperchio per l’eventuale rimozione di oggetti che ostruiscono il passaggio dello sporco dal contenitore del robot al sacchetto della base.

Proscenic M7 Pro bidone aspirapolvere per lo svuotamente automatico parte inferiore con vano per accedere alla pulizia interna

Il motore di questa è molto potente e permette un buona pulizia del contenitore dello sporco, in circa un mese di utilizzo non ho ancora cambiato il sacchetto.

Direi che è un accessorio molto comodo, che consiglio di acquistare insieme al robot aspirapolvere.

Quali sono le funzioni principali dell’applicazione?

Prima di parlare delle funzioni che troviamo all’interno dell’applicazione voglio spiegare alcune cose importanti che è meglio sapere quando si procede alla prima installazione.

Per la prima installazione scaricare l’applicazione ProscenicHome dal Google Play Store.

Installata l’applicazione Proscenic Home effettuare il Login oppure creare un nuovo account ne non ne avete già uno.

Effettuato il login aggiungere un nuovo dispositivo e tra quelli mostrati selezionare Proscenic M7 Pro.

A questo punto parte la configurazione guidata, di seguito trovate alcuni suggerimenti che vi aiuteranno in questa prima configurazione del robot aspirapolvere.

Prima di iniziare la configurazione bisogna mette il robot in modalità di configurazione premendo contemporaneamente il tasto di accessione e di ritorno alla base di ricarica per oltre 5 secondi, fino a quando non sentite un suono.

Se in casa avete un modem router wifi dual band, molto probabile, posizionatevi ad un certa distanza dal router, magari in un’altra stanza in modo che il vostro smartphone si colleghi alla rete Wi-Fi di casa utilizzando la banda a 2,4 GHz e non quella a 5Ghz, questo perché il robot si può collegare solo a reti wireless 2,4 Ghz.

Durante la procedura guidata, dopo aver selezionato la rete wifi al quale collegare il robot, vi verrà chiesto di collegarvi alla rete wifi creata dal robot, questo per poter trasmettere i dati, nome della rete e password, al robot. Questo passaggio solitamente è automatico quando si configurano altri prodotti smart, ma con il Proscenic M7 Pro dovete farlo voi manualmente.

Comunque la procedura guidata è abbastanza dettagliata e semplice.

Vediamo quelle che sono le principali funzioni che si trovano all’interno dell’applicazione Proscenic Home.

Per poter utilizzale tutte le funzioni SMART del Proscenic M7 Pro è fondamentale collegarlo alla rete WiFi di casa.

Tuttavia è possibile utilizzare il Proscenic M7 Pro anche senza una rete wifi a casa, infatti si può far partire, fermare e far tornare alla base manualmente attraverso i due pulsanti fisici. In questo modo però non sarà possibile impostare il livello di potenza,  schedulare le pulizie ecc. Per tutte le funzioni SMART serve  una connessione WiFi.

Se proprio non avete una rete WiFi potete creare un hotspot con il vostro smartphone, quindi collegare il robot alla rete wifi creata con il cellulare, prendere un altro telefono procedere alla configurazione, installare eventuali aggiornamenti del firmware, lanciare il primo ciclo di pulizia, modificare la mappa in base alle vostre esigenze, impostare la potenza di aspirazione e tutto dovrebbe funzionare anche senza la rete wifi.

Ricordatevi però che per il corretto funzionamento della schedulazione dei cicli di pulizia è necessaria la connessione alla rete WiFi.

Nella schermata principale troviamo la mappa attualmente in uso, alcune informazioni sull’ultimo ciclo di pulizia, come area pulita in mq, percentuale di carica residua e tempo impiegato.

Proscenic Home schermata principale

Troviamo poi il tasto messaggi in alto a destra per accedere alle notifiche inviate dal robot e alcuni pulsanti in basso che vediamo nel dettaglio.

Impostazione di un area riservata, server per impostare zone di divieto d’accesso, per esempio la zona dove abbiamo la lettiera del gatto, oppure dove ci sono tappeti leggeri che potrebbero essere spostati e quindi causare il blocco del robot aspirapolvere.

Pulizia del selezionamento dell’area, da qui possiamo selezionare le stanze da pulire, questo se abbiamo diviso la mappa in stanze, purtroppo non è possibile impostare il livello di potenza da utilizzare in ogni stanza.

