Amazon Echo Dot con Alexa per la Casa Domotica: Come usarlo in Italia

Amazon Echo Dot, Amazon Echo, Amazon Tap, Echo Show sono tutti dispositivi per la Casa SMART ed integrano l’assistente virtuale Alexa. Tutti questi prodotti, così come Google Home, purtroppo non sono ancora in vendita in Italia, io ho acquistato Amazon Echo Dot e l’ho configurato e provato per vedere quali sono i suoi limiti in Italia e che cosa può fare in ambito Casa Domotica.

Amazon Echo Dot – Principali caratteristiche tecniche

Di seguito riporto alcune caratteristiche tecniche ed alcune informazioni utili da conoscere prima di procedere con la configurazione ed utilizzo di Amazon Echo Dot.

Amazon Echo Dot è un device dalle dimensioni compatte 32 mm x 84 mm x 84 mm con un peso di circa 163 grammi ideale per essere posizionato in più stanze. Al suo interno integra diversi microfoni, disposti a 360 gradi, sempre attivi che sono in attesa che qualcuno pronunci: “Alexa….”.

Amazon Echo Dot integra anche uno speaker, non molto potente e di bassa qualità che però è sufficiente per ascoltare quello che Alexa ci deve comunicare quando gli inviamo un comando, oppure una richiesta.

Amazon Echo Dot si può collegare ai migliori speaker Bluetooth, oppure all’impianto HiFi di casa attraverso il jack audio da 3,5mm.

Sulla parte superiore di Amazon Echo Dot troviamo 4 tasti fisici, uno per disattivare il microfono, il tasto volume + ed il tasto volume –  ed un tasto per “attivare” Alexa, come se pronunciassimo: “Alexa…”, chiamato Action Button.

Amazon Echo Dot con Alexa Unboxing e contenuto della confezione

Per riportare Amazon Echo Dot alle condizioni di fabbrica è sufficiente premere contemporaneamente il tasto microfono e volume – quindi tenerli premuti fino a quando la luce circolare diventa arancione, circa 20 secondi.

Sempre sulla parte superiore troviamo un LED RGB Circolare che si attiva quando chiamiamo Alexa, quando alziamo/abbassiamo il volume, quando dobbiamo collegare devi device Bluetooth, quando riceviamo un messaggio all’interno di Alexa App, durante la prima configurazione ecc…

Amazon Echo Dot qual’è il significato dei vari colori dell luce LED RGB circolare

Riassumo brevemente il significato dei vari colori della luce LED Circolare di Amazon Echo Dot.

  • Luce blu fissa con luce ciano con movimento circolare, Amazon Echo Dot si sta avviando;
  • Tutte le luci sono spente, il dispositivo è acceso ed è in attesa delle nostre richieste;
  • Led circolare completamente blu con porzione di led ciano che punta nella direzione di chi sta parlando, Alexa sta elaborando la richiesta;
  • Luce rossa, il microfono è disattivato;
  • Luce bianca, stai regolando il livello del volume;
  • Luce blu e poi luce viola e poi luce spenta, si è passati nella modalità non disturbare,
  • Luce pulsante verde, abbiamo un nuovo messaggio, per ascoltare pronunciare: “Alexa, play my messages”.
  • Luce arancione che ruota in senso orario, Amazon Echo Dot si sta connettendo alla rete WiFi.

Maggiori info sulla luce LED Circolare le trovi su Amazon.com

Come configurare Amazon Echo Dot per usare Spotify con un Account US

Amazon Echo Dot non è ancora in vendita in Italia ma si può acquistare su eBay con spedizione da UK quindi senza dover pagare la dogana, tuttavia il prezzo sarà sensibilmente superiore rispetto a quello che lo pagheremmo se fosse in vendita anche su Amazon.it.

Amazon Echo Dot arriva con un alimentatore con presa UK, quindi serve un adattatore, oppure è possibile utilizzare un altro alimentatore USB da 5V 1,8A, io ho usato quello di Amazon Fire HD 8 che è da 5V 1A e funziona.

Prima di procedere con la configurazione di Amazon Echo Dot è necessario scegliere se configurarlo con il nostro account italiano, quello che utilizziamo su Amazon.it oppure creare un account USA o UK per utilizzarlo esclusivamente con Echo Dot.

La principale differenza, per noi italiani, tra utilizzare un account USA o UK  oppure un account Italiano è che in quest’ultimo caso non possiamo utilizzare Spotify con Echo Dot e Alexa, tuttavia anche se utilizzassimo un account Amazon USA o UK per usare Spotify serve avere un account USA di Spotify.

