Recensione BQ Aquaris X vs Moto G5 Plus – Qual è il Miglior Smartphone Budget 250 euro?

Ho deciso di acquistare e scrivere la recensione di BQ Aquaris X perché sembra avere tutte le carte in regola per essere uno dei migliori smartphone che si possono comprare con circa 250 euro, ma sarà effettivamente così? L’unico modo per scoprirlo è quello di leggere la recensione completa di BQ Aquaris X prestando particolare attenzione al alto fotocamera e ottimizzazione del sistema operativo.

Da BQ Aquaris X non dovrebbe aver nulla da invidiare al Moto G5 Plus, anzi BQ Aquaris X , risulta essere anche migliore del Motorola, almeno sulla carta. Spero che questa recensione sia d’aiuto a tutti coloro che stanno per acquistare un nuovo telefono di fascia media ma sono un po’ indecisi su quale scegliere tra BQ Aquaris X e Moto G5 Plus.

Recensione Recensione BQ Aquaris X – Aggiornamenti

In questa sezione inserirò eventuali aggiornamenti alla recensione di BQ Aquaris X.

BQ Aquaris X – Aggiornamento del 23 settembre 2017Come promesso BQ sta mantenendo aggiornati i suoi device, da quando ho scritto questa recensione sono arrivati altri due aggiornamenti. L’ultima versione del firmware la v1.4.3 porta con se miglioramenti di sistema, fotocamera e audio.

BQ Aquaris X – Principali caratteristiche tecniche

BQ Aquaris X – Specifiche Tecniche
Network Dual SIM 4G Due Nano SIM 3G/WCDMA HSPA+ (850 / 900/ 1900 / 2100) (B5 / B8 / B2 / B1)
FDD-LTE (800/1800/2100/2600) – (B20/B3/B1/B7)
Dimensioni 146,5 x 72,7 x 7,9 mm, peso 153 g
Design Frame laterale in metallo, back cover posteriore in policarbonato, speaker posto sul lato inferiore
Schermo LCD IPS LTPS da 5,2″ 1080×1920 pixel Full HD, 2.5D, con vetro Dinorex, multi-touch 10 punti e trattamento oleofobico
SoC Qualcomm Snapdragon 626 MSM8953-Pro, Octa-Core Cortex-A53 fino a 2,2 GHz realizzato con processo produttivo a 14 nm, GPU Adreno 506
Prestazioni AnTuTu Benchmark Score: 65866
Memoria 3GB/32GB espandibile con micro SD, slot in comune con la SIM 2
Fotocamera Principale Sony IMX298 da 16MP PDAF, f/2.0, pixel da 1.12 µm, 6 lenti Largan, Flash Dual Tone, HDR Atomatico, possibilità di registrare Video in 4K a 30 fps in formato, stabilizzazione digitale  , selfie camera Samsung S5K4H8YX da 8MP, apertura f/2.0, con pixel da 1.12 µm, Flash LED
Connettività Micro USB Type-C v2.0, Wi-Fi 802.11 a/b/g/n dual Band, Bluetooth v4.2, NFC, jack audio 3,5mm per le cuffie, GPS+GLONASS+GALILEO
Sensori Sensore impronte digitali posto sul retro, luminosità, prossimità, accelerometro, eCompass, giroscopio
Features Certificazione IP52 resistente a polvere e schizzi di acqua, radio FM, amplificatore NXP
ROM basata su Android 7.1.1 Nougat
Batteria 3100 mAh, NON removibile con ricarica veloce Qualcomm Quick Charge 3.0
Valori SAR Testa 0,428 W/kg Corpo 1,360 W/kg
Prezzo In offerta su Amazon a 250 euro circa

SE VAI DI FRETTA LEGGI IL RIASSUNTO DELLA RECENSIONE

Recensione Completa BQ Aquaris X

Eventuali aggiornamenti alla recensione verranno inseriti in questa sezione.

Dopo aver provato Motorola Moto G5 Plus e averlo utilizzato come smartphone principale per diverso tempo mi sono chiesto se in commercio esisteva uno smartphone di fascia media con caratteristiche simili ma più completo, più compatto ed con un design più moderno e con caratteristiche tecniche migliori.

Leggi anche l’articolo: Recensione Moto G5 Plus

Dopo aver fatto diverse ricerche mi sono imbattuto sul BQ Aquaris X che sulla carta risultava essere migliore di Moto G5 Plus, infatti è più compatto, ha installato Android 7.1.1,  ha un design più gradevole anche se poco originale, monta un SoC più recente rispetto al Moto G5 Plus, ha la bussola ecc.

Sto provando BQ Aquaris X da circa un mese, l’ho portato con me durante le mie vacanze al mare, che ho trascorso con la mia famiglia quindi posso dire di averlo usato veramente tanto,  specialmente la fotocamera, dato che ho scattato oltre 1000 foto, un po’ con BQ Aquaris X e un po’ con Moto G5 Plus.

Come forse sapete Moto G5 Plus, secondo me, è uno dei migliori smartphone di fascia media che si può acquistare su Amazon con meno di 230 euro, BQ Aquaris X sarà all’altezza del moto G5 Plus? Scopriamolo insieme con la recensione completa di BQ Aquaris X.

Unboxing, design e qualità costruttiva – Recensione BQ Aquaris X – Voto 7,5

Ho acquistato BQ Aquaris X Mineral Black (c’è anche la versione Pearl Rose) su Amazon in data 31 maggio 2017 al prezzo di 256,57 euro, purtroppo a me i telefoni non li regalano e quindi sono costretto ad acquistarli per poterli recensire, comunque il pacco mi è arrivato in data 8 giugno 2017 perfettamente integro, come sempre Amazon si conferma essere il miglior negozio online dove fare acquisti.

La confezione  è in cartone rigido, colore nero, elegante, al suo interno troviamo il BQ Aquaris X posto verticalmente, una breve guida utente, il carica batteria Quick Charge 3.0, il, cavo USB Type-C, la spilla per la rimozione della slitta che porta le due Nano SIM, oppure una Nano SIM e una Micro SD.

BQ Aquaris X Recensione Unboxing confezione

Il design del BQ Aquaris X non ha nulla di innovativo, lo trovo molto simile per qualità costruttiva a smartphone Xiaomi della serie Redmi. Il frame laterale è in metallo mentre la back cover è in policarbonato di ottima qualità. Nel complesso BQ Aquaris X trasmette una sensazione di smartphone di fascia medio alta, in mano si tiene bene e non risulta essere particolarmente scivoloso, questo grazie anche alla leggera curvatura ai bordi della cover posteriore unita alla curvatura 2.5D del vetro che ricopre il display. Non sono presenti scritte particolarmente evidenti e questo è sicuramente un punto a favore del design di questo device.

Sul retro troviamo oltre alla back cover in plastica, alcune scritte tra cui il logo BQ, la fotocamera a filo con la scocca, il doppio flash LED dual tone, il sensore d’impronte digitali non cliccabile e privo di gesture.