Area personalizzata, possiamo disegnare aree all’interno della mappa e decidere quanti cicli di pulizia deve fare il robot in quella determinata area (max 2). Alle aree create va dato un nome, ma questo nome non possiamo usarlo con Alexa. Quindi non possiamo usare comandi vocali del tipo: “Alexa, pulisci cucina”. Inoltre ci potrebbe essere qualche difficoltà nella creazione di aree di piccole dimensioni perché, in questa fase, non possiamo ingrandire la mappa.

Tasto per la ricarica, indica quando il robot si sta caricando e si può usare per dire al robot di andarsi a ricaricare.

Pulire, tasto che avvia o ferma la pulizia dell’appartamento.

Modalità di aspirazione, ce ne sono tre, silenziosa, standard e forte.

Poi c’è il tasto “Più” dove possiamo accedere a molteplici altre funzioni, vediamo quali sono.

Record di pulizia, dove troviamo lo storico di tutte le pulizie con data, ora, superficie pulita, tempo impiegato. Inoltre ci sono dati sulle ore totali di utilizzo del robot, metri quadrati totali puliti e numero di volte che è stato avviato un ciclo di pulizia. Questi dati si possono cancellare, mentre se fate tap sul record viene mostrata la mappa con il percorso seguito dal robot per pulire la casa.

Pulizia programmata, da qui possiamo schedulare le pulizie quotidiane, cliccando sul simbolo + possiamo scegliere in quali giorni avviare la pulizia, orario, modalità di pulizia, ovvero la potenza d’aspirazione da utilizzare durante il ciclo, area di selezione, dove possiamo selezionare le aree da pulire (se le abbiamo create), purtroppo non possiamo selezionare le stanze.

Proscenic Home pulizia programmata per schedulare i cicli di pulizia

Modalità non disturbare, possiamo indicare l’orario di attivazione e disattivazione della modalità non disturbare, in questa modalità non verranno avviati cicli di pulizia e il robot non emetterà suoni.

Riduzione della mappa, funzione importante perché è qui che vengono salvate le mappe generate dal robot e che possiamo inserire tra quelle preferite per poi recuperarle. Questa funzione è molto utile per chi ha un appartamento o una casa su più piani, infatti è possibile utilizzare una mappa per il piano terra e una per gli altri piani della propria abitazione. Se viene apportata un nuova modifica alla mappa in uso, la nuova mappa non viene salvata subito, ma solo dopo che si è fatto un nuovo ciclo di pulizia.

Proscenic Home mappe della casa salvate in questo modo si possono salvare le mappe di diversi piani
Proscenic Home mappe della casa salvate in questo modo si possono salvare le mappe di diversi piani

Pulizia area, se posizioniamo il robot aspirapolvere in un determinato punto e facciamo tap su questo pulsante parte la pulizia di un’area di circa 2 mq attorno al robot, la pulizia andrà a buon fine solo se l’area è presente nella mappa in uso.

Posizione designata, in questo caso possiamo scegliere un punto sulla mappa cliccare su salva e il robot andrà a pulire un’area attorno al quel punto. In questa schermata è possibile ingrandire la mappa per scegliere la posizione con migliore precisione.

Lavapavimenti a percorso Y, è una funzione che permette di lavare il pavimento utilizzando un percorso a Y, in questa modalità non è attiva al funzione di aspirazione.

Pulizia multi-zona, in questo caso possiamo scegliere le aree da pulire, sempre se abbiamo creato delle aree personalizzate, non si possono selezionare le stanze. Una cosa molto interessante è che il robot va a pulire le aree seguendo l’ordine di selezione delle stesse sulla mappa all’interno dell’app.

Pulizia profonda, avvia un doppio ciclo di pulizia dell’intera casa.

Partizione dell’area automatica, questa funzione è stata aggiunta di recente e permette di dividere, in modo automatico, la mappa in stanze. Le stanze individuate automaticamente dell’applicazione si possono poi unire o dividere ulteriormente. Purtroppo in questa fase non è possibile ridimensionare la mappa, quindi potrebbe essere un po’ difficoltoso tracciare la linea di demarcazione quando vogliamo dividere delle stanze.

Proscenic Home possibilità di dividere la mappa in stanze in modo automatico e poi di modificarla utleriormente dividendo o unendo le stanze create dalla applicazione
Proscenic Home possibilità di dividere la mappa in stanze in modo automatico e poi di modificarla utleriormente dividendo o unendo le stanze create dalla applicazione

Raccolta della polvere in un clic, serve per svuotare in modo automatico il contenitore dello sporco se abbiamo acquistato il base di ricarica con aspirapolvere per lo svuotamento automatico del Proscenic M7 Pro, accessorio che si può acquistare su Amazon al prezzo di 99 euro. Dalle impostazioni è possibile attivare lo svuotamento automatico il robot dopo ogni ciclo di pulizia oppure, se lo lasciamo disattivato useremo questo tasto di tanto in tanto per svuotare il contenitore nello sporco.