Io ho scelto di utilizzare Amazon Echo Dot creando un nuovo account su Amazon.com, riassumo in sintesi quello che ho fatto per poter utilizzare alcune delle funzioni riservata agli utenti USA e UK.

La prima cosa che ho fatto è stata quella di creare un nuovo indirizzo email su Gmail.com, che utilizzerò in tutte le fasi successive.

Per creare un indirizzo mail su Gmail.com ho utilizzato un servizio VPN per navigare su internet con un indirizzo IP USA, io utilizzo NordVPN, ma ci sono molti servizi VPN gratuiti, cerca VPN su Google Play Store, l’utilizzo di un IP USA serve sole nelle prime fasi di registrazione, dododiché si può navigare normalmente con l’indirizzo IP assegnato da proprio ISP.

Poi mi sono creato un indirizzo fisico negli USA, per fare questo ho utilizzato il servizio gratuito di USAbox.com, un US Mail & Package Forwarding Service, utile per chi acquista prodotti che possono essere spediti solo a persone residenti in USA, in questa fase non serve utilizzare la VPN.

Ho creato un nuovo account su Amazon.com sempre collegandomi usando la VPN con IP US attiva e utilizzando il mio indirizzo USA, associando Amazon Echo Dot ad un account Amazon US mi permette di poter utilizzare Spotify Premium con Amazon Eco Dot e Alexa

Per poter utilizzare Spotify US ho attivato la VPN con un IP US, poi mi sono collegato al sito spotify.com e ho aderito all’offerta 3 mesi di servizio Premium a 0,99 dollari. Qui c’è il primo “inghippo” per pagare i 0,99 dollari ho dovuto utilizzare una carta American Express, infatti con una VISA o una Mastercard collegate ad un conto corrente in banche non USA, Spotify non mi fa procedere con il pagamento. Attivato il servizio Spotify Premium l’ho subito disattivato, fra 3 mesi vedrò se continuare o no. Purtroppo per usare Spotify con Amazon Eco Dot e Alexa serve un account Premium.

Ora sono pronto per configurare Amazon Echo Dot, utilizzando il nuovo account Amazon US.

Come configurare Amazon Echo Dot

Configurare Amazon Echo Dot è una operazione molto semplice ed immediata, nella confezione troviamo una breve guida illustrata che ci aiuterà in questa fase.

Alimentare Amazon Echo Dot, dopo la prima fase di avvio, avremo una luce arancione chiaro che gira in senso orario, significa che Amazon Echo Do è pronto per essere configurato.

Installare l’applicazione Amazon Alexa a questo punto si presentano due scenari:

  • vogliamo utilizzare solo le funzioni disponibili in Italia per Amazon Echo Dot, in pratica questo significa non poter accedere a servizi di streaming musicale come Spotify
  • vogliamo collegare Amazon Amazon Echo Dot a Spotify per poter ascoltare musica in streaming e quindi associarlo ad un Account Amazon US.

L’applicazione Alexa si può scaricare dal Google Play Store solo se possiedi un account Google associato ad uno dei paesi dove Amazon Echo Dot è venduto ufficialmente, USA, UK, Germany e se stai utilizzando una VPN con indirizzo IP US, UK o DE. Se hai seguito questa guida fin dall’inizio avrai creato un account su Gmail.com quindi puoi aggiungere in nuovo account al tuo device android, attivare la VPN con IP US, aprire l’applicazione Play Store, selezionare l’account Gmail US, quindi puoi ricercare l’app Alexa by Amazon Mobile LLC, poi clicca su Installa.

Se non hai un account Google US oppure non sei connesso ad un VPN con IP US facendo una ricerca sul Play Store con “Alexa” non troverai l’app ufficiale di Amazon.

Download Alexa App Amazon Echo Dot

Se non vuoi utilizzare un account Google US, oppure una VPN puoi installare direttamente l’apk, è sufficiente andare su Google e fare una ricerca con “Amazon .apk”, quindi scaricare l’applicazione com.amazon.dee.app_2017-05-13.apk o versione successiva nella memoria interna del proprio device, quindi installare l’app.

Al primo avvio di Alexa App viene chiesto di fare il login all’account Amazon, va bene anche un account creato su Amazon.it (come mostrato nel video, ma noi utilizzeremo l’account Amazon.com

Si apre una pagina dove viene chiesto di fare il setup, fare tap su Begin Setup, se non viene mostrata andare in impostazioni (settings), fare tap su Set Up a New Device, quindi selezionare selezionare il tipo di device Amazon che si possiede, è possibile scegliere tra Echo, Tap, Echo Dot, noi sceglieremo quest’ultimo.