BQ Aquaris X Recensione retro

Sul lato destro abbiamo il tasto power  ed il bilanciere del volume, entrambi ben assemblati.

BQ Aquaris X Recensione Unboxing lato destro tasto power bilanciere del volume

Sul lato sinistro troviamo solo il carrellino dove vanno inserite le due Nano SIM oppure una Nano SIM e una scheda Micro SD fino a 256GB.

BQ Aquaris X Recensione Unboxing lato sinistro slitta con le due nano sim

BQ Aquaris X Recensione Unboxing slitta schede SIM

Sul lato inferiore troviamo lo speaker di sistema, mono, la porta USB Type-C 2.0 OTG ed il microfono principale.

BQ Aquaris X Recensione Unboxing parte inferiore microfono principale type-c speaker mono

Sul lato superiore abbiamo il jack audio da 3,5 mm dove andranno inserite le cuffie oppure gli auricolari ed il secondo microfono per la riduzione dei rumori ambientali.

BQ Aquaris X Recensione Unboxing parte superiore jack audio microfono secondario

Frontalmente troviamo il display ricoperto da vetro di tipo Dinorex con una leggera curvatura tipo 2.5D, sopra al display abbiamo partendo da sinistra il LED di notifica RGB, completamente personalizzabile, il flash LED per la selfie camera, la cassa auricolare, la selfie camera, il sensore di prossimità e di luminosità.
Sotto allo schermo troviamo i tasti di navigazione capacitivi che però non sono retroilluminati, inoltre non si possono invertire via software,  il tasto back è quello a sinistra, personalmente lo preferisco a destra.

BQ Aquaris X Aggiornamento Software BQ Aquaris X Recensione Unboxing tasti capacitivi non retroilluminati

Qualità dello Schermo – Recensione BQ Aquaris X – Voto 8

BQ Aquaris X monta uno schermo LCD IPS LTPS (Low Temperature PolySilicon) da 5,2 pollici Full HD (423 ppi) Quantum Color + di buona qualità, sicuramente superiore alla maggior parte dei telefoni di fascia media e superiore per nitidezza e visibilità al sole a quello che troviamo a bordo del Moto G5 Plus.

BQ Aquaris X vs Moto G5 Plus display visibilita al sole

Il display di BQ Aquaris X è multi touch a 10 punti, la luminosità massima va oltre i 500 lux (misurata con il mio luxmetro) e si raggiunge quando è attiva la luminosità adattiva, oppure in modalità manuale con la funzione Exanded brightness attiva , la visibilità al sole è tra le migliori se confrontata con altri smartphone in questa fascia di prezzo , 200 – 300 euro. Se però si usano occhiali polarizzati sarà impossibile utilizzare il BQ Aquaris in posizione orizzontale.

BQ Aquaris X Recensione display luminosita massima

Il sensore di luminosità fa bene il suo lavoro, quindi l’aumento di luminosità al passaggio in un ambiente fortemente illuminato e repentino, la stessa cosa si può dire con il calo di luminosità quando passiamo da un ambiente molto illuminato ad uno con poca luce.

Il vetro che ricopre lo schermo NON è di tipo Corning Gorilla Glass ma di tipo Dinorex al quale è stato applicato un buon trattamento oleofobico. La resistenza ai graffi è nella media, purtroppo utilizzandolo in spiaggia, senza proteggere lo schermo con una pellicola protettiva, mi si è un po’ rigato ai bordi, ma si sa che la sabbia da molto fastidio al vetro del display.

L’angolo di visione, sia orizzontale che verticale, è buono anche se è  leggermente inferiore a quello di Moto G5 Plus.

BQ Aquaris X vs Moto G5 Plus angolo di visione
BQ Aquaris X vs Moto G5 Plus angolo di visione
BQ Aquaris X angolo di visione verticale
BQ Aquaris X angolo di visione verticale

Effettuando il solito Display Test non si riscontrano problemi anzi viene evidenziata la buona qualità del display con una buona fedeltà cromatica, il bianco viene riprodotto in modo corretto, mentre il nero, come in tutti gli LCD, tende un po’ al grigio.

BQ Aquaris X – Impostazioni Schermo

Andando in impostazioni display si trovano diverse voci che permettono alcune personalizzazioni del device, troviamo:

  • livello di luminosità;
  • luminosità adattativa;
  • Exanded brightness, aumenta la luminosità massima quando la luminosità adattativa non è attiva;
  • Sospensione;
  • Led di notifica, è di tipo RGB ed è possibile personalizzare il colore del LED per ogni applicazione installata, inoltre si può attivare/disattivare;
  • luminosità notturna, filtra la luce blu, si può programmare l’attivazione e disattivazione;
  • sfondo;
  • screensaver;
  • dimensione carattere;
  • dimensioni schermo;
  • rotazione schermo;
  • trasmetti schermo;
  • Display Ambient, quando riceviamo una notifica oppure prendiamo in mano il device lo schermo si attiva e viene mostrata un’anteprima delle notifiche, devo segnalare che quando arriva la notifica l’attivazione dello schermo è immediata, mentre quando solleviamo il telefono posizionato sul tavolo passano alcuni secondi (circa 3) prima che si attivi l’ambient display;
  • tocca per riattivare, è possibile accendere/spegnere lo schermo con un doppio tap (doppio tocco);
  • mostrare navbar, se attiva vengono mostrati i pulsanti di navigazione a video.

Purtroppo manca la possibilità di personalizzare la posizione dei tasti capacitivi back e recenti, pur essendo entrambi rappresentati con lo stesso disegno, ovvero un puntino color argento, ricordo che non sono retroilluminati. Manca anche la possibilità di modificare la temperatura dello schermo.

BQ Aquaris X impostazioni display BQ Aquaris X impostazioni schermo 2 BQ Aquaris X impostazioni schermo 3BQ Aquaris X impsotazioni LED di Notifica RGB lampeggio

La parte telefonica, connettività 3G e 4G – Recensione BQ Aquaris X – Voto 7,5

BQ Aquaris X è uno smartphone Dual SIM Dual Standby (DSDS) 4G Cat.6 supporta Due Nano SIM 3G/WCDMA HSPA+ (850 / 900/ 1900 / 2100) (B5 / B8 / B2 / B1)
FDD-LTE (800/1800/2100/2600) – (B20/B3/B1/B7).

Come per Motorola Moto G5 Plus anche per BQ Aquaris X la ricezione in generale è buona, quando siamo in  4G e passiamo in una zona con scarsa copertura il telefono passa subito in modalità 3G-UMTS o 3,5G-HSPA+ per non perdere il segnale, mentre il ritorno alla modalità 4G impiega più tempo.