Informazioni sul dispositivo, dove troviamo numero di serie, versione, versione MCU, nome della rete wifi alla quale è collegato il robot, indirizzo ip e MAC Address.

Posizionamento del robot, con un tap su questo pulsante il robot emette un suono e noi potremo facilmente individuarlo, utile se rimane bloccato da qualche parte.

Telecomando, per pilotare il robot, in dotazione c’è anche un telecomando fisico, ma possiamo usare anche questo telecomando virtuale che, si può utilizzare solo se smartphone e robot sono collegati alla stessa rete Wi-Fi.

Proscenic Home telecomando virtuale

C’è poi il tasto impostazioni dove troviamo le seguenti voci.

Proscenic Home impostazioni robot aspirapolvere

Modifica il nome.

Reimposta la piantina, per cancellare la mappa attualmente in uso, ma non andrà a cancellare le mappe salvate.

Volume, imposta il volume dello speaker di sistema.

Silenzioso, per disattivare qualsiasi suono.

Interruttore della luce, per spegnere i led a livello dei pulsanti sul robot.

Raccolta della polvere automatica, per attivare la funzione di svuotamento automatico del contenitore dello sporco, solo se abbiamo acquistato l’accessorio base di ricarica con aspirapolvere.

Riavviare il dispositivo, per riavviarlo, ricordo che c’è anche un pulsante di reset fisico a lato del robot.

Aggiornamento, per aggiornare il firmware del robot, attualmente l’ultima versione del firmware è la v.0.6.30

Condividere il dispositivo, per condividere il robot  con altri utenti registrati.

Gestisci utenti condivisi.

Materiali di consumo e  manutenzione, qui troviamo indicazioni sulla percentuale di utilizzo delle parti soggette ad usura e su quando pulire i vari sensori.  Il filtro HEPA andrebbe sostituito dopo 150 ore, le spazzole laterali dopo 200 ore, la spazzola principale dopo 300 ore di utilizzo. Mentre i sensori, specialmente quelli di dislivello posizionati nella parte inferiore del robot, andrebbero puliti ogni 30 ore.

Proscenic Home schermata che mostra lo stato di usura della spazzola principale filtro HEPA spazzole laterali e stato di pulizia dei sensori di dislivello

L’applicazione Proscenic Home offre molte funzioni, ma si dovrebbe migliorare la traduzione e bisognerebbe inserire la possibilità di ridimensionare la mappa in tutte le schermate.

Inoltre sarebbe bello avere la possibilità di rinominare le stanze, in modo da poter usare il nome delle singole stanze per avviare una pulizia con gli assistenti vocali come Alexa e Google Home.

L’applicazione non permette di inserire zone di divieto di solo lavaggio, muri virtuali e non permette di impostare la potenza d’aspirazione per ogni singola stanza.

Anche la gestione delle notifiche andrebbe migliorata, per esempio a me non arrivano le notifiche sul mio mio smartphone Xiaomi Mi 9T. Inoltre alcune notifiche mostrate nell’applicazione sono del tipo “unknown (codice)”.

Proscenic Home schermata delle notifiche che arrivano dal robot aspirapolvere Proscenic M7 Pro

C’è anche un altra cosa che mi da un po’ fastidio, ovvero se ho effettuato l’accesso con uno smartphone e poi voglio accedere con un altro telefono, sul primo verrà effettuata la disconnessione dall’account Proscenic e quindi, quando riaprirò l’app, dovrò rifare l’autenticazione.

Una volta iniziato il ciclo di pulizia, attraverso l’applicazione è possibile vedere in tempo reale quanti metri quadrati ha pulito, quanto tempo è trascorso dall’inizio della pulizia, la carica attuale della batteria, quale zona/stanza sta pulendo il robot e il percorso fatto sino a quel momento.

Mappatura dell’appartamento e relativo Algoritmo

Proscenic M7 Pro utilizza un algoritmo SLAM avanzato (Simultaneous Localization And Mapping) che grazie ai vari sensori è al suo processore quad-core è in grado di mappare in molto molto preciso la stanza, inclusi eventuali oggetti presenti sul pavimento.

Quindi sarà in grado di calcolare il percorso più breve per pulire le diverse stanze.

Alcuni robot aspirapolvere hanno difficoltà nel mappare l’abitazione quando c’è poca luce, il Proscenic M7 Pro usa una mappatura al laser che funziona benissimo anche al buio.