Setup New DeviceSeleziona Amazon Echo Dot

Selezionare la lingua preferita tra English United States oppure Deutsch o English United Kingdom, poi fare tap su Continua.

Seleziona Lingua Amazon Echo Dot

Ora si dovrà collegare il nostro smartphone ad Amazon Echo Dot, quindi bisogna assicurarsi di avere il WiFi attivo, poi fare tap su Connect To Wi-Fi, poi su Continue, accettare tutte le richieste di accesso.

Connessione smartphoe via wifi Amazon Echo Dot

Quando il telefono android è collegato alla rete wireless creata da Amazon Echo Dot, fare tap su Continue e selezionare la rete WiFi di casa alla quale vogliamo collegare Amazon Echo Dot.

Ora viene chiesto di selezionare come usare Echo Dot, se con degli speaker, cuffie o auricolari bluetooth, oppure attraverso un collegamento via cavo ad un amplificatore, oppure se utilizzare gli speaker integrati di Echo Dot.

Per collegare Echo Dot alle casse bluetooth fare tap su Bluetooth, quindi accendere le casse e metterle in modalità di ricerca per effettuare il “Paring”, io ho associato delle UE Boom 2, l’associazione non è stata immediata ho dovuto fare più tentativi.

Sempre in Impostazioni selezionare Echo Dot, quindi Device Location, fare tap su Device time zone e impostare Central European Summer Time.

Sempre in questa schermata selezionare il sistema metrico per temperatura e distanza.

A un certo punto della fase di setup Alexa vi chiederà di avere accesso ai vostri contatti in rubrica, in questo modo potrete chiamare tutti quelli che hanno installato l’applicazione Alexa attraverso Echo Dot.

Permettiamo ad Alexa di accedere ai nostri contattiAlexa make a call verso i contatti in rubrica che hanno installato Alexa App

Ora siamo praticamente pronti per utilizzare Amazon Echo Dot.

Configurare Amazon Echo Dot per ascoltare la musica di Spotify in Italia

Come ho già scritto per poter ascoltare la musica di Spotify su Amazon Echo Dot è necessario utilizzare un account US, sia per l’accesso ad Amazon sia per l’accesso a Spotifiy, inoltre è necessario avere attivo un account Premium.
Chi si trova in queste condizioni, deve semplicemente aprire l’applicazione Alexa, andare in impostazioni e selezionare Music & Media, in questa schermata sono elencati tutti i servizi disponibili con Alexa ed Echo Dot, selezionare Spotify e inserire i dati di accesso all’account USA di Spotify.

Impostazioni Music & Media Amazon Echo Dot ItaliaAccount USA Spotify per usarlo in Italia con Amazon Echo DotAlcuni servizi multimediali compatibile con Alexa e account Amazon US

Aggiungere un altro membro della famiglia al nostro Amazon Echo Dot

Per aggiungere un altro membro della famiglia aprire l’applicazione Alexa e andare in Settings –> Household Profile

Applicazione Alexa Impostazioni Household Profile

Nella schermata che si apre fare tap su START.

Ora bisogna dare il proprio device al famigliare che vuole utilizzare Alexa con il nostro Echo Dot, perché dovrà inserire i propri dati di accesso ad Amazon.

Invite a household meber pass your device

Nella pagina successiva vengono spiegate alcune cose su come funziona Alexa al fatto che avrà accesso ad alcune informazioni che lo riguardano ecc…

Fare tap su Join household.

Se tutto è andato a buon fine viene mostrata una pagina con scritto Household Created…

Husehold Created

Aspettare qualche minuto e poi effettuare l’accesso all’applicazione Alexa sul device del famigliare che avete appena aggiunto.

Per saper a quale account è collegato Alexa, basta dire: “Alexa, Which account is this?”

Per passare da un account all’altro bisogna dire: “Alexa, Switch accounts.”

Utilizzare Amazon Echo Dot e Alexa per la Casa Domotica in Italia – Conclusioni

In questa prima parte ho semplicemente voluto fornire alcune indicazioni e consigli su come configurare Amazon Echo Dot per poterlo utilizzare anche in Italia. Sicuramente l’utilizzo in Italia di Amazon Echo Dot è molto limitato, mi riferisco soprattutto alla parte acquisti su Amazon con Alexa, News e Meteo, intrattenimento, ricerche locali di cibo, ristoranti, find my phone disponibile solo con numeri Americani.