Il modem del BQ Aquaris X è lo stesso stesso che troviamo su Moto G5 Plus ma BQ Aquaris X non supporta l’aggregazione 4G+ B3+B20, infatti con lo stesso operatore TIM e nella stessa posizione, con Moto G5 Plus mi collego in modalità 4+ (plus) mentre con il BQ Aquaris X solo in modalità 4G.

BQ Aquaris X supporta le API android 7, utilizzando l’applicazione Netmonster è possibile vedere il valore EARFCN, valore che identifica in modo univoco la banda LTE e frequenza.

BQ Aquaris X Netmonster informazioni cella valore EARFCN
BQ Aquaris X Netmonster informazioni cella valore EARFCN
BQ Aquaris X Speet Test in 4G B3 frequenza 1800 MHz
BQ Aquaris X Speet Test in 4G B3 frequenza 1800 MHz
Moto G5 Plus Netmonster informazioni cella
Moto G5 Plus Netmonster informazioni cella
Moto G5 Plus Speet Test in 4G+ B3+B20
Moto G5 Plus Speet Test in 4G+ B3+B20

Nulla da obiettare per quanto riguarda la qualità della chiamata, l’audio in capsula auricolare è buono quindi noi sentiamo bene il nostro interlocutore e lui ci sentirà altrettanto bene. Qualità della chiamata discreta anche utilizzando il vivavoce. Durante il mio mese di utilizzo non ho mai avuto problemi di caduta di linea anche con telefonate molto lunghe.

BQ  Aquaris X ovviamente supporta lo switch a caldo della connessione dati tra la SIM 1 e SIM 2, switch che avviene in tempi rapidi. Quando la SIM 1 è in modalità 3G/4G la SIM 2 è in modalità 3G/UMTS.

BQ Aquaris X con scheda SIM TIM in4G e SIM Wind in 3G
BQ Aquaris X con scheda SIM TIM in4G e SIM Wind in 3G

BQ Aquaris X – Gestione parte telefonica e Dual SIM

La gestione software del Dual SIM è molto basilare, andando in impostazioni –> schede SIM  (voce visibile solo se sono inserite  due SIM) è possibile attivare/disattivare le Schede SIM e scegliere la SIM preferita per rete dati, chiamate e messaggi SMS.

BQ Aquaris X gestione Dual SIM

Andando in impostazioni –> audio è possibile impostare una suoneria differente per entrambe le SIM.

Andando in impostazioni — > utilizzo dati è possibile visualizzare la quantità di dati rete cellulare utilizzati. Sempre in questa schermata è possibile attivare la funzione per il risparmio dati, in pratica possiamo bloccare l’accesso ai dati alle applicazione installate.

Come su quasi tutti i device c’è la possibilità di impostare un avviso di consumo dati e un limite per il consumo dati, purtroppo i ciclo di addebito è solo “mensile”.

Il dialer non ha alcuna funzione particolare, durante la chiamata è possibile attivare il vivavoce, disattivare il microfono, aprire il tastierino numerico, mettere in pausa la conversazione aggiungere un nuova chiamata, non c’è la funzione per registrare la chiamata.

BQ Aquaris X chamata al servizio clienti screenshot del dialer

Qualità della fotocamera posteriore e anteriore – Recensione BQ Aquaris X – Voto 8

BQ Aquaris X ha una fotocamera principale Sony IMX298 da 16MP PDAF, f/2.0, pixel da 1.12 µm, 6 lenti Largan, Flash Dual Tone con stabilizzazione elettronica dell’immagine durante la registrazione di video.

Con BQ Aquaris X ho scattato veramente tante foto, circa 700 foto, quello che posso scrivere  è che la qualità generale delle foto è buona a livello di quelle di Moto G5 Plus, in alcuni casi anche migliore, buona la fedeltà cromatica, quindi con colori naturali, le foto sono ricche di dettagli, accurato è anche il bilanciamento del bianco ed il range dinamico è abbastanza ampio, la modalità HDR automatica, fa bene il suo lavoro. Tutto questo quando le condizioni di luminosità sono ottimali.

Con il diminuire della luce ambientale anche la qualità delle foto diminuisce, mentre il rumore di fondo aumenta notevolmente, proprio come accade con Moto G5 Plus, il quale però riesce a catturare sempre un po’ più di luce, e questo si vede specialmente durante la registrazione di video con poca luce.

Il flash fa bene il suo lavoro.

La selfie camera è in grado di realizzare scatti di discreta qualità, frontalmente è presente anche il flash led.

BQ Aquaris X si comporta abbastanza bene durante la registrazione di video con risoluzione Full HD 60 fps, ho scritto abbastanza bene perché l’audio catturato risulta essere un po’ basso, inoltre alcuni suoni, come il cinguettio degli uccelli sembrano di tipo metallico. La stabilizzazione digitale Vidhance secondo me non migliora più di tanto la qualità dei video, quando è attiva l’area inquadrata nel video si riduce, inoltre con le impostazioni di registrazione video in Full HD a 60 fps e stabilizzazione digitale attiva, produce video FHD a 45/50 fps, molti frame vengono eliminati per generare immagini più stabilizzate ma con più “artefatti”.

BQ Aquaris X area catturata durante la registrazione video con stabilizzazione elettronica attiva
BQ Aquaris X area catturata durante la registrazione video con stabilizzazione elettronica attiva
BQ Aquaris X area catturata durante la registrazione video con stabilizzazione elettronica disattivata
BQ Aquaris X area catturata durante la registrazione video con stabilizzazione elettronica disattivata

I video vengono salvati in formato .mp4 con codec AVC.

Prova registrazione video in Full HD a 60 fps con stabilizzazione elettronica attiva

Prova registrazione video in Full HD a 60 fps con stabilizzazione elettronica disattivata

Purtroppo ho notato alcuni problemi di ottimizzazione software nell’uso della fotocamera, prima dell”aggiornamento all’ultima versione del firmware, la v1.3.5, l’applicazione fotocamera stock spesso di bloccava, andava in crash e durante la registrazione di video il telefono si surriscaldava troppo. Con l’aggiornamento alla versione 1.3.5 del firmare questi problemi sono stati solo in parte risolti. Il il surriscaldamento è diminuito ma un po’ rimane ancora, l’applicazione ogni tanto si blocca ancora, durante la registrazione dei video in 4K, specialmente con la stabilizzazione digitale attiva, l’immagine visualizzata sullo schermo va un po’ a scatti.

Questi problemi a volte si presentano, altre volte no, se riavvii l’app fotocamera spariscono poi tornano, insomma non ci sono azioni specifiche che portano ad un funzionamento non ottimale dell’applicazione fotocamera.