La mappatura della casa risulta essere sempre molto precisa.

Proscenic M7 Pro – Come aspira e pulisce i pavimenti e parquet?

Con il Proscenic M7 Pro possiamo avere fino a 2200 pa (Pascal) come potenza d’aspirazione, quindi risulta essere più potente di molti atri aspirapolvere robot attualmente in commercio.

Tuttavia anche questo robot, come tutti gli altri, sono adatti per una pulizia quotidiana della casa, o meglio per mantenere pulito il pavimento della propria casa.

Proscenic M7 Pro lo fa abbastanza bene, tuttavia ci sono alcuni problemi da sottolineare.

Il primo è dato dalla eccessiva velocità delle spazzole rotanti laterali che tendono a sbalzare via le particelle di sporco più piccole, come per esempio briciole di pane. Spesso vengono sbalzate in u’area dove il robot aspirapolvere è già passato e quindi nono verranno raccolte durante il ciclo di pulizia.

Se ci sono molte briciole su pavimento consiglio fare due cicli di pulizia consecutivi.

Come ho scritto il Proscenic M7 Pro è molto potente, ma l’aria che fuoriesce dalle bocchette laterali è molto forte e tende a “spazzare” via le briciole, anche in questo caso potrebbero finire in zone già pulite dal robot e quindi potrebbero rimanere a terra dopo il primo ciclo di pulizia.

Questi due problemi si potrebbero evitare riducendo la velocità di rotazione delle spazzole laterali e modificando la direzione dell’aria che fuoriesce dal robot aspirapolvere, magari usando delle alette inclinate verso l’alto.

Il robot aspirapolvere potrebbe rovinare il parquet? Eventuali detriti se trascinati potrebbero rigare il parquet, quindi prima di usarlo su parquet sarebbe bene assicurarsi di rimuovere tutti quegli oggetti, come macchinine tipo le Hot Wheels, che potrebbero rigare il parquet. Per il resto la spazzola rotante principale, le spazzole rotanti laterali e il panno in microfibra non rovineranno il vostro parquet.

Alcuni potrebbero domandarsi se è possibile selezionare una stanza e programmare la pulizia di 2 o 3 volte al giorno di quella stanza e una sola volta dell’intero appartamento. Questa cosa si può fare attraverso la funzione “Pulizia Programmata”, dove possiamo impostare più cicli di pulizia giornalieri. Per esempio possiamo impostare un ciclo di pulizia alle 8 del mattino per tutto l’appartamento e 1 o più cicli di pulizia solo per alcune aree. Ricordo che al momento non è possibile la schedulazione di cicli di pulizia selezionando le singole stanze, si possono selezionare solo le aree da noi create.

Lungo il battiscopa il Proscenic M7 Pro  pulisce  abbastanza bene, la spazzola rotante laterale raccoglie le briciole lungo il battiscopa e le butta verso il centro dell’aspirapolvere robot, però l’eccessiva velocità di rotazione spinge alcune briciole troppo distanti, magari in un punto dove il robot è già passato. Nella video recensione è possibile vedere quello di cui sto scrivendo.

Quanto scritto per i pavimenti vale anche sul parquet.

Come lava i pavimenti, parquet, gres porcellanato?

Il Proscenic M7 Pro può aspirare e lavare contemporaneamente, oppure solo lavare con la funzione “Lavapavimenti a percorso Y”.

Purtroppo il contenitore dell’acqua ha una capacità di soli 100 ml e non è possibile regolare il flusso dell’acqua, neanche in modo meccanico.

Quindi, anche se il robot aspirapolvere è fermo, ci sarà un passaggio di acqua dalla vaschetta al panno.

In pratica dobbiamo inserire il serbatoio dell’acqua con panno appena prima di avviare il ciclo di aspirazione e lavaggio. Quindi non possiamo schedulare il lavaggio dei pavimenti.

La quantità di acqua che passa dal serbatoio al panno non è eccessiva, quindi consiglio di partire con il panno già bagnato, in modo da coprire un’area maggiore.

Sarebbe meglio usare acqua demineralizzata, senza calcare, in modo da evitare di ostruire i filtrini che fanno passare l’acqua dalla vaschetta al panno in microfibra. Ricordo che nella confezione ne troviamo 4 di ricambio.

NON utilizzare prodotti per pavimenti, detersivi, detergenti vari, questi potrebbero lasciare residui che andrebbero ad ostruire i fori che fanno passare l’acqua.