Dove possiamo sfruttare Alexa e Echo Dot anche in Italia è in ambito casa intelligente e domotica, questo grazie alla possibilità di collegare Alexa a dispositivi come Broadlink RM Pro, Broadlink RM Mini 3, Netatmo stazione meteo, le luci Philips HUE e Xiaomi Mi Yeelight, applicazioni come Tasker con i plugin RM Plugin, Autovoice e l’applicazione Reverb per comunicare con Alexa da remoto, inoltre Alexa è anche compatibile con IFTTT.

Un assaggio di che cosa è possibile fare con Amazon Echo Dot e Alexa per la casa SMART è mostrato alla fine del video, ma lo spiegherò meglio con ulteriori articoli.

In ultimo, ma non meno importati, sono le Alexa Skills, applicazioni che permettono ad Alexa di sfruttare nuove funzioni e collegare alcuni dispositivi in modo semplice e veloce, vedi la Skill Netamo, per collegare la stazione meteo e chiedere ad Alexa la temperatura dentro casa, fuori casa, umidità ecc.

In conclusione Amazon Echo Dot per noi Italiani è un device destinato ai più smanettoni, a chi utilizza applicazioni come Tasker e IFTTT, tuttavia le potenzialità di Amazon Echo Dot con l’assistente personale Alexa sono veramente alte, impressionante è la capacità di Alexa di riconoscere quando “la chiamiamo” anche in un ambiente rumoroso.

File Audio MP3 con registrati alcuni comandi da impartire ad Alexa

Ho registrato dei file audio in formato mp3 di alcuni comandi che si possono impartire all’assistente virtuale Alexa semplicemente riproducendoli sul proprio PC con le casse accese e Echo Dot nelle vicinanze, si possono scaricare liberamente e si trovano tutti all’interno di questa cartella.

Elenco dei comandi che ho registrato.

  • Alexa, set a repeating alarm for weekdays at 7 a.m.
  • Alexa, Cancel a repeating alarm for weekdays at 7 a.m.
  • Alexa, Connect Bluetooth
  • Alexa, Gate OFF
  • Alexa, Gate ON
  • Alexa, Next
  • Alexa, Play Believer Imagine Dragons from Spotify
  • Alexa, Play Radio 105 on TuneIn Radio
  • Alexa, Play Rock Classics on Spotify
  • Alexa, Play the latest Linkin Park album on Spotify
  • Alexa, Play TuneIn Radio
  • Alexa, Restart
  • Alexa, Set a timer for 15 minutes
  • Alexa, Set volume to 5
  • Alexa, Stop playing in 45 minutes
  • Alexa, Switch accounts
  • Alexa, Tell Autovoice light One
  • Alexa, trigger party time
  • Alexa, Turn down the volume
  • Alexa, turn OFF the Home lights
  • Alexa, turn OFF the living room lights
  • Alexa, turn OFF the Split Office
  • Alexa, turn OFF the TV
  • Alexa, turn ON the all lights
  • Alexa, turn ON the Home lights
  • Alexa, turn on the living room lights
  • Alexa, turn ON the Split Office
  • Alexa, turn ON the TV
  • Alexa, Turn up the volume
  • Alexa, what time is it
  • Alexa, What’s playing
  • Alexa, what’s the date
  • Alexa, Which account is this
  • Alexa.
  • Cristian Piana

    Ciao, bell’articolo! Come hai collegato la tv ad Alexa?

    • Ciao per collegare Alexa alla mia tv ho dovuto smanettare un po’ e non è così immediato, prossimamente vorrei scrivere un articolo su come fare.

      In pratica quello che ho fatto è di collegare il Broadlink RM Mini 3 https://goo.gl/dQLUPA ad Alexa, per fare questo ho sfruttato l’app android Broadlink RM Plugin https://goo.gl/mc4GwK che fa da ponte tra Echo Dot ed i prodotti Broadlink. L’applicazione va installata in un device android che hai sempre in casa e che non spegni mai, per esempio io l’ho installata sul tablet Amazon Fire HD 8 che usano i miei bimbi

      • Cristian Piana

        Sono poi riuscito. C’è effettivamente un po di sbattimento ne creare un device, comandabile con “turn on/off”, per ogni singolo comando. Comunque sto cercando di semplificare al massimo con meno passaggi possibili.

        È inoltre vero che si deve avere uno smartphone/tablet sempre attivo in casa. Questo perché, usando il telefono di tutti i giorni, al rientro in casa Alexa non “vede” più il ponte e bisogna rifare una scansione tramite la sua app. Poco male, rimedio con un cinesone economico.

        Sono riuscito a gestire le tapparelle elettriche (solo quelle più recenti, quelle con motori Nice di alcuni anni fa no purtroppo), le luci tramite le prese wifi Avidsen e la smartTV in tutte le sue funzioni principali.