Galleria fotografica con foto scattate con il BQ Aquaris X

Clicca sulla foto per visualizzare/scaricare le foto originali.
BQ Aquaris X Recensione Prova Fotocamera

BQ Aquaris X – Applicazione Fotocamera Stock

L’applicazione fotocamera stock è realizzata piuttosto bene, infatti dalla schermata principale abbiamo accesso diretto alle funzioni più importanti:

  • modalità di scatto, panoramica, fotocamera, video, motions il quale comprende le modalità slow motion (720p a 120fps oppure 1080p a 60fps), time lapse e fast motion (x2 o x4 a 720p o 1080p), il passaggio alle varie modalità di scattato si può fare anche con uno swipe;
  • possibilità di scegliere la modalità automatica, manuale oppure accedere alle scene dove troviamo paesaggio, notte, tramonto, ritratto notte, azione, neve, luci di candele, fuochi artificiali e teatro;
  • accesso al menù impostazioni, dove è possibile impostare la risoluzione per la fotocamera principale e per la selfie camera, impostare il formato delle foto, dove salvare le foto, il formato, la qualità, se attivare la geolocalizzazione, impostare i tasti volume per scattare foto oppure per lo zoom digitale, attivare la stabilizzazione video ed altro ancora;
  • è presente il pulsante per passare da HRD disattivato, HDR Automatico, HDR Attivo, HDR+
  • pulsante per attivare disattivare la visualizzazione delle griglie;
  • tasto per impostare il conto alla rovescia, 3 o 10 secondi;
  • tasto per attivare/disattivare il flash e per impostarlo in automatico;
  • tasto per passare alla fotocamera anteriore;
  • pulsante per scattare la foto;
  • pulsante per accedere alla galleria per vedere le foto scattate
  • barra per modificare l’esposizione;
  • possibilità di bloccare messa a fuoco ed esposizione;
  • pinch out e pinch in per lo zoom, che però non è fluido ma va a scatti.

BQ Aquaris X app fotocamera stock

La modalità manuale permette di agire sulla messa a fuoco, bilanciamento del bianco, ISO (100-1600), velocità otturatore (1/6400s – 10s), esposizione.

BQ Aquaris X app fotocamera stock modalità manuale
BQ Aquaris X app fotocamera stock modalità manuale

Quando si passa alla fotocamera anteriore per farsi un selfie troviamo anche il pulsante modalità bellezza che serve per “levigare un po’ la pelle” e renderci più giovani di qualche anno.

Anche la schermata principale durante la registrazione di video è ben fatta, infatti troviamo anche i pulsanti per modificare direttamente la risoluzione del video, i fps, attivare disattivare il microfono, accendere la torcia.

BQ Aquaris X app fotocamera stock modalita registrazione video
BQ Aquaris X app fotocamera stock modalità registrazione video

Una applicazione fotocamera stock veramente ben studiata peccato che non sia ben ottimizzata, che ogni tanto si blocchi, che durante il suo utilizzo si verifichi un riscaldamento eccessivo del device, che la visualizzazione della scena durante la registrazione di video vada a scatti (con la stabilizzazione elettronica attiva ed in modalità 4K).

Ottimizzazione software e interfaccia utente – Recensione BQ Aquaris X  – Voto 8

Una volta premuto il tasto power il BQ Aquaris X impiega circa 30 secondi per avviarsi, ogni volta che viene riavviato verrà richiesto il PIN per attivare lo sblocco con impronta digitale.

Nella fase iniziale di configurazione viene chiesto di scaricare eventuali aggiornamenti e anche se se scaricarli solo via WiFi e se scaricarli automaticamente.

Al primo avvio abbiamo 5,47 GB di spazio occupato dal sistema operativo e applicazioni su 29,12 GB di spazio disponibile.

BQ Aquaris X applicazioni preinstallateBQ Aquaris X memoria interna spazio disponibile

Le applicazioni pre-installate da BQ sono solo le principali di Google più BQ Plus una app che ti permette di attivare una assicurazione per il tuo smartphone, ovviamente pagando.

BQ Aquaris X app preistallate

L’ultima versione del firmware disponibile per il BQ Aquaris X è la 1.3.5 basata su Android 7.1.1 Nougat con patch di sicurezza aggiornate a maggio 2017.

Il sistema operativo è in grado di fornire un’esperienza d’uso simile ad android stock, nella schermata principale con uno swipe verso l’alto abbiamo l’accesso al drawer con tutte le applicazioni installate, mentre con uno swipe dall’alto verso il basso abbiamo accesso alle notifiche in stile Nougat 7.1.1 e con un ulteriore swipe verso il basso accediamo alla tendina dei toggle rapidi, ovviamente personalizzabili.

Tra i toggle rapidi c’è la modalità non disturbare che è completamente personalizzabile.

È presente il Launcher Shortcut, ovvero la funzione che permette, tenendo premuta sull’icona di una applicazione (compatibile), di far aprire una tendina con delle azioni rapide da selezionare.

BQ Aquaris X Launcher Shortcut
BQ Aquaris X Launcher Shortcut

Ovviamente è presente il multi windows (modalità schermo diviso o dual screen), ovvero la possibilità di utilizzare due applicazioni contemporaneamente, per attivare la funzione è sufficiente aprire una delle due app che vogliamo utilizzare e fare un tap prolungato sul tasto applicazioni recenti, poi scegliere l’altra applicazione, oppure fare tap sul tasto capacitivo app recenti, tenere premuto sull’applicazione che si vuole utilizzare e spostarla verso l’alto, quindi scegliere la seconda app da visualizzare.

Non è presente il badge delle notifiche nell’icona delle applicazioni, cosa risolvibile utilizzando per esempio Nova Launcher Prime.

Con un tap prolungato in uno spazio vuoto della schermata home è possibile accedere alla personalizzazione della stessa, inserendo widget, modificando lo sfondo, tuttavia BQ ha inseriti solo 4 sfondi molto simili tra loro e non offre un opzione per poterne scaricare altri dai loro server, mentre con un tap su impostazioni è possibile scegliere se attivare l’accesso a Google Feed con uno swipe verso destra nelle schermata home (come su Google Pixel) e attivare la rotazione della schermata home.

Aprendo impostazioni troviamo elencate le solite voci, BQ ha personalizzato in modo molto blando il sistema operativo Android 7.1.1 Nougat.

In gesti è possibile attivare la funzione apri la fotocamera premendo due volte il tasto di accensione e la funzione solleva il telefono per controllare le notifiche, quest’ultima funzione è molto comoda solo che, una volta sollevato il telefono, passano circa due secondi prima che si attivi il display e vengano mostrate le notifiche, funziona meglio su G5 Plus.

BQ Aquaris X ambient display

Ovviamente è possibile scegliere come mostrare le notifiche nella schermata di blocco, quindi se mostrare tutti contenuti della notifica, se non mostrali oppure se non mostrare i dati sensibili della notifica, queste opzioni le trovi in impostazioni –> notifiche quindi tap sull’icona ingranaggio in alto a destra.

Sul mio BQ Aquaris X ho installato tutte le principali applicazioni social, Facebook, WhatsApp, Twitter, Telegram, Instagram e non ho riscontrato problemi nella ricezione delle notifiche.

