Migliori Marche di Condizionatori – Detrazioni fiscali, prezzi e offerte

Quali sono le migliori marche di condizionatori come rapporto qualità/prezzo? Questa domanda me la sono posta per la prima volta a luglio nel 2014 quando decisi di acquistare dei condizionatori per la mia casa, da utilizzare d’estate per il raffrescamento e in autunno / inverno per il riscaldamento della stanza dove dormono i miei bambini, quindi climatizzatori dotati di pompa di calore.

Da allora ho sempre cercato di seguire il mercato dei condizionatori e climatizzatori, parlando con chi lavora nel settore, leggendo opinioni e recensioni online, documentandomi attraverso articoli redatti da persone “che ci capiscono” molto più di me.

Migliori Marche di Condizionatori – Detrazioni fiscali, prezzi e offerte

Prima di mostrare quelle che, secondo me, sono le migliori marche di condizionatori e di guidarvi verso l’acquisto del miglior condizionatore per la vostra casa, introduco una parte più tecnica dove spiego con parole molto semplici il significato di BTU, indice SEER, indice SCOP, inoltre “parlerò” dell’Ecobonus 2018 e 2019 e spiegherò come scegliere la potenza giusta del condizionatore / climatizzatore in base alla dimensioni della stanza e della propria abitazione, del significato di climatizzatore, condizionatore, inverter, pompa di calore.

Acquisto di condizionatori – Detrazioni Fiscali – Ecobonus 2018 – 2019

Non voglio dilungarmi troppo su questo aspetto, anche perché se decidi di acquistare un condizionatore, nel 99% dei casi, ti dovrai rivolgere ad una ditta specializzata in climatizzazione e quindi ti potranno spiegare nel dettaglio in che cosa consistono le detrazioni fiscali.

In questa sede voglio scrivere che chi acquista un nuovo condizionatore o sostituisce un vecchio condizionatore con uno nuovo con migliore efficienza energetica può usufruire di un bonus fiscale (detrazione IRPEF) del 50% suddiviso in 10 anni, quindi non è più il 65% come in passato, questo vale anche per le pompe di calore.

Con la legge di bilancio 2019 queste detrazioni sono prorogate fino a dicembre 2019.

Differenze tra climatizzatori, condizionatori, pompe di calore e inverter

Solitamente utilizziamo indifferentemente i termini climatizzatore e condizionatore quando stiamo parlando di acquistare degli split con unità esterna per raffrescare la nostra casa in vista dell’arrivo dell’estate, tuttavia se vogliamo essere pignoli i due termini si riferiscono a macchine con funzioni diverse.

Il condizionatore provvede a:

  • regolare la temperatura, riscaldare raffrescare;
  • muove l’aria nella stanza;
  • migliora la qualità dell’aria attraverso filtri di vario tipo.

Il climatizzatore, oltre a riscaldare, muovere e filtrare l’aria può anche:

  • regolare l’umidità nell’aria.

Quando si parla di inverter ci si riferisce alla possibilità del climatizzatore o condizionatore di variare gradualmente la potenza in base alle condizioni dell’ambiente circostante. I migliori condizionatori cercano di raggiungere la temperatura impostata nel minor tempo possibile (massimo consumo di energia) per poi mantenerla costante (minimo consumo di energia), per questo motivo è necessario acquistare unità interna ed esterna con potenze adeguate.

Con pompa di calore ci si riferisce alla possibilità di raffrescare in estate e riscaldare in inverno, infatti la pompa di calore indica l’inversione del ciclo frigorifero che è possibile grazie a una valvola.

Quindi un climatizzatore può essere a inverter e può essere “a pompa di calore”, ovviamente questi sono i migliori, quelli che garantiscono migliori prestazioni e consumi minori, ma sono anche i più costosi.

Significato di indice SEER e indice SCOP

Alcuni dei parametri che bisogna prendere in considerazione per valutare l’efficienza energetica di un condizionatore con inverter e pompa di calore sono l’indice SEER (Seasonal Energy Efficency Ratio, ovvero l’indice di efficienza energetica stagionale) per il rendimento in raffrescamento e l’indice SCOP (Seasonal Coefficent Of Performance, cioè il coefficiente di prestazione stagionale) per il rendimento in riscaldamento. più alti sono questi valori migliore è la classe di Efficienza Energetica (A+++ la migliore).

Dato che, in parole semplici, SEER e SCOP sono valori che derivano dal rapporto tra l’energia termica fornita all’ambiente e l’energia elettrica assorbita, si capisce che più questi valori sono alti migliore è la classe di Efficienza Energetica Stagionale, questo secondo la norma EN14825.