        L’aria condizionata è purtroppo installata con comando filare e pannello. Troppo costosa da convertite (Daikin si fa pagare cara).

        Ad ogni modo mi si è aperto un mondo. Ci sono tantissime possibilità, spero in una semplificazione dei comandi per gestire la casa.

        Ciao!

        PS ho iSmart alarm che ho collegato IFTTT. Ha funzionato il primo giorno con Alexa.. ora non riesco più a attivare/disattivare. Non trovo soluzione al momento.

        • Ciao mi fa piacere che tu sia riuscito a collegare i tuoi device con Alexa, con iSmart non posso aiutarti più di tanto, potrebbe essere un disservizio da parte di IFTTT magari puoi cancellare l’applet attivo e attivarlo nuovamente, immagino che tu stia utilizzando questo: https://ifttt.com/applets/Bdjs3Jtn-arm-ismartalarm-with-amazon-alexa

          Volevo farti una domanda, come ti trovi con iSmartAlarm? Se suona l’allarme di casa come vieni avvisato?

          • Cristian Piana

            Ho già smanettato in tutti i modi possibili rifacendo la procedura diverse volte ma nulla. Alexa mi dice che il comando è inviato, quindi è un problema IFTTT. E pare non sono l’unico leggendo il forum di iSmart.

            iSmart è un prodotto ben fatto e facile da configurare. I sensori volumetrici non mi danno problemi con falsi allarmi, e pare che le batterie siano durevoli.
            Buona la app con diverse info tra cui la segnalazione del sensore porta aperto quando si inserisce l’allarme, e la carica residua delle batterie sensori. Non ho le cam perché ne ho le D-link e per ora uso uso quelle.
            Quando scatta l’allarme, dopo qualche secondo di attivazione sensore, suona il Cube (molti lo trovano a basso volume la sirena interna ma io preferisco così) e arriva la notifica dalla app. Per ora le chiamate funzionano solo in USA.

            Da tenere presente che non ha una batteria interna, quindi serve un APC. Qualcuno usa le power bank che hanno i connettori adatti ad iSmart, ma c’è da trovare quella che forbisce corrente anche sotto carica.

            Ciao!

          • Cristian Piana

            Aggiorno: nella app di Alexa c’è la sezione Skills. In questa sezione è possibile trovare la skill di iSmartAlarm che dovrebbe poter gestire il CubeOne almeno nelle sue funzioni base.
            Inizialmente non l’ho trovata, sono poi andato sul sito di Amazon . com e da lì ho potuto abilitarla. Dalla app di iSmart alla bisogna poi concludere la procedura nella sezione integrations.
            Poco sopra usato il condizionale perché al comando Alexa ancora indica di attivarlo dalla app, dove finalmente si può trovare ma premendo enable si blocca.
            Dopo un po’ di ricerche ho trovato che sembra sia essere un bug, spero risolvano presto.

            Ciao

          • Ciao volevo proprio sapere se era possibile ricevere una chiamata in caso di allarme.

            Come tu saprai puoi chiedere ad Alexa di chiamare un contatto che hai in rubrica (deve avere l’app installata sul suo device), quindi puoi farti chiamare da Alexa, sarebbe bello se ci fosse un Applet del tipo
            se suona l’allarme Alexa ti chiama e ti fa ascoltare un messaggio preimpostato, dato che chiama il tuo numero non sarebbe necessario utilizzare il servizio attivo solo in US.

            Un modo semplice per aggirare questo problema è tenere un device android vicino ad Alexa, tipo quello che usi come “ponte” per utilizzare i prodotti Broadlink con Alexa, utilizzando Tasker ed il plugin per tasker AutoNotification puoi fare in modo che all’arrivo della notifica di allarme, intercettata con AutoNotification che può intercettare anche un testo specifico, si apra un file mp3 con la tua voce registrata che chiedi ad Alexa di chiamarti.

            In questo modo riceverai una chiamata da Alexa rispondendo sentirai quello che sta succedendo nella stanza dove hai Alexa.

            Io ho provato e funziona, bisogna registrare bene il messaggio mp3 perché Alexa deve capire quello che gli chiedi attraverso lo speaker di uno smartphone che non sono il massimo, specialmente se usi un device economico per fare questo tipo di “esperimenti”.

          • Cristian Piana

            Interessante e da provare. Grazie!

            PS avevo pensato di far leggere al broadlink il telecomando di iSmart. Sarebbe stato comodo quantomeno per attivare/disattivare quando si è in casa.. ma purtroppo non lo “sente” proprio. Probabilmente lavora su frequenze che il bradlink non supporta.