In impostazioni –> audio è possibile impostare l’intensità della vibrazione, per le chiamate, notifiche e feedback vibrazione, pur impostando il feedback vibrazione al valore minimo l’ho trovato un po’ fastidioso,  ha una “coda di vibrazione” troppo lunga.

La tastiera stock è la Gbnoard di Google, l’immissione di testo è preciso anche se scriviamo velocemente, rimane il problema del feed della vibrazione, troppo lungo.

È presente la radio FM, l’applicazione per registrare l’audio, tra le applicazioni di sistema c’è anche Registratore schermo (Screencast) che si attiva premendo contemporaneamente tasto volume + e tasto power, i file video verranno salvati sulla memoria interna del telefono nella cartella Movies –> Screencasts.

Mancano alcune funzioni per me interessanti, come il controllo parentale, la possibilità di avere le applicazioni doppie, lo spazio secondario, tutte funzioni che troviamo all’interno di ROM come la MIUI e EMIU. Tuttavia queste funzioni si possono avere installando applicazioni di terze parti, come Parallel Space per clonare le app.

Nel complesso BQ Aquaris X risulta essere sempre fluido e veloce nell’apertura delle applicazioni, in linea con Moto G5 Plus, dove fa leggermente meglio è nella gestione della memoria, è infatti possibile tenere aperte molte applicazioni senza che queste debbano essere riavviate quando le selezioniamo tra le applicazioni recenti.

L’esperienza d’uso quotidiano in grado di offrire BQ Aquaris X è quindi decisamente positiva, gli unici problemi riscontrati sono solo a livello dell’app fotocamera stock.

Autonomia e durata della batteria – Recensione BQ Aquaris X – Voto 8

La batteria che troviamo su BQ Aquaris X è al litio da 3100 mAh non removibile, grazie ad essa, al SoC Snapdgragon 626 realizzato con processo produttivo a 14nm e al sistema operativo praticamente android stock, l’autonomia è più che sufficiente per arrivare fino a sera con un utilizzo piuttosto intenso, ma se utilizzate molto la fotocamera, specialmente per girare video, l’autonomia si riduce sensibilmente.

 

Da alcuni test effettuati posso scrivere che i consumi per BQ Aquaris X sono:

  • 2% di consumo batteria per 30 minuti di chiamate sotto copertura 4G;
  • 6% di consumo batteria per 1 ora di musica con Spotify senza l’uso di cuffie;
  • 18% di consumo batteria con 30 minuti di gioco a Real Racing 3;
  • 13% di consumo batteria con 60 minuti di navigazione web con Chrome con la visione anche di video;
  • 8% di consumo batteria per 35 minuti di navigazione satellitare sotto rete 4G con due SIM inserite;
  • 11% di consumo batteria per un ora di video su Youtube (app);
  • 4% di consumo batteria per l’utilizzo di 30 minuti di Facebook (app);
  • 9% di consumo batteria per 1 ora di video streaming su Netflix (app);
  • 1% di consumo batteria 60 minuti in standby sotto rete 4G con due SIM inserite NON in movimento;
  • 10% di consumo batteria per circa 20 minuti di utilizzo della fotocamera.

In circa 16 ore di utilizzo di BQ Aquaris X con due SIM, due account Google configurati e circa 80 applicazioni installate, ho totalizzato circa 4 ore e 30 minuti di schermo attivo, in queste 16 ore ci sono circa 10 ore di standby sotto rete 3G/4G  più queste attività:

  • 50 minuti di chiamate vocali;
  • 30 minuti di gioco a Real Racing 3;
  • 20 minuti di Maps;
  • 40 minuti di Chrome;
  • 30 minuti di facebook;
  • circa un ora di video su Netflix;
  • circa 25 minuti di utilizzo della fotocamera;
  • “smanettamenti” vari per fare screenshot, vedere l’andamento dei consumi ecc.

BQ Aquaris X grafico scarico della batteria giornata da 16 ore

BQ Aquaris X grafico scarico della batteria giornata da 16 ore con system panel

I tempi di ricarica sono buoni, questi sono i risultati ottenuti:

  • dal 3% al 35% in 25 minuti;
  • dal 3% al 58% in 40 minuti;
  • dal 3% al 77% in 53 minuti;
  • dal 3% al 92% in 71 minuti;
  • dal 3% al 100% in 95 minuti.

In pratica BQ Aquaris X impiega circa 1 ora e 40 minuti per la ricarica completa.

L’autonomia è molto buona a patto che non si usi più di tanto la fotocamera specialmente per la registrazione di video.

BQ Aquaris X – Funzioni di risparmio energetico

All’interno del sistema operativo di BQ Aquaris X troviamo alcune funzioni di risparmio energetico, andando in impostazioni –> batteria troviamo la voce Risparmio batteria che possiamo attivare oppure tenere disattivata.

Quando la batteria sta per esaurirsi il BQ Aquaris X riduce la “potenza” del SoC, rimangono attivi solo 4 core che opereranno alla frequenza massima di 1698 MHz.

BQ Aquaris X quasi scarico funziano solo 4 core cpu-z

Prestazioni Hardware – BQ Aquaris X – Voto 8

BQ Aquaris X ha come chipset un Qualcomm Snapdragon 626 MSM8953 Pro un Octa-core fino a  2,208 GHz Cortex-A53 realizzato con processo produttivo a 14 nm LPP, molto simile allo Snapdragon 625  che troviamo sul Moto G5 Plus, aumenta solo la frequenza massima raggiungibile.

Sicuramente il SoC non è tra i più prestanti, dato che abbiamo ancora dei core Cortex-A53, ma è uno dei migliori SoC come rapporto prestazioni/consumi, il chipset più adatto per chi usa il telefono per la navigazione web con Chrome, visione di video su Youtube e Netflix, per giocare, fare attività sui social network ecc.

La temperatura massima registrata dopo l’ultimo aggiornamento firmware è stata di circa 43 gradi dopo diversi minuti di registrazione video in 4K, con Moto G5 Plus, durante la stessa prova sono arrivato a 36 gradi. Mentre durante lunghe sessioni di gioco la temperatura su BQ Aquaris X non supera i 40 gradi.

BQ Aquaris X Recensione surriscaldamento prima di essere aggiornato
BQ Aquaris X Recensione surriscaldamento durante l’uso dell’app fotocamera, questo prima di essere aggiornato all’ultima versione del firmware.
BQ Aquaris X Recensione temperatura raggiunta utilizzando la fotocamera dopo averlo aggiornato all'ultima versione del firmware
BQ Aquaris X Recensione temperatura raggiunta utilizzando la fotocamera dopo averlo aggiornato all’ultima versione del firmware, su G5 Plus con lo stesso utilizzo la temperatura massima rilevata era di 36 gradi.

La memoria di 3GB di ram è la quantità giusta per uno smartphone di fascia media, è ben gestita ed è possibile tenere aperte molte applicazioni in background.