Il panno in microfibra per lavare i pavimenti è di buona qualità, ma l’applicazione del panno in microfibra al serbatoio dell’acqua non è così semplice e immediata.

In caso di molte briciole e detriti sul pavimento, sarebbe consigliato fare prima un ciclo di sola aspirazione de poi un ciclo di aspirazione e lavaggio. Scrivo questo anche perché il panno in microfibra copre un’area maggiore rispetto alla spazzola d’aspirazione e si appoggia al pavimento per tutta l’area, non solo nella parte centrale, quindi alcune briciole non verranno aspirate e andranno a infilarsi sotto al panno.

Come avrete capito la funzione di lavaggio va bene se avete una piccola area da pulire, personalmente questa funzione la sto usando molto poco.

Che cosa succede quando ci sono tappeti? Ci monta sopra? Aumenta la potenza? Si blocca?

Come tutti i robot aspirapolvere in presenza di tappeti con frange lunghe il Proscenic si blocca, tuttavia è possibile, tramite applicazione, inserire un’area di divieto di accesso nelle zone dove ci sono tappeti di questo tipo. Non ci sono problemi con tappeti senza frange o frange molto corte.

La pulizia sui tappeti è mediamente efficace e il Proscenic M7 Pro aumenta la sua potenza d’aspirazione quando sa di trovarsi sopra un tappeto. Questa funzione non  si può controllare via applicazione, come su altri robot aspirapolvere che hanno una “modalità tappeto” che si può attivare o disattivare.

Proscenic M7 Pro come pulisce i tappeti briciole prima della pulizia
Proscenic M7 Pro come pulisce i tappeti briciole prima della pulizia
Proscenic M7 Pro come pulisce i tappeti briciole rimaste dopo la pulizia
Proscenic M7 Pro come pulisce i tappeti briciole rimaste dopo la pulizia

Potrebbe interessarti anche l’articolo sui migliori aspirapolvere robot.

Come si comporta con sedie, divani, poltrone e mobili in generale?

Se avete mobili, quindi poltrone, divani più alti di 10 cm allora il robot sarà in grado di pulire anche sotto di essi.

Trovo il Proscenic M7 Pro piuttosto delicato con i mobili, inoltre a livello del bumber laterale c’è una striscia in gomma morbida, quindi non dovrebbe rovinarvi eventuali mobili pregiati.

L’algoritmo di pulizia permette al robot di raggirare facilmente gli ostacoli e di pulire tutte le zone della casa, difficilmente lo troverete incastrato o bloccato.

Il Proscenic M7 pro è molto meticoloso nella pulizia attorno agli ostacoli, non ci saranno problemi a rimuovere polvere e sporcizia varia attorno alle gambe delle sedie, tavoli, divani ecc.

Come si comporta quando ci sono animali domestici in casa?

Purtroppo non ho cani e gatti, ma posso scrivere come si comporta con i capelli, anche in grandi quantità.

Proscenic M7 Pro non ha difficoltà quando incontra capelli e peli.

Eventuali capelli, che si andranno ad aggrovigliare attorno alla spazzola rotante principale, si rimuovono abbastanza facilmente, grazie alla conformazione a cono delle estremità della spazzola.

La spazzola rotante laterale ha 3 braccia con setole rigide, i capelli tendono ad aggrovigliarsi attorno ad esse e spesso s’infilano sotto le spazzole rotanti, quindi ogni tanto le spazzole vanno rimosse per poter togliere i capelli che sono infilati sotto.

Quindi chi ha animali domestici in casa può tranquillamente utilizzare il robottino aspirapolvere, deve solo inserire una zona di divieto d’accesso dove è presente un’eventuale lettiera con bordi di altezza inferiore i 2 cm.

Come si comporta con gli ostacoli? Rimane spesso intrappolato?

Senza il contenitore dell’acqua il robot aspirapolvere Proscenic M7 Pro non ha difficoltà a superare ostacoli di 2 cm. Con il contenitore dell’acqua e relativo panno in microfibra invece potrebbero presentarsi problemi con eventuali scalini, perché, nel tentativo di superarli, le ruote potrebbero non avere una perfetta aderenza sul pavimento e quindi slittare.

Questo accade perché il contenitore dell’acqua insieme  al panno in microfibra riducono a zero lo spazio tra parte posteriore del robot e pavimento.

Proscenic M7 Pro ha comunque una buona capacità di superare gli ostacoli e di liberarsi da eventuali tappeti o altri ostacoli.

Gli ostacoli che gli danno più fastidio e che hanno bloccato il mio robot sono più o meno sempre i soliti:

  • tappetti di piccole dimensioni che vengono trasportati dal robot;
  • tappeti con frange lunghe;
  • cavi elettrici;
  • calzini e altri indumenti che si trovano sul pavimento;
  • pezzi di carta che potrebbero incastrarsi a livello della spazzola rotante principale;
  • oggetti che si possono incastrare sotto il robot sollevando una ruota da terra;
  • guida della porta finestra della cucina, anche bassa blocca l’aspirapolvere quando è inserito il contenitore dell’acqua, mentre non ci sono problemi quando non è inserito;
  • con le tende che arrivano fino a terra potrebbe avere qualche problema, nel senso che considera le tende come muri.

Come si comporta in presenza di scale e soppalco?

Proscenic M7 Pro è dotato di 4 sensori di dislivello posti nella parte inferiore.

Questi sensori sono in grado di rilevare il vuoto e quinti di impedire al robot aspirapolvere di cadere giù dalle scale e/o dal soppalco.

Quindi non sarà necessario creare una barriera virtuale in presenza di scale.

Pulizia di case con più piani

Nel caso la vostra abitazione sia suddivisa in più piani, l’applicazione salva in automatico alcune mappe e offre la possibilità di salvare una mappa tra quelle preferite.

Se salviamo tra i preferiti le mappa dei vari piani abbiamo la possibilità di utilizzare il robot in case con più piani.

Il robot però non riconosce in modo automatico il piano, quindi ogni volta che cambiano piano dobbiamo anche impostare la relativa mappa.

Rumorosità del Proscenic M7 Pro

Quanto rumore fa il Proscenic M7 Pro alla massima potenza durante il ciclo di pulizia?
Questi sono i valori ottenuti in decibel dai test che ho effettuato usando un fonometro.

Alla massima potenza d’aspirazione il rumore arriva circa a 66 – 68 db.

Nella modalità “normale” il rumore arriva a circa 60 db.

Nella modalità “silenzioso” il rumore arriva a circa 58 db.

Batteria e autonomia del Proscenic M7 Pro

Ho un appartamento molto grande, il Proscenic M7 Pro sarà in grado di pulire tutta la casa?  Questa è una domanda ricorrente e la risposta è si.

Il robot aspirapolvere torna automaticamente alla base di ricarica quando la percentuale di carica residua della batteria scende sotto il 20% circa, quindi si ricarica fino all’80% e poi va a  terminare il ciclo di pulizia.

Proscenic M7 Pro pulisce il primo piano della mia abitazione in un tempo che varia dai 66 minuti ai 72 minuti. In questo tempo pulisce un’area di 68 m² e la ricarica della batteria scende dal 100% fino al 41% circa.

Roborock S5 Max pulisce il primo piano della mia abitazione in un tempo di circa 64 minuti. In questo tempo pulisce un’area di 70 m² e la ricarica della batteria scende dal 100%  fino al 38% circa.

Proscenic M7 Pro  ha una batteria al litio da 5200 mAh e per ricaricarsi dal 41% al 100% impiega poco più di 2 ore.

Una volta che il robot aspirapolvere ha terminato il ciclo di pulizia torna alla base di ricarica per caricarsi, una volta carico non abbiate timore di lasciarlo collegato alla sua base, il robot è stato studiato per stare sempre collegato alla sua base di ricarica, anche se non lo si utilizza per diversi giorni.

Il ritorno alla base di ricarica va a buon fine nel 99% dei casi, praticamente sempre.

La batteria del Proscenic M7 Pro è al litio e ha una capacità di 5200 mAh.

Che cosa succede se la batteria non tiene più la carica? Online è possibile reperire batterie per il Proscenic M7 Pro, la sostituzione della batterai è un’operazione molto semplice.

Pulizia del’aspirapolvere robot, manutenzione, pezzi di ricambio

In sintesi tutte le operazioni di svuotamento del contenitore dello sporco, pulizia delle spazzole del filtro HEPA sono molto semplici e veloci da effettuare.

Il contenitore dello sporco si può lavare con acqua.

Il panno in microfibra si può lavare a mano con sapone di Marsiglia (io uso anche Ace Gentile Spray) oppure in lavatrice.

L’applicazione segnala quando è il momento di pulire i sensori di dislivello posti sotto al robot, quelli che servono per non far cadere il robot nel vuoto.

La spazzola rotante principale è molto facile da pulire, anche in presenza di capelli aggrovigliati attorno alle estremità.

Le spazzole rotanti laterali si puliscono molto facilmente ed è si possono rimuovere semplicemente svitando una vite.