Questo è un esempio di etichetta energetica generata sul sito della Daikin per quanto per l’unità interna Daikin Sensira FTXF-A (FTXF35A2V1B) e unità esterna RXF35A2V1B.

Come scegliere la giusta potenza del condizionatore in base alle dimensioni della stanza e significato di BTU

Premesso che ogni casa è diversa dall’altra, diversa esposizione al sole, diversi infissi, coibentazione ecc, c’è un modo semplice per calcolare i BTU necessari per raffrescare una stanza.

BTU è l’acronimo di British Thermal Unit ed è un’unità di misura utilizzata per indicare la potenza di un climatizzatore, per BTU/h s’intende l’energia prodotta o consumata in un’ora.

Sapendo che occorre una potenza di 340 BTU/h per metro quadro per raffreddare o riscaldare un ambiente, per scegliere la giusta potenza del nostro condizionatore non dovremo fare altro che moltiplicare 340 per i metri quadri della stanza.

Per esempio per raffrescare o riscaldare una stanza di 35 mq serviranno: 35 x 340 = 11900 BTU/h.

Si tratta di un calcolo molto approssimativo che non tiene conto dell’altezza della stanza, esposizione al sole, zona geografica, persone presenti nella stanza, tipo di utilizzo della stanza, numero di porte finestre, tipologia degli infissi ecc.

Migliori Marche di Condizionatori

Ora che abbiamo visto come scegliere il miglior condizionatore in base alle dimensioni della nostra stanza, SEER e SCOP vediamo quelle che sono le migliori marche di condizionatori, prima però vorrei dare alcuni consigli.

Metti uno split (unità interna) in ogni stanza che vuoi raffrescare, evita di metterlo nel corridoio nella speranza di raffrescare due o più stanze.

L’unità interna posizionala lontano da pareti laterali, tende e altri elementi che possano ridurre una corretta circolazione dell’aria.

L’unità esterna non dovrebbe essere esposta al sole.

Evita di impostare temperature troppo basse e spegni il condizionatore quando esci dalla stanza, sembra una banalità, ma spesso lo si dimentica acceso.

Condizionatori Daikin, la qualità si paga

Climatizzatori, condizionatori Daikin sono tra i migliori sul mercato, se non i migliori. Gli ultimi modelli hanno il gas R32, modulo WiFi per poterli gestire anche da remoto attraverso l’applicazione Daikin Online Controller che sul Google Play Store ha 3,1 stelle su oltre 100 mila installazioni.

Daikin nel 2008 ha acquistato anche Rotex, azienda tedesca specializzata nel riscaldamento e di recente ha iniziato a commercializzare caldaie a condensazione con marchio Daikin, come la caldaia Smart Daikin D2C alla quale ci si può collegare attraverso l’applicazione Daikin Heating Online Controller, compatibile anche con IFTTT.

Mi sento di consigliare i climatizzatori Daikin a chi cerca il top nella qualità e nelle funzioni SMART, inoltre consiglio di acquistare i condizionatori Daikin da rivenditori autorizzati, se volete risparmiare ci sono alcuni siti web che propongono offerte interessanti, installazione inclusa.

Ururu Sarara Daikin potrebbe essere un buon acquisto, oppure il nuovo top di gamma Daikin Stylish FTXA-A con gas R-32, classe energetica A+++ sia in raffrescamento che in riscaldamento.

Condizionatori Mitsubishi

I condizionatori Mitsubishi sono equiparabili ai Daikin in termini di rapporto qualità/prezzo, quale scegliere tra Daikin e Mitsubishi dipende principalmente del modello più adatto alle proprie esigenze e dall’installatore/centro assistenza che avete vicino a casa.

La linea Kirigamine MSZ-LN Mitsubishi rappresenta il TOP ed è molto elegante, usa gas R32, classe di efficienza energetica A+++ sia in raffrescamento che in riscaldamento, sono molto silenziosi. Come alternativa più economica opterei per la linea Plus modelli MSZ-AP.

Climatizzatori General By Fujitsu

General By Fujitsu è la marca di condizionatori che ho scelto anni fa per climatizzare la mia abitazione, sul perché ho scelto questa marca lo trovi scritto nell’articolo: Il miglior condizionatore come qualità/prezzo.

A distanza di oltre 4 anni dal mio acquisto, devo dire che sono molto soddisfatto e, anche se le mie unità interne non sono dotate di modulo WiFi per la gestione da remoto, sono riuscito a renderli SMART grazie al Broadlink RM Pro.