BQ Aquaris X – Principali Benchmark

Di seguito ho indicato i risultati dei principali benchmark ottenuti su BQ Aquaris X e li ho confrontati con  Moto G5 Plus e Lenovo P2, BQ Aquaris X in generale ottiene punteggi migliori dato il SoC leggermente più performante.

AnTuTu v.6.2.7 64 bit: 65866 – Moto G5 Plus: 63858 – Lenovo P2: 62810
3D Mark Sling Shot Extreme: 465 – Moto G5 Plus: 465 – Lenovo P2: 470
Vellamo Browser con Chrome: 2998 – Moto G5 Plus: 3308 – Lenovo P2: 2942
Quadrant: 28021 – Moto G5 Plus: 20206 – Lenovo P2: 41801
GFXBench Car Chase 1080p: 204,5 Frames (3,5 fps) – Moto G5 Plus: 206,2 Frames (3,5 fps) – Lenovo P2: 199,9 Frames (3,4 fps)
GFXBench Car Chase 1080p Offscreen: 205,6 Frames (3,5 fps) – Moto G5 Plus: 209,6 Frames (3,5 fps) – Lenovo P2: 202,2 Frames (3,4 fps)
Geekbench Single Core Score: 926 – Moto G5 Plus: 844 – Lenovo P2: 817
Geekbench Multi-Core Score: 4511 – Moto G5 Plus: 4222 – Lenovo P2: 2688
Basemark OS II 2.0: 1304 – Moto G5 Plus: 1068  – Lenovo P2: 1249
Basemark X Quality High: 10352 – Moto G5 Plus: 10473 – Lenovo P2: 10476

AndroBench per testare la velocità della memoria interna:
lettura sequenziale: 268,88 – Moto G5 Plus: 238,05 – Lenovo P2: 273,65 MB/s
scrittura sequenziale: 72,63 – Moto G5 Plus: 103,39  – Lenovo P2: 68,17 MB/s
lettura casuale: 38,16 – Moto G5 Plus: 65,50  – Lenovo P2: 37,75 MB/s
scrittura casuale: 11,31 – Moto G5 Plus: 58,98 – Lenovo P2: 25,76 MB/s

Tempi trasferimento cartella con 120 file tra foto e video per un totale di 2,03GB

da PC a BQ Aquaris X: 1′ 40”
da PC a Moto G5 Plus: 1′ 40”

da BQ Aquarix X a PC: 1′ 05”
da Moto G5 Plus  a PC: 1’03”

Multimedia riproduzione audio video, giochi – Recensione BQ Aquaris X – Voto 8

Videogiochi

BQ Aquaris X ha come GPU una Adreno 506, la stessa che si troviamo a bordo di Moto G5 Plus, nessun problema con i giochi, anche quelli più pesanti e anche dopo lunghe sessioni di gioco. Non ho riscontrato alcun surriscaldamento e conseguente thermal throttling.

Real Racing si avvia in circa 24 secondi.

BQ Aquaris X Real Racing si avvia in 24 secondi

Su BQ Aquaris X è possibile riprodurre video fino alla risoluzione 4K in formato AVC a 30 fps, è anche possibile riprodurre video alla risoluzione Full HD a 60 fps, non supporta la riproduzione di video 4K (HEVC H.265).

Lo speaker principale mono è posizionato sulla parte inferiore del device, la qualità audio durante la riproduzione di brani musicali risulta essere discreta, il volume è piuttosto alto, ma la voce nelle canzoni al massimo volume si sente meno chiaramente rispetto al Moto G5 Plus. BQ Aquaris X integra un amplificatore NXP.

BQ Aquaris X Recensione prova volume massimo speaker principale

BQ Aquaris X integra anche una Radio FM.

BQ Aquaris X – Connettività Bluetooth, Wi-Fi, NFC, Wi-Fi display, GPS – Voto 8

Sul BQ Aquaris X troviamo un modulo Bluetooth versione 4.2 aptX che ho utilizzato con delle cuffie Bluetooth, delle casse wireless ed altri device Bluetooth senza riscontrare problemi.

Il WiFi è 802.11 a/b/g/n Dual Band (2.4 GHz + 5 GHz) anche in questo caso non ho riscontrato problemi tipo perdita della connessione, la ricezione del segnale è buona, questo quando usiamo la frequenza a 2,4 GHz. Con la frequenza a 5GHz le cose cambiano un po’ e per avere una buona ricezione bisogna essere molto vicini al modem/router.

Il GPS con A-GPS, GLONASS e GALILEO funziona bene, l’aggancio dei satelliti è immediato e la precisione durante la navigazione in auto è molto buona. BQ Aquaris X è dotato anche di bussola (magnetometro) che aiuta durante la navigazione a piedi.

BQ Aquaris X GPS fix satelliti BQ Aquaris X GPS Galileo

BQ Aquaris X integra un chip NFC.

Bene il funzionamento della trasmissione dello schermo verso la TV (wireless display).

Test Sensori – BQ Aquaris X – Voto 8

Elenco di tutti i sensori presenti a bordo di BQ Aquaris X:

  • Accelerometro;
  • Campo magnetico;
  • Orientamento;
  • Giroscopio;
  • Luminosità;
  • Prossimità;
  • Gravità;
  • Accelerazione;
  • Rotation vector;
  • Campo magnetico non calibrato;
  • Game rotation vector;
  • Giroscopio non calibrato;
  • Step detector;
  • Contapassi;
  • Geomagnetic rotation vector

Il sensore d’impronte digitali è posto sul retro non è cliccabile e non integra gesture, ma funziona 10 volte su 10 ed è molto veloce.

Come ho già scritto il feed della vibrazione non mi piace molto, pur settandolo al minimo, lascia una “scia di vibrazione” troppo lunga.

Il sensori di luminosità e prossimità funzionano bene, il sensore di luminosità risulta essere veloce.

Recensione BQ Aquaris X – Conclusioni

BQ Aquaris X risulta essere assemblato in modo impeccabile, la back cover non è in metallo ma si tratta di policarbonato di buona qualità, leggermente curva ai bordi in modo da facilitare l’impugnatura e renderlo meno scivoloso. Il design è un po’ anonimo.

Lo schermo di BQ Aquaris X è tra i migliori in questa fascia di prezzo, la visibilità al sole è molto buona, superiore a quella di Moto G5 Plus. Il display è protetto da vetro Dinorex con un buon trattamento oleofobico e curvatura di tipo 2.5D, ma tende a graffiarsi abbastanza facilmente.

La ricezione di BQ Aquaris X è molto buona, non ho mai avuto problemi di interruzioni delle chiamate, perdita del segnale di rete, anche la qualità delle chiamate è buona. La parte software della gestione del Dual SIM è molto essenziale. Quando una SIM va in 4G l’altra sim va in 3G.