La ruota omnidirezionale si può sganciare facendo leva con un cacciavite, ma si riesce a rimuovere anche solo usando le mani.

L’applicazione in impostazioni -> Materiali di consumo e manutenzione ci segnala quando sono da sostituire il filtro Hepa, le spazzole rotanti laterali e la spazzola principale

Inoltre ci segnala quando è giunto il momento di pulire i sensori di dislivello.

Ricordo che in dotazione con il Proscenic M7 Pro trovate anche un filtro HEPA di ricambio, due spazzole laterali di ricambio e 4 filtrini per il contenitore dell’acqua di ricambio.

Se avete l’accessorio base di ricarica con aspirapolvere per la pulizia automatica del contenitore dello sporco vi risparmiate di dover svuotare manualmente il contenitore dello sporco per alcuni mesi, dipende poi anche dalla quantità di detriti che verranno raccolti durante ogni ciclo di pulizia.

In ogni caso questo accessorio svuota bene il contenitore dello sporco del robot, rimuovendo anche la polvere che si deposita vicino al filtro HEPA, le foto sono mostrano chiaramente quello che ho scritto.

Proscenic M7 Pro contenitore dello sporco con al suo interno la sporcizia raccolta dopo un ciclo di pulizia
Proscenic M7 Pro contenitore dello sporco con al suo interno la sporcizia raccolta dopo un ciclo di pulizia
Proscenic M7 Pro contenitore dello sporco dopo svuotamento automatico
Proscenic M7 Pro contenitore dello sporco dopo svuotamento automatico

Dove si trovano gli accessori, spazzole e pezzi di ricambio?

Gli accessori e i pezzi di ricambio si potranno acquistare su Amazon.

Garanzia e assistenza

Trattandosi di un robot aspirapolvere venduto su Amazon beneficerà della garanzia ufficiale Italia di 2 anni.

Come funziona con Alexa e Google Assistant?

Per poter usare il Proscenic M7 Pro con Alexa bisogna attivare la skill ProscenicRobot, una volta attivata si potranno inviare questi comandi vocali:

  • Alexa, chiedi a smart robot di iniziare la pulizia;
  • Alexa, chiedi a smart robot di smettere la pulizia;
  • Alexa, chiedi a smart robot di iniziare a caricare.

Attualmente non è possibile usare Google Assistant con il Proscenic M7 Pro.

Skill per Alexa Proscenic Robot

Dove Acquistare il Proscenic M7 Pro? Offerta con COUPON: TDGM7PRO

Proscenic M7 Pro si può acquistare direttamente su Amazon, venduto direttamente da Proscenic e spedito con Amazon Prime al prezzo di 399 euro.

Se lo acquisti sul sito ufficiale Proscenic puoi avere uno sconto del 10% usando il codice COUPON:

TDGM7PRO

Consiglio comunque l’acquisto su Amazon, per via dei 30 giorni di tempo a disposizione per il reso.

Proscenic M7 PRO Robot Aspirapolvere con Tecnologia Navigazione Laser LDS, Robotino Lavapavimenti con APP & Alexa per Pulizia Domestica/Peli Animali/Capelli/Polvere
  • 【Svuotamento Automatico】: Svuota automaticamente il contenitore raccogli-polvere in un sacchetto usa e getta sigillato (venduto separatamenrte, potresti cercare B07ZQ41XQ6 su Amazon
  • 【APP & ALEXA】: Utilizza l'App ProscenicHome per Smartphone Android o iOS per controllare il robot, prenotare gli orari di pulizia, regolare la velocità del flusso d'acqua e monitorare il percorso di pulizia ecc
  • 【Y- Tipo Lavapavimenti】: Attivare l'azione di lavaggio a triplo passaggio e pulire sporco e sporcizia.

La stazione di ricarica con bidone aspirapolvere per lo vuotamento automatico del contenitore dello sporco si può acquistare su Amazon al prezzo di 99 euro.

Recensione Proscenic M7 Pro – Conclusioni

Ho utilizzato il Proscenic M7 Pro per oltre un mese, insieme al Roborock S5 Max, quindi mi viene abbastanza naturale fare un confronto tra i due robot aspirapolvere.

Se un amico mi chiedesse quale dei dure robot acquistare gli direi il Roborock S5 Max, perché pulisce meglio, l’applicazione è realizzata meglio e la funzione di lavaggio dei pavimenti è gestita meglio con un serbatoio dell’acqua più capiente e funzioni dedicate all’interno dell’applicazione.

Bisogna però scrivere che il Roborock S5 Max, su Amazon costa 100 euro in più e non supporta la funzione di svuotamento automatico del contenitore dello sporco, funzione che ho trovato essere molto interessante e utile.

Quindi Proscenic M7 Pro più il bidone per lo svuotamento automatico costa esattamente con il Roborock S5 max, almeno su Amazon.

Potrebbe interessarti anche la recensione del Roborock S5 Max.

Il Proscenic M7 Pro è un buon robot aspirapolvere, è molto potente, pulisce in modo intelligente seguendo i percorsi più brevi, ritorna sempre alla base di ricarica, supera gli ostacoli facilmente, crea mappe dettagliate dell’abitazione che si possono salvare e utilizzare nel caso avessimo più piani da pulire, ha un’applicazione ricca di funzioni, supporta la funzione di svuotamento automatico del contenitore dello sporco.

Quindi tutto sommato è un buon robot aspirapolvere, solo che ha il problema delle spazzole laterali che ruotando troppo velocemente tendono a sbalzare le briciole in punti distanti dal robot dove magari è già passato, inoltre l’aria che esce dal robot tende a spingere via lo sporco e la funzione di lavaggio è poco utile per le ridotte dimensioni del contenitore dell’acqua.

Ha senso spendere 400 euro per il Proscenic M7 Pro quando si trovano aspirapolvere robot dal buon rapporto qualità/prezzo a circa 250 euro?

Potrebbe aver senso per le sue capacità di mappare l’ambiente in modo esatto, per l’algoritmo di pulizia che è in grado di ottimizzare i tempi di pulizia, per la buona potenza di aspirazione, per la possibilità di utilizzarlo su più piani. Funzioni che non sempre si trovano in robot più economici.

Acquistare un aspirapolvere robot ha senso solo se questo ti fa risparmiare tempo e fatica. Se si blocca spesso, se non trova la base di ricarica, se è fatica pulirlo ecc, meglio lasciar perdere.

Per fortuna con Proscenic M7 Pro questo non succederà e alcuni problemi evidenziati sopra, come quello delle briciole spazzate via, si possono risolvere impostando un doppio ciclo di pulizia se quell’area è molto sporca.

Siamo giunti alla domanda finale: “consiglieresti Proscenic M7 Pro ad un tuo amico?” La mia risposta è: “secondo me sì, se non gli interessa la parte lavaggio pavimenti e se può aggiungere 99 euro per la base di ricarica con svuotamento automatico del robot”.

Con questa recensione del Prosceni M7 Pro credo di aver fornito tutti gli elementi necessari per farvi scegliere di acquistare o non acquistare il robot aspirapolvere, nel caso vi servissero altre informazioni lasciate un commento a quest’articolo.

Recensione Proscenic M7 Pro

PRO

  • Design e qualità costruttiva.
  • Compatibilità con la funzione svuotamento automatico del contenitore dello sporco.
  • Potenza di aspirazione.
  • Possibilità di lavare i pavimenti con vaschetta dell’acqua anche se di dimensioni ridotte.
  • Capacità di superare e raggirare gli ostacoli.
  • Applicazione Proscenic Home ricca di funzioni ma che necessita di alcuni miglioramenti.
  • Facile pulizia e manutenzione del Robot.
  • Possibilità di salvare più mappe e selezionare la mappa da utilizzare in base a quale piano della casa stiamo pulendo.
  • Nella confezione troviamo diversi accessori di ricambio.

CONTRO

  • Spazzole rotanti laterali  che ruotano troppo velocemente.
  • L’aria che esce dal robot tende a spostare lo sporco.
  • Comandi vocali limitati con Alexa e mancanza di compatibilità con  Google Assistant.
  • Contenitore dell’acqua di dimensioni troppo ridotte e non è possibile controllare il flusso di acqua.
  • Applicazione tradotta male e alcune funzioni sono da migliorare.
  • La base di ricarica con aspirapolvere per lo svuotamento automatico del contenitore dello sporco va acquistato a parte.
PANORAMICA RECENSIONE
Unboxing e Qualità Costruttiva
Aspirazione dello sporco da pavimenti e parquet
Lavaggio di pavimenti
Algoritmo di pulizia
Autonomia della batteria
Manutenzione e pulizia del robot aspirapolvere
Mappatura della casa
Applicazione Robot
Supporto ad Alexa, Google Home e Siri
Garanzia e Assistenza
Rapporto qualità/prezzo
Articolo precedenteXiaomi Mi 10 Pro 5G Miglior Camera Phone al Mondo secondo Dxomark
Articolo successivoBroadlink RM4 Mini e Google Assistant: Controlla la TV con Comandi Vocali