Broadlink RM Pro+ è un telecomando universale in grado di replicare tutti codici dei telecomandi IR che ho in casa e anche di telecomandi RF come quelli dei cancelli, porte del garage ecc.

Probabilmente se nel 2018 dovessi acquistare il miglior condizionatore top di gamma non mi orienterei su General By Fujitsu, il suo modello di punta è veramente molto costoso, ma starei più su Daikin, anche per via di una parte SMART più evoluta.

Comunque se non sei molto interessato al controllo attraverso smartphone devi sapere che General By Fujitsu offre una qualità costruttiva al top e la serie ASHG_KGTA offre il miglior rapporto qualità/prezzo, classe A+++, gas R32. Per il controllo da smartphone occorre acquistare il modulo WiFi a parte, oppure provate a controllare il vostro condizionatore con Broadlink RM Pro, Google Home Mini e comandi vocali come spiegato in questo video.

Condizionatori Panasonic

Penso che Panasonic abbia bisogno di rinnovarsi un po’, specialmente lato SMART. Il modello top di gamma è più economico dei top di gamma di Daikin e Mitsubishi, ma non offre le stesse prestazioni e funzioni.

Condizionatori Samsung

Samsung è un colosso che, se vuole, può realizzare il miglior condizionatore in assoluto, quello tecnologicamente più avanzato. Tuttavia al momento i suoi climatizzatori non raggiungono la qualità di Daikin e Mitsubishi. La tecnologia WindFree, dove lo châssis ha 120000 micro fori che permettono di far uscire l’aria, è interessante per stanze di ridotte dimensioni.

Le migliori unità interne sono dotate di modulo wifi per il controllo remoto attraverso l’applicazione SmartThings, grazie a questa applicazioni è possibile controllare moltissimi altri dispositivi compatibili per la casa domotica.

Consiglio i condizionatori Samsung a chi è molto interessato alla parte SMART.

Condizionatori Hisense per chi vuole risparmiare e avere un discreto prodotto

Hisense offre condizionati dalla qualità discreta a prezzi veramente molto vantaggiosi, quindi con un ottimo rapporto qualità/prezzo. Hisense lo sceglie chi non ha bisogno di funzioni smart particolarmente evolute, filtri particolari per purificare l’aria ed è molto attento al lato costi.

Hisense si può acquistare anche su Amazon, il modello NEW ECO EASY 12000 TE35YD01 è tra i più venduti su Amazon, ha pure il gas ecologico R32 ed è anche bellino da vedere.

Tabella con i condizionatori Top Di Gamma delle Migliori Marche

In questa tabella ho raccolto le principali caratteristiche dei climatizzatori top di gamma delle migliori marche, la tabella comprende solo climatizzatori monosplit, per le macchine dual e trial bisogna i calcoli di efficienza energetica si complicano.

Dove Acquistare le Migliori Marche di Climatizzatori

Online ci sono siti che ti permettono di acquistare i migliori condizionatori a prezzi ridotti e ti offrono anche l’installazione, io personalmente ho acquistato i General By Fujitsu su City Clima perché è dove spendevo meno.

In autunno inverno potrebbe essere un buon periodo per acquistare il condizionatore approfittando di sconti dovuti alla bassa stagione e delle eventuali offerte natalizie.

Migliori Marche di Condizionatori

Come abbiamo visto in quest’articolo le migliori marche di condizionatori sono Daikin, Mitsubishi e General Fujitsu, a seguire troviamo Samsung e Panasonic, mentre chi vuole risparmiare pur avendo una discreta qualità può orientarsi verso Hisense.

Queste ovviamente non sono tutte le marche di climatizzatori che trovate in commercio in Italia, ci sono anche Daitsu, Haier, Hitachi, Toshiba, LG, Vaillant, Olimpia Splendid, Midea, Gree e tra le aziende italiane troviamo Tekno Point, Ferroli, Ariston, Baxi.

Spesso ci si pone la domanda quale condizionatore scegliere tra Daikin e Mitsubishi, una risposta molto generica potrebbe essere scegli Mitsubishi se punti sull’affidabilità nel tempo, mentre scegli Daikin per le funzioni e parte SMART.

Quando devi scegliere quale marca di condizionatore acquistare prendi in considerazione quale installatore ti farà il lavoro, chi ti seguirà la manutenzione e gli anni di garanzia. Sono tutti fattori molto importanti perché puoi scegliere anche il miglior condizionatore sul mercato, ma se te lo installano male o chi ti fa la manutenzione non sa dove mettere le mani potresti aver grossi problemi nel corso degli anni.