La fotocamera principale da 16 megapixel è in grado di scattare foto di buona qualità in condizioni di luce ottimale, mentre di notte con pochissima luce le foto sono piene di rumore, come per tutti i device in questa fascia di prezzo. L’applicazione fotocamera stock è ben realizzata con tutti i “comandi” a portata di “dito” ma necessita di un ulteriore ottimizzazione a livello software, lo si capisce anche durante la registrazioni di video, la stabilizzazione elettronica agisce, secondo me, in modo troppo pensate, l’audio catturato nel video risulta essere un po’ metallico, mi riferisco specialmente ai “rumori” ambientali. La selfie camera è ok per foto da postare sui social media.

Il sistema operativo installato su BQ Aquaris X è Android 7.1.1 Nougat praticamente stock, con qualche piccola personalizzazione da parte di BQ. Il telefono risulta essere sempre fluido e veloce, solo ogni tanto ho notato qualche problema con i tasti capacitivi che non prendevano il tocco, diciamo che si può ancora migliorare.

Le prestazioni hardware fornite dal Qualcomm Snapdragon 626 permettono al BQ Aquaris X di comportarsi bene in ogni situazione e con tutti i giochi presenti sul Google Play Store, la momento SD626 risulta tra i migliori  SoC per smartphone di fascia medio/bassa, in attesa di vedere in commercio anche in Italia device con SoC Snapdragon 660.

Nessun problema sul reparto multimedia, solo i video con algoritmo di compressione HEVC non sono riprodotti in modo corretto. L’audio che esce dallo speaker principale mono risulta avere un volume piuttosto alto ma distorce un po’. Bene la riproduzione di musica attraverso le cuffie. BQ Aquaris X integra anche un amplificatore NXP ed è presente la radio FM.

GPS, Bluetooth, WiFi Dual Band hanno sempre funzionato correttamente, ricordo che è presente anche NFC e il supporto a Galileo.

Tutti i sensori presenti sul BQ Aquaris X funzionano bene, molto bene anche per il sensore d’impronte digitali che funziona 10 volte su 10, anche se io l’avrei preferito posizionato anteriormente sotto lo schermo.

Ho utilizzato BQ Aquaris X veramente tanto, tutto il mese di giugno al mare con la famiglia, scattando moltissime foto e girando molti video e questa recensione di BQ Aquaris X si è trascinata un po’ troppo per le lunghe.

Appena acquistato ho avuto la netta sensazione di avere tra le mani il miglior smartphone di fascia media, dopo qualche giorno con l’applicazione fotocamera che “crashava” in continuazione mi era venuta voglia di rispedirlo ad Amazon, poi è arrivato l’aggiornamento software e le cose sono decisamente migliorate anche se i problemi non sono spariti del tutto.

BQ Aquaris X è un buon device, sotto certi aspetti migliore di Moto G5 Plus, mi riferisco alla presenza della bussola, un design più compatto, il display veramente di ottima qualità, la ricezione e la parte telefonica in generale, il fatto che esce con l’ultima versione di Android Nougat la 7.1.1, il LED RGB completamente personalizzabile ecc.
Tutto questo però non si traduce in una migliore esperienza d’uso rispetto al Moto G5 Plus, diciamo che i due device praticamente si equivalgono.

I principali rivali di BQ Aquaris X sono quelli indicati nell’articolo sui migliori smartphone di fascia media del 2017, quindi mi riferisco al Lenovo P2, Honor 6x, ovviamente Moto G5 Plus, Huawei P10 Lite, Galaxy A5.

Alla domanda consiglieresti BQ Aquaris X ad un amico? La risposta sarebbe sicuramente SI, ma solo al prezzo max di 250 euro, se lo devi pagare 290 euro (prezzo di listino) meglio orientarsi verso altri device, tipo Moto G5 Plus a 229 euro su Amazon, oppure Honor 8.

Per valutare altri smartphone puoi leggere l’articolo sui Migliori Smartphone del 2017.

Dove acquistare BQ Aquaris X al prezzo più basso del WEB?

Puoi acquistare BQ Aquaris X  su Amazon con 245 euro, il miglior prezzo del web.

BQ Aquaris X Tips & Tricks

BQ Aquaris X – Screenrecoder

Per avviare la registrazione video (screencast) dello schermo premere contemporaneamente tasto volume+ e tasto power, i video saranno salvati nella cartella Movies/Screencasts nella memoria interna del device.

BQ Aquaris X – INFO Telefono

Nel dialer dell’applicazione telefono digitare *#*#4636#*#* (*#*#INFO#*#*)

BQ Aquaris X – Google Play Services

Nel dialer dell’applicazione telefono digitare *#*#426#*#*

PANORAMICA RECENSIONE
Unboxing, design e qualità costruttiva
75 %
Qualità dello Schermo
80 %
Parte telefonica, connettività 3G e 4G
75 %
Qualità della fotocamera posteriore e anteriore
80 %
Ottimizzazione software e interfaccia utente
78 %
Autonomia e durata della batteria
78 %
Prestazioni Hardware
80 %
Multimedia riproduzione audio video, giochi
80 %
Connettività Bluetooth, Wi-Fi, Wi-Fi display, NFC, GPS
80 %
Test Sensori
80 %
Rapporto qualità/prezzo
80 %
CONDIVIDI
Articolo precedenteMigliori Smartphone di Fascia Media – Lenovo P2 vs Honor 6x vs Moto G5 Plus vs Huawei P10 Lite vs Galaxy A5 vs BQ Aquaris X
Articolo successivoPrime Day Amazon 2017 Offerte SSD, TV, Fotocamere, Smartphone, Libri
  • Giuseppe

    Eccellente recensioni con, però, un po’ di cose ripetute…. Nel complesso speravo che il telefono fosse migliore. Bq forse non ha ancora la “forza” di Lenovo e Huawei. Spero che sia seguito con aggiornamenti e miglioramenti regolari, in questo caso potrebbe diventare una marca molto interessante. Grazie.

    • Ciao grazie per il tuo commento, in effetti certe cose le ripeto più volte, ma questo perché penso che non tutti hanno la voglia e/o il tempo di leggere una recensione così lunga, magari leggono solo la parte per loro più interessante oppure solo le conclusioni.

      Comunque il BQ Aquaris X è un buon device, certo che bastava molto poco per fare molto meglio, tasti capacitivi retroilluminati, sensore impronte digitale anteriore magari con gesture, una migliore ottimizzazione della fotocamera e anche una batteria leggermente maggiore in modo da distinguerlo un po’ dalla concorrenza.

      Credo comunque che BQ sia sulla buona strada.

      • Giuseppe

        Vero. In effetti, però, tutte queste piccole migliorie avrebbero comportato anche un aumento del prezzo. Altrove si dice che tutto il lavoro di progetto e ottimizzazione è fatto in Spagna da decine di ingegneri del posto, se fosse vero i costi anche di piccole modifiche sarebbero sensibili. È anche per questo (e per l’assistenza post vendita) che ho qualche perplessità sul marchio e non comprerei da loro.
        Grazie.

        • red wolf

          beh proprio perchè è progettato in spagna io gli darei una chance….anche solo per il fatto che è una realtà tangibile mentre molti marchi di terza categoria e anche qualche marchio di seconda categoria cinesi , assemblano, sbandierano chissà quale tocco personale e poi è sempre la solita fuffa (chi ha detto umi?)

          • Giuseppe

            Vero, ma è vero anche che progettare, modificare, testare in Spagna e poi far costruire in Cina (anche ammesso che Bq riesca a controllare in modo efficace la produzione e qui ho molti dubbi) comporta costi più alti e problemi seri di assistenza. Auguro alla ditta grande fortuna ma non sono ottimista….

          • L’assistenza è sempre un terno al lotto anche con marchi più conosciuti, Honor 6X l’ho spedito in assistenza mi è tornato dopo un mese con gli stessi difetti. Comunque online ho letto qualche commento negativo sull’assistenza BQ per l’Italia, credo che si debba spedire il device in Spagna. Il problema però si bypassa acquistandolo su Amazon, Venduto e spedito da Amazon, in caso di problemi si parla direttamente con Amazon quindi problemi zero, se avessi acquistato Honor 6X su Amazon e non da Unieuro, mi avrebbero semplicemente sostituito il device nel giro di qualche giorno, dato che il difetto si era presentato fin dal primo giorno.

          • Giuseppe

            Tutto verissimo! In effetti la cosa migliore è acquistare da Amazon. Personalmente sono, però, molto resto a comprare senza “toccare”… Mia moglie, invece, ha acquistato un P8 lite 2017 con piena soddisfazione.

  • riccardoRM

    Come sempre. Le migliori recensioni del web.

  • red wolf

    Bravo Enore, sempre esaustivo. Bel telefono ma la mancanza della porta ir, per me, nn è più plausibile. Ho il redmi 4 pro e lo trovo spettacolare in tutto….forse nelle foto nn tanto ma poter comandare qualsiasi tvcondizionatorequalsiasi cosa con telecomando mentre quelli che hanno iphone stanno a guardare basiti…nn ha prezzo

    • Ciao grazie, è risaputo che gli Xiaomi della serie Redmi sono degli ottimi prodotti, non hanno nulla da invidiare a smartphone di fascia superiore, solo la qualità della fotocamera è da fascia medio bassa. Mi piacerebbe proprio proprio che uscisse uno Xiaomi Redmi con una fotocamera come questa che troviamo su BQ Aquaris X oppure come quella del Moto G5 Plus, con anche la resistenza alla polvere e sbruffi d’acqua sarebbe il TOP:

  • Diego

    Molto bella la recensione, ho scoperto Top di Gamma da poco ma adesso vi seguo assiduamente. Vorrei porre una domanda, nonostante avessi letto più di una volta la recensione del moto G5+ e quella di questo Bq, non sono riuscito a capire, in termini di autonomia, se ci sia molta differenza tra i due o meno. C’è effetivamente molta differenza di autonomia o approssimativamente si equivalgono? Il tipo di utilizzo e anche la zona a volte effetivamente influiscono sulla durata della batteria.
    Grazie in anticipo per una eventuale risposta.

    • Ciao ti ringrazio per i complimenti, in effetti il confronto batteria non è molto chiaro, dovrei standardizzare maggiormente la prova durata batteria, ma non è semplice non sempre ho modo di provare il device nelle stesse identiche condizioni, tuttavia se analizziamo i consumi durante l’utilizzo di youtube, netflix, navigazione web, chiamate, gps ecc… è possibile notare come Moto G5 Plus e BQ Aquaris X hanno un comportamento abbastanza simile, BQ Aquaris X consuma di più con i giochi e con l’utilizzo della fotocamera, specialmente utilizzando quest’ultima BQ Aquaris X si scalda decisamente di più di Moto G5 Plus. BQ Aquaris X fa meglio di Moto G5 Plus in standby sotto rete 4G.

      In conclusione di comportano bene entrambi l’unica cosa da segnalare è la mancanza di ottimizzazione dell’app fotocamera, almeno su quello che ho provato io, però ho letto che altri altri hanno avuto problemi simili ai miei utilizzando la fotocamera.

      • Diego

        Grazie mille e ci tengo a precisare che non era assolutamente una critica la mia… sono alla ricerca di un nuovo smartphone e questi due sono i modelli su cui si è fermato il mio interesse. anche lo xiaomi redmi note 4 mi interesserebbe anche se la mancata vendita su canali ufficiali mi frena un po’… inoltr il lenovo p2 mi sembrava interessante ma ormai non si trova più a buon prezzo come qualche mese fa… hai qualche consiglio da darmi? grazie mille e ancora complimenti per il sito e i gli articoli così dettagliati

        • Ciao secondo me puoi orientarti verso il BQ Aquaris X a 250 euro circa, sarebbe più interessante il BQ Aquaris X Pro, ma la differenza di prezzo è troppo elevata, se dovesse tornare a 299 euro potrebbe essere un best buy.

  • Carlo

    Ciao
    dopo l’aggiornamento di luglio il cellulare è migliorato ulteriormente dal punto di vista software?

    • Ciao l’ultima versione del Firmware per BQ Aquaris X è la 1.4.0 ed è datata agosto 2017, perché al suo interno troviamo le patch di sicurezza Android aggiornate ad Agosto, Google a sto giro le ha rilasciate in anticipo. https://www.bq.com/it/support/aquaris-x/support-sheet

      Non sembrano esserci miglioramenti e ottimizzazioni a livello del sistema operativo, tuttavia le cose erano già migliorate notevolmente con il penultimo aggiornamento, Firmware 1.3.5.

      Comunque brava BQ che rilascia aggiornamenti in tempi veramente molto brevi, probabilmente BQ Aquaris X sarà uno dei primi device, non marcati Google, a ricevere Android 8 (O).§

      Se eventualmente si riscontrano problemi con l’applicazione fotocamera stock, consiglio di fare l’aggiornamento dell’applicazione attraverso il Google Play Store: https://play.google.com/store/apps/details?id=com.bq.camerabq

  • Dav21

    Ottimo medio gamma con tutte le features dei pixel, molto fluido e batteria assai duratura, unitamente ad una buona fotocamera.. C’è anche il gruppo Facebook bq aquaris https://www.facebook . com/groups/1808859589177620/

  • mi sto informando su questo telefono e arrivando da svariati motorola il mio dubbio riguarda l’ambient display: è utilizzabile o rimane comunque inferiore all’eccezionale moto display?

    • Ciao in base alla mia personale esperienza e come si può osservare nel video al minuto 4:55 l’ambient display non è al livello di quello che abbiamo con il moto display, comunque utilizzabile, poi ci sono sempre gli aggiornamenti software che dovrebbero portare miglioramenti.

      • grazie mille. Mi prendo un po’ di tempo per decidere, considerando anche il fatto che BQ ha alzato i prezzi a quanto